E-R | BUR

n.97 del 18.04.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Accordo di programma provinciale per l'integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap Art. 13 c. lett. a) Legge 104/92 - 2012-2017 – Proroga biennale

Richiamata la Legge 104/92 “Legge –quadro per l’assistenza, l’integrazione scolastica e i diritti delle persone handicappate” prevede, tra l’altro, che l’integrazione scolastica si realizzi anche attraverso una programmazione coordinata dei servizi scolastici, sanitari, sociali e socio-assistenziali, utilizzando allo scopo lo strumento dell’Accordo di Programma di cui all’articolo 27 della legge 3 giugno 1990, n. 142.

Considerato che in ottemperanza a tale normativa l'Amministrazione Provinciale di Piacenza ha, quindi, inteso pervenire alla definizione di un testo di Accordo di Programma per il territorio provinciale, da stipulare ai sensi dell’art. 34 del D. Lgs. n.267/2000, che ha coinvolto le seguenti Amministrazioni:

  • Comuni / Unioni di Comuni della provincia di Piacenza
  • Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza
  • Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado del sistema nazionale d’Istruzione della provincia di Piacenza
  • Enti di Formazione Professionale
  • Gestori dei servizi per prima infanzia privati convenzionati o accreditati
  • F.I.S.M. provinciale
  • Ufficio Scolastico Regionale - Ufficio IX Ambito Territoriale di Parma e Piacenza

Dato atto che a seguito della concertazione con i soggetti sopra indicati, con atto di Giunta Provinciale n. 246 del 30/11/2012 veniva approvato L’Accordo di “Programma provinciale per l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap (art. 13 C.1 lett a) Legge 104/92”, con scadenza al maturare del quinto anno dalla data di sottoscrizione e cioè il 19/12/2017 (pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 66 del 19/3/2013).

Evidenziato che gli elementi salienti del suddetto accordo consistono nell'adozione dei criteri di certificazione regionali stabiliti con DGR n.1/2010, nel rinnovo, a ogni passaggio di ordine e grado di scuola, della diagnosi funzionale contenente la diagnosi clinica, la classificazione della stessa secondo la codificazione internazionale ICD10, la descrizione delle aree di funzionamento e la proposta di risorse per l’integrazione (insegnante di sostegno, personale educativo, supporto assistenziale di base …). È altresì definito il coinvolgimento delle scuole paritarie, e l'assunzione a carico dei Comuni del personale educativo-
assistenziale.

Richiamate:

  • DGR n.1/2010 “Percorso per l'accertamento di disabilità e certificazione per l'integrazione scolastica di minorenni in Emilia-Romagna”;
  • DGR n.1851/2012 “Modifiche e integrazioni alla DGR n.1/2010: percorso per l'accertamento di disabilità e certificazione per l'integrazione scolastica di minorenni in Emilia-Romagna”;
  • DGR n.1832/2013 “Rettifica Delibera di Giunta Regionale n.1851 del 2012”

Dato atto che con l'emanazione del Decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66 “Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107”, sono stati definiti nuovi assetti dell'inclusione scolastica e modificate in modo significativo le modalità di relazione attualmente in essere fra i diversi soggetti coinvolti, prevedendo inoltre che gli attuali accordi provinciali siano sostituiti da accordi regionali.

Considerato che in attesa della emanazione dei regolamenti previsti dal Decreto Legislativo 66/2017 articolo 4 e della predisposizione da parte del Servizio Sanitario delle nuove procedure di certificazione e documentazione per l'inclusione scolastica di cui al successivo articolo 5, il Collegio di Vigilanza previsto dall'Accordo Provinciale vigente, convocato in data 14 dicembre 2017 (Prot. n. 31247 del 11/12/2017), ha convenuto di prorogare la validità dell'Accordo medesimo, fermo restando il testo dello stesso nella sua forma attualmente vigente.

Ritenuto di fissare in due anni la proroga dell’Accordo in essere, fermo restando che verrà dato immediato avvio alle procedure per la definizione del nuovo Accordo non appena saranno emanati i regolamenti sucitati.

Richiamate:

  • L.R. 8 agosto 2001, n. 26 “Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita. Abrogazione della Legge Regionale 25 maggio 1999, n. 10”
  • L.R. 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”, - art. 51, lett. e)

Ritenuto, conformemente a quanto disposto all’art.51 lett. e) della sucitata L.R. 13/15, pertanto, opportuno procedere alla proroga di un ulteriore biennio dalla sua prossima scadenza del 19/12/2017 dell’Accordo Programma provinciale per l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap (art. 13 C.1 lett a) Legge 104/92 e relativi allegati nella sua forma attualmente vigente, così come pubblicato nel B.U.R. Emilia-Romagna n. 66 del 19/3/2013.

Dato atto che successivamente all’approvazione del presente provvedimento si provvederà:

  • ad acquisire dagli Enti sottoscrittori dell'Accordo vigente, la disponibilità a sottoscrivere lo schema di proroga del medesimo, che in allegato forma parte integrante del presente atto.
  • a pubblicare il presente atto di proroga nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna

Considerato che il presente atto non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell'ente.

Visto il parere favorevole espresso, ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 recante il “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” dalla Dirigente del Servizio “Polizia Provinciale, Ufficio di Presidenza, Istruzione e Formazione, Pari Opportunità” in ordine alla regolarità tecnica;

Sentito il Segretario Generale;

Vista la L. 7 aprile 2014, n. 56, recante “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”;

Visto il verbale dell’Ufficio Elettorale che ha provveduto alla proclamazione degli eletti a seguito delle consultazioni elettorali del 12 ottobre 2014;

Dato atto che con l’insediamento del Presidente avvenuto il 14 ottobre 2014 è iniziato il mandato amministrativo per il quadriennio 20142018;

Visto l’art. 1, comma 55 e 56, della L. 56/2014, che stabilisce i poteri e le prerogative del Presidente della Provincia;

dispone:

Per quanto indicato in narrativa:

1) di prorogare di un ulteriore biennio dalla sua prossima scadenza del 19/12/2017, quindi fino al 2019, l’Accordo di Programma provinciale per l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap (art. 13 C.1 lett a) Legge 104/92 comprensivo dei relativi Allegati, nella sua forma attualmente vigente così come pubblicato nel B.U.R. Emilia-Romagna n. 66 del 19/3/2013, secondo lo schema che è parte integrante del presente atto, su conforme parere dei componenti il Collegio di Vigilanza convocato con Nota Prot. n. 31247 del 14 dicembre 2017;

2) di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna ad avvenuta sottoscrizione dell’Accordo da parte dei Soggetti sottoscrittori dell’accordo approvato con atto di Giunta Provinciale n. 246 del 30/11/2012;

3) dare atto che il presente provvedimento è esecutivo all’atto della sua sottoscrizione.

Il Vice Presidente

Patrizia Calza

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it