E-R | BUR

n.430 del 27.12.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Aggiornamento metodologia fabbisogno di smaltimento rifiuti speciali in discarica

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamata la legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss. mm.;

Premesso che:

- con la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 67 del 3 maggio 2016 è stato approvato il Piano regionale di gestione dei rifiuti (PRGR);

- l’art. 8 delle Norme tecniche di Piano, al comma 2, lett. f), pone l’obiettivo di autosufficienza per lo smaltimento nell’ambito regionale dei rifiuti speciali non pericolosi in attuazione e nei termini indicati all’articolo 16 della Direttiva 2008/98/
CE;

- l’articolo 18 delle sopra citate norme di Piano, al comma 3, dispone che in attuazione della gerarchia comunitaria di gestione dei rifiuti, la valutazione di impatto ambientale di un progetto di apertura ovvero di ampliamento di una discarica per rifiuti speciali deve prioritariamente effettuare un’analisi puntuale circa la necessità di un fabbisogno di trattamento ulteriore rispetto a quello stimato dal Piano ai capitoli 9 e 12;

- in virtù della sopra citata disposizione l’ufficio regionale competente viene invitato ad esprimere, nell’ambito dei procedimenti di valutazione di impatto ambientale dei progetti di apertura e ampliamento delle discariche, per soli rifiuti speciali, attivati a seguito dell’approvazione del PRGR, un parere circa l’esistenza di un fabbisogno di smaltimento di tale tipologia di rifiuti ulteriore rispetto a quello stimato dal Piano;

- con la deliberazione di Giunta regionale n. 987 del 3 luglio 2017 è stata approvata la metodologia per la stima del fabbisogno massimo di smaltimento dei rifiuti speciali in discarica e la sua prima applicazione;

Dato atto che:

- il fabbisogno complessivo di smaltimento dei rifiuti speciali in discarica, evidenziato nella sopra citata delibera n. 987/2917, in prima applicazione della metodologia era stato calcolato sulla base dei quantitativi, della provenienza e della destinazione dei rifiuti speciali smaltiti in discarica nel triennio 2013 – 2015;

Considerato che:

- la puntuale attuazione dell’articolo 18, comma 3 delleNorme tecniche di Piano, anche al fine di garantire l’obiettivo posto dalle stesse all’art. 8, comma 2, lett. f), comporta la necessità di aggiornare il sopra menzionato fabbisogno di trattamento dei rifiuti speciali in discarica sulla base degli ultimi dati reali di produzione e gestione disponibili;

Ritenuto quindi di aggiornare, sulla base dei dati reali relativi al quinquennio 2013-2017 la stima del fabbisogno di trattamento dei rifiuti speciali nelle discariche regionali sino al 2020;

Preso atto dei dati forniti da ARPAE Emilia-Romagna (Direzione Tecnica), assunti agli atti con Prot. PG.2019.0848869 del 15 novembre 2019, al Servizio Giuridico dell'Ambiente, Rifiuti, Bonifica siti contaminati e Servizi pubblici ambientali della Regione Emilia-Romagna;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss. mm. ii.;

- il D.Lgs. 25 maggio 2016, n. 97 “Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”, in particolare il comma 1 dell'art. 42;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 122 del 28 gennaio 2019 avente per oggetto: “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2019–2021”;

- Richiamate le proprie deliberazioni n. 270 del 29 febbraio 2016, n. 622 del 28 aprile 2016, n. 1107 del 11 luglio 2016, n. 468 del 10 aprile 2017 e n. 1059 del 3 luglio 2018;

- Viste altresì le circolari del Capo di Gabinetto del presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della DGR n. 468/2017;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina: 

per le ragioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di approvare, l’aggiornamento della stima del fabbisogno complessivo di trattamento di rifiuti speciali nelle discariche regionali sino al 2020, riportato all’allegato 1) parte integrante della presente deliberazione, sulla base dei nuovi dati reali di produzione e gestione relativi al quinquennio 2013-
2017;
  2. di disporre che i pareri rilasciati in attuazione dell’articolo 18, comma 3 delle norme tecniche di Piano debbano essere rilasciati sulla base di quanto riportato alla Figura 3 dell’Allegato 1) parte integrante della presente deliberazione;
  3. di trasmettere la presente deliberazione all’Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente ed Energia dell’Emilia-Romagna (ARPAE);
  4. di pubblicare la presente deliberazione in versione integrale, sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

La Responsabile del Servizio

Cristina Govoni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it