E-R | BUR

n. 133 del 24.08.2011 Periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avvisi pubblici per l’assunzione tramite mobilità volontaria esterna di due posizioni della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa delle quali una rispettivamente presso l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” ed una presso l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria”. Approvazione testi avvisi e fac-simile domanda di partecipazione

IL DIRETTORE

Richiamati:

- il Titolo III, Capo I della L.R. del 26 novembre 2001, n.43 recante “Accesso all’impiego regionale”;

- il Regolamento Regionale del 19 dicembre 2002, n. 35 “Regolamento in materia di accesso agli organici regionali, attuazione dell’art. 15 della L.R. 43/01”;

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza n. 32 del 17 febbraio 2003, avente ad oggetto “Direttiva in materia di accesso agli organici regionali, attuazione dell’art. 15 della L.R. 43/01” e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n. 263 del 17/12/2008 che definisce le Aree settoriali omogenee della Dirigenza, assegna le posizioni istituite alle suddette aree e avvia il piano delle procedure selettive per l’area dirigenziale (PPS);

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n.264 del 17/12/2008 recante “Approvazione del Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale” con riferimento alla dotazione organica della dirigenza dell’Assemblea legislativa;

Rilevato che nel sopra citato piano di ripartizione dei posti della qualifica dirigenziale per Area settoriale omogenea dell’Assemblea legislativa, si prevede:

- per l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo”, la copertura di n. 1 posizione dirigenziale vacante nell’organico dell’Assemblea legislativa tramite procedura selettiva pubblica;

- per l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, tecnologie dell’informazione e gestione finanziaria”, la copertura di n. 1 posizione dirigenziale vacante nell’organico dell’Assemblea legislativa tramite procedura selettiva pubblica;

Visti:

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n. 43 del 9/2/2010 recante “Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale”;

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza n. 103 del 12/7/2011 recante “Parziale modifica delle proprie deliberazioni 43/10 ‘Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale’ e 47/09 ‘Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale. Determinazioni conseguenti e criteri per la mobilità interna del personale dirigenziale’, mediante la quale:

  • si pone in capo al Servizio Gestione e Sviluppo dell’Assemblea legislativa la gestione delle procedure concorsuali per la copertura delle posizioni dirigenziali vacanti nell’organico dell’Assemblea legislativa non ancora esperite, modificando così la propria precedente deliberazione 43/10 nella parte in cui si demandava la gestione di tali procedure selettive ai competenti uffici della Giunta regionale;
  • si modifica la propria precedente deliberazione 47/09 nella parte in cui, rispetto alla costituzione delle commissioni di concorso, si prevede che al punto 1.1 “Modalità di costituzione e individuazione dei membri” della deliberazione 32/03 (per come modificata e integrata con deliberazione 30/05), le parole “5 membri” siano sostituite da “3 membri”, tornando alla formulazione “5 membri”;

- la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n.112 del 26/7/2011 ad oggetto “Istituzione, denominazione e competenze delle strutture organizzative dell’Assemblea legislativa. IV fase di intervento, anno 2011”;

- la determinazione del Direttore generale n. 254 del 26/7/2011 ad oggetto “Conferimento incarichi dirigenziali di struttura”;

Ricordato l’art.34 bis del DLgs 165/01 che impone alle Amministrazioni che intendono bandire concorsi di comunicare preventivamente tale volontà ai soggetti di cui all’art. 34, commi 2 e 3, ai fini dell’eventuale assegnazione di dipendenti pubblici collocati in disponibilità, pena la nullità delle assunzioni derivanti dalla selezione;

Dato atto pertanto che, ai sensi dell’art.34 bis del DLgs 165/01 e dell’art. 6 della L.R. 4/03, è stata esperita, con le note prot. n. 0025779 e prot. n. 0025790 del 2/8/2011, e prot.n. 0025773, n. 0025793 del 2/8/2011, la procedura di verifica per la ricollocazione del personale in disponibilità rispettivamente presso la competente Direzione generale regionale Cultura, Formazione e Lavoro - Servizio Lavoro e presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica;

Inteso, nelle more dei due mesi previsti dal comma 4 dello stesso art.34 bis, procedere alla successiva fase regolata dal novellato art.30 comma 2 bis del DLgs 165/01 che dispone che le amministrazioni, prima di procedere all’espletamento di procedure concorsuali, devono attivare le procedure di mobilità di cui al comma 1;

Vista la Legge 27 ottobre 2009 n. 150 sulla riforma del lavoro pubblico ed in particolare il comma 1 dell’art.49 che ha modificato il primo comma dell’art.30 del DLgs 30 marzo 2001, n.165;

Visto il modificato art. 30 il quale stabilisce che «le amministrazioni devono in ogni caso rendere pubbliche le disponibilità dei posti in organico da ricoprire attraverso passaggio diretto di personale da altre amministrazioni, fissando preventivamente i criteri di scelta. Il trasferimento è disposto previo parere favorevole dei dirigenti responsabili dei servizi e degli uffici cui il personale è o sarà assegnato sulla base della professionalità in possesso del dipendente in relazione al posto ricoperto o da ricoprire»;

Valutata la necessità, quindi, di procedere all’esperimento della procedura di mobilità volontaria di due posizioni della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa delle quali una rispettivamente presso l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” ed una presso l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria”;

Visti gli schemi di avviso pubblico, allegati al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegati 1 e 2) corredati da fac-simile di domanda di partecipazione;

Dato atto che la costituzione dei rapporti di lavoro, nella qualifica in oggetto, resta subordinata alla verifica del rispetto delle limitazioni imposte dalla normativa vigente nel tempo in materia di assunzioni nel pubblico impiego;

Atteso che sono state svolte le procedure di informazione preventiva, previste in materia di relazioni sindacali;

Richiamata la deliberazione dell’Ufficio di Presidenza n. 173 del 24/7/2007 recante: “Parziali modifiche ed integrazioni agli indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali approvati con deliberazione 45/03”;

Attestata la regolarità amministrativa, ai sensi della su richiamata deliberazione dell’Ufficio di Presidenza n. 173 del 24/7/2007

determina:

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1. di provvedere, per le motivazione esposte in premessa ed ivi integralmente richiamate, all’approvazione degli avvisi pubblici esplorativi per l’assunzione, tramite mobilità volontaria esterna, di due posizioni della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa delle quali rispettivamente una presso l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” ed una presso l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria”;

2. di adottare gli schemi di avvisi pubblici allegati al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 1 e 2), corredati da fac-simile di domanda di partecipazione;

3. di stabilire, infine, che il presente atto sia pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sul sito Internet dell’Ente.

Il Direttore generale

Luigi Benedetti

ALLEGATO 1 

Avviso esplorativo di mobilità volontaria esterna per l’individuazione di una posizione della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa afferente all’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo”

Richiamato il Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale con riferimento alla dotazione organica della dirigenza dell’Assemblea legislativa approvato con deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n. 264 del 17/12/2008 e s.m.i;

Assunto che nel sopra citato Piano è prevista, tramite procedura selettiva pubblica, la copertura di due posizioni della qualifica unica dirigenziale nell’Organico del personale dell’Assemblea legislativa delle quali una rispettivamente presso l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” ed una presso l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria”;

Richiamate altresì le deliberazioni dell’Ufficio di Presidenza n. 43 del 9/2/2010 recante “Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale” n.103 del 12/7/2011 recante “Parziale modifica delle proprie deliberazioni 43/10 ‘Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale’ e 47/09 ‘Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale. Determinazioni conseguenti e criteri per la mobilità interna del personale dirigenziale’, n. n.112 del 26/07/2011 recante “Istituzione, denominazione e competenze delle strutture organizzative dell’Assemblea legislativa. IV fase di intervento, anno 2011” e la determinazione del Direttore generale n. 254 del 26/07/2011 recante “Conferimento incarichi dirigenziali di struttura”;

Visto l’art. 34 bis del DLgs 165/01 che impone alle Amministrazioni che intendono bandire concorsi di comunicare preventivamente tale volontà ai soggetti di cui all’art. 34, commi 2 e 3, ai fini dell’eventuale assegnazione di dipendenti pubblici collocati in disponibilità, pena la nullità delle assunzioni derivanti dalla selezione;

Preso atto che con le note prot. 0025779 del 2/8/2011 e prot.0025790 del 2/8/2011 sono state avviate le comunicazioni di cui all’art. 34 bis richiamato;

Inteso, nelle more, procedere alla successiva fase regolata dal novellato art.30 comma 2 bis DLgs 165/01 che dispone che le Amministrazioni, prima di procedere all’espletamento di procedure concorsuali, devono attivare le procedure di mobilità di cui al comma 1;

Ai sensi dell’art. 30 del DLgs 165/01 e sm.i.

rende noto

Che è indetta una procedura ricognitiva propedeutica all’assunzione di una posizione della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa a tempo pieno ed indeterminato da assegnare all’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” con sede in Bologna.

Requisiti di ammissione

I Dirigenti interessati con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1 co. 2 del DLgs 165/01 e s.m.i., con almeno cinque anni di anzianità di effettivo servizio in qualità di dirigente, in possesso del diploma di laurea del vecchio ordinamento in Giurisprudenza - o equipollente ai sensi di legge - e classi di laurea specialistica o lauree magistrali equiparate al sopra citato diploma di laurea del vecchio ordinamento secondo la tabella allegata al Decreto interministeriale 9 luglio 2009, possono inviare domanda di mobilità corredata di curriculum in formato europeo. E’ altresì richiesta l’assenza di procedimenti finalizzati all’accertamento della sussistenza di responsabilità dirigenziale o di responsabilità disciplinare, pendenti alla data di presentazione della domanda di trasferimento, o già conclusisi con l’adozione di provvedimenti che abbiano accertato la sussistenza della responsabilità contestata al dirigente.

I requisiti necessari all’ammissione e gli altri titoli dichiarati devono essere posseduti alla data fissata come termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione alla procedura in oggetto.

Presentazione delle domande:

La domanda di partecipazione alla presente procedura debitamente firmata dovrà pervenire secondo le seguenti modalità:

- spedita a mezzo di raccomandata A.R. (nel qual caso farà fede il timbro dell’Ufficio postale ricevente) al seguente indirizzo: Assemblea legislativa - Organizzazione, Bilancio e Attività Contrattuale - Viale A. Moro n. 68 - 40127 Bologna;

- consegnata a mano presso il Protocollo dell’Assemblea legislativa – Viale A. Moro n. 50 – 40127 Bologna – piano 5° - stanza 501. Orario ufficio: 9 - 14.30 dal lunedì al venerdì;

- al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: algestsvil@postacert.regione.emilia-romagna.it. In questo caso la domanda, il curriculum e tutte le dichiarazioni devono essere:

  1. sottoscritte con firma digitale, rilasciata da un certificatore accreditato (lista disponibile all’indirizzo: http://www.digitpa.gov.it/certificatori firma digitale) ovvero
  2. sotto forma di scansione di originali analogici firmati in ciascun foglio; all’invio deve essere inoltre la scansione di un documento di identità in corso di validità.

Scadenza di presentazione della domanda: 24 settembre 2011.

Qualora il termine di presentazione della domanda scada di sabato o in giorno festivo, la scadenza è prorogata di diritto al primo giorno non festivo.

Le domande presentate oppure spedite oltre il termine di scadenza e le domande spedite entro il termine ma non pervenute all’Amministrazione entro il 6 ottobre 2011 sono irricevibili.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del domicilio o del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o per fatti comunque imputabili a terzi, al caso fortuito o a forza maggiore.

La domanda, oltre alle esplicite dichiarazioni previste, deve altresì riportare, in allegato un curriculum di studio e professionale in formato europeo del candidato, debitamente sottoscritto, con la specificazione dei servizi prestati presso la pubblica Amministrazione nelle attività richieste e le posizioni di lavoro ricoperte, eventuali corsi di formazione e aggiornamento professionale, nonché tutte le informazioni che l’interessato ritenga utili specificare nel proprio interesse.

Le informazioni presenti nel curriculum devono essere complete di tutti gli elementi necessari per consentirne la valutazione, pena la non valutabilità. E’, quindi, onere del candidato verificare che le informazioni ivi contenute siano aggiornate entro la scadenza del presente avviso; non potranno essere accettate integrazioni successive alla scadenza dell’avviso.

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda e nell’allegato curriculum hanno valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione, ai sensi degli artt. 43 e 46 DPR 445/00, e di dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, ai sensi degli artt.47 e 38 del citato DPR In conformità alla vigente normativa, il candidato dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità valido.

L’Amministrazione si riserva di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati ai sensi dell’art. 71 DPR 445/00, anche successivamente all’eventuale immissione in servizio; nel caso in cui dagli accertamenti emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese, l’autore, a prescindere dai profili di carattere penale, perderà, in qualsiasi tempo, il beneficio acquisito in base alla dichiarazione non veritiera e l’Amministrazione si riserva di risolvere, senza preavviso, il contratto eventualmente già stipulato.

Le domande ed il curriculum-vitae sono ammessi solo se presentati secondo le modalità previste, utilizzando il modello allegato per la domanda ed il formato europeo per il curriculum.

Procedura valutativa

La Direzione generale dell’Assemblea legislativa, sulla base del curriculum professionale sottoposto in allegato alla domanda di mobilità, provvederà a selezionare le candidature ritenute maggiormente rispondenti alle esigenze organizzative e gestionali dell’Ente, mediante valutazione di titoli, verifica dei requisiti culturali e delle esperienze di servizio, accertamento delle attitudini e capacità personali e professionali più aderenti al profilo professionale da ricoprire.

Verrà pertanto valutata in capo al candidato la sussistenza delle seguenti caratteristiche:

- capacità professionale riscontrabile nel possesso di competenze manageriali e gestionali assimilate con la qualificata e pluriennale esperienza di lavoro in qualità di dirigente presso Amministrazioni pubbliche, preferibilmente presso Enti locali, con specifico riferimento ad esperienze maturate nella direzione di strutture dedicate alla gestione dei processi amministrativi e di supporto alla produzione normativa. Il possesso delle menzionate competenze manageriali e gestionali è altresì riconducibile alla consolidata competenza nella direzione, nel coordinamento e gestione di risorse (strumentali, umane, finanziarie) nella predisposizione di progetti, piani e programmi, nell’utilizzo di strumenti e tecniche di analisi, nell’individuazione di prospettive di valorizzazione delle attività affidati alle strutture dirette, nelle attività di monitoraggio e controllo sullo stato di avanzamento di progetti ed obiettivi assegnati alle unità organizzative affidate alla sua responsabilità;

- adeguata formazione culturale, desumibile anche dalla formazione post universitaria eventualmente accresciuta da docenze, pubblicazioni, e da ulteriori qualificate esperienze anche in realtà lavorative diverse dalla pubblica Amministrazione.

I candidati la cui esperienza risulterà maggiormente rispondente alle esigenze dell’Ente secondo i criteri di cui sopra, saranno invitati ad un colloquio di approfondimento finalizzato alla valutazione della professionalità acquisita e delle attitudini personali.

L’individuazione degli eventuali candidati sarà operata dal Direttore generale dell’Assemblea legislativa su proposta del Responsabile del Servizio Organizzazione, Bilancio e Attività contrattuale.

Il candidato selezionato quale vincitore sarà invitato a prendere servizio entro 120 giorni dalla comunicazione dell’esito della selezione. L’Assemblea legislativa regionale si riserva di non procedere all’assunzione decorsi inutilmente i 120 giorni di cui sopra.

La presente procedura non determina la redazione di alcuna graduatoria di merito comparativo.

La domanda di ammissione non fa sorgere a favore dei candidati alcun diritto all’assunzione presso l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna: pertanto l’Amministrazione si riserva, anche a seguito del colloquio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente avviso.

L’Amministrazione regionale garantisce piena e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso alla procedura di mobilità e per il trattamento sul lavoro in base alla normativa vigente in materia.

L’esito della presente procedura sarà pubblicato nel sito internet istituzionale dell’Assemblea legislativa regionale.

Per informazioni rivolgersi al Servizio Organizzazione, Bilancio e Attività Contrattuale - Area personale - dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 ai seguenti recapiti telefonici:

  • Antonella Cavallucci: 051/5277662
  • Patrizia Giovanetti 051/5277660 - In telelavoro nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì e contattabile allo 051/6871301.

Responsabile del procedimento: Gloria Guicciardi.

ALLEGATO 2

Avviso esplorativo di mobilità volontaria esterna per l’individuazione di una posizione della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa afferente all’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e gestione finanziaria”

Richiamato il Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale con riferimento alla dotazione organica della dirigenza dell’Assemblea legislativa approvato con deliberazione dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa n. 264 del 17/12/2008 e s.m.i;

Assunto che nel sopra citato Piano è prevista, tramite procedura selettiva pubblica, la copertura di due posizioni della qualifica unica dirigenziale nell’Organico del personale dell’Assemblea legislativa delle quali una rispettivamente presso l’Area settoriale omogenea “Supporto al processo legislativo ed amministrativo” ed una presso l’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria”;

Richiamate altresì le deliberazioni dell’Ufficio di Presidenza n. 43 del 9/2/2010 recante “Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale” n.103 del 12/7/2011 recante “Parziale modifica delle proprie deliberazioni 43/10 ‘Indirizzi per le procedure selettive pubbliche per l’accesso alla qualifica unica dirigenziale’ e 47/09 ‘Piano delle procedure selettive per l’accesso alla qualifica Dirigenziale. Determinazioni conseguenti e criteri per la mobilità interna del personale dirigenziale’, n. 112 del 26/7/2011 recante “Istituzione, denominazione e competenze delle strutture organizzative dell’Assemblea legislativa. IV fase di intervento, anno 2011” e la determinazione del Direttore generale n. 254 del 26/7/2011 recante “Conferimento incarichi dirigenziali di struttura”;

Visto l’art.34 bis del DLgs 165/01 che impone alle Amministrazioni che intendono bandire concorsi di comunicare preventivamente tale volontà ai soggetti di cui all’art. 34, commi 2 e 3, ai fini dell’eventuale assegnazione di dipendenti pubblici collocati in disponibilità, pena la nullità delle assunzioni derivanti dalla selezione;

Preso atto che con le note prot.0025773 del 2/8/2011 e prot.0025793 del 2/8/.2011 sono state avviate le comunicazioni di cui all’art. 34 bis richiamato;

Inteso, nelle more, procedere alla successiva fase regolata dal novellato art.30 comma 2 bis DLgs 165/01 che dispone che le Amministrazioni, prima di procedere all’espletamento di procedure concorsuali, devono attivare le procedure di mobilità di cui al comma 1;

Ai sensi dell’art.30 del DLgs 165/01 e sm.i.

;

rende noto

Che è indetta una procedura ricognitiva propedeutica all’assunzione di una posizione della qualifica unica dirigenziale nell’organico del personale dell’Assemblea legislativa a tempo pieno ed indeterminato da assegnare all’Area settoriale omogenea “Organizzazione, Tecnologie dell’informazione e Gestione finanziaria” con sede in Bologna.

Requisiti di ammissione

I Dirigenti interessati con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1 co. 2 del DLgs 165/01 e s.m.i., con almeno cinque anni di anzianità di effettivo servizio in qualità di dirigente, in possesso del diploma di laurea del vecchio ordinamento in Informatica, Ingegneria informatica o equipollenti ai sensi di legge e classi di laurea specialistica o lauree magistrali equiparati ai sopra citati diploma di laurea del vecchio ordinamento secondo la tabella allegata al Decreto interministeriale 9 luglio 2009, possono inviare domanda di mobilità corredata di curriculum in formato europeo. E’ altresì richiesta l’assenza di procedimenti finalizzati all’accertamento della sussistenza di responsabilità dirigenziale o di responsabilità disciplinare, pendenti alla data di presentazione della domanda di trasferimento, o già conclusisi con l’adozione di provvedimenti che abbiano accertato la sussistenza della responsabilità contestata al dirigente.

I requisiti necessari all’ammissione e gli altri titoli dichiarati devono essere posseduti alla data fissata come termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione alla procedura in oggetto.

Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione alla presente procedura debitamente firmata dovrà pervenire secondo le seguenti modalità:

- spedita a mezzo di raccomandata A.R. (nel qual caso farà fede il timbro dell’Ufficio postale ricevente) al seguente indirizzo: Assemblea legislativa - Organizzazione, Bilancio e Attività Contrattuale - Viale A. Moro n. 68 - 40127 Bologna;

- consegnata a mano presso il Protocollo dell’Assemblea legislativa – Viale A. Moro n. 50 – 40127 Bologna – piano 5° - stanza 501. Orario ufficio: 9 - 14.30 dal lunedì al venerdì

- al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: algestsvil@postacert.regione.emilia-romagna.it. In questo caso la domanda, il curriculum e tutte le dichiarazioni devono essere:

  1. sottoscritte con firma digitale, rilasciata da un certificatore accreditato (lista disponibile all’indirizzo: http://www.digitpa.gov.it/certificatori firma digitale) ovvero
  2. sotto forma di scansione di originali analogici firmati in ciascun foglio; all’invio deve essere inoltre la scansione di un documento di identità in corso di validità.

Scadenza di presentazione della domanda: 24 settembre 2011.

Qualora il termine di presentazione della domanda scada di sabato o in giorno festivo, la scadenza è prorogata di diritto al primo giorno non festivo.

Le domande presentate oppure spedite oltre il termine di scadenza e le domande spedite entro il termine ma non pervenute all’Amministrazione entro il 6 ottobre 2011 sono irricevibili.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del domicilio o del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o per fatti comunque imputabili a terzi, al caso fortuito o a forza maggiore.

La domanda, oltre alle esplicite dichiarazioni previste, deve altresì riportare, in allegato un curriculum di studio e professionale in formato europeo del candidato, debitamente sottoscritto, con la specificazione dei servizi prestati presso la pubblica Amministrazione nelle attività richieste e le posizioni di lavoro ricoperte, eventuali corsi di formazione e aggiornamento professionale, nonché tutte le informazioni che l’interessato ritenga utili specificare nel proprio interesse.

Le informazioni presenti nel curriculum devono essere complete di tutti gli elementi necessari per consentirne la valutazione, pena la non valutabilità. E’, quindi, onere del candidato verificare che le informazioni ivi contenute siano aggiornate entro la scadenza del presente avviso; non potranno essere accettate integrazioni successive alla scadenza dell’avviso.

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda e nell’allegato curriculum hanno valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione, ai sensi degli artt.43 e 46, DPR 445/00, e di dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, ai sensi degli artt. 47 e 38 del citato DPR In conformità alla vigente normativa, il candidato dovrà allegare alla domanda fotocopia di un documento di identità valido.

L’Amministrazione si riserva di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati ai sensi dell’art.71, DPR 445/00, anche successivamente all’eventuale immissione in servizio; nel caso in cui dagli accertamenti emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese, l’autore, a prescindere dai profili di carattere penale, perderà, in qualsiasi tempo, il beneficio acquisito in base alla dichiarazione non veritiera e l’Amministrazione si riserva di risolvere, senza preavviso, il contratto eventualmente già stipulato.

Le domande ed il curriculum-vitae sono ammessi solo se presentati secondo le modalità previste, utilizzando il modello allegato per la domanda ed il formato europeo per il curriculum.

Procedura valutativa

La Direzione generale dell’Assemblea legislativa, sulla base del curriculum professionale sottoposto in allegato alla domanda di mobilità, provvederà a selezionare le candidature ritenute maggiormente rispondenti alle esigenze organizzative e gestionali dell’Ente, mediante valutazione di titoli, verifica dei requisiti culturali e delle esperienze di servizio, accertamento delle attitudini e capacità personali e professionali più aderenti al profilo professionale da ricoprire.

Verrà pertanto valutata in capo al candidato la sussistenza delle seguenti caratteristiche:

- capacità professionale riscontrabile nel possesso di competenze manageriali e gestionali assimilate con la qualificata e pluriennale esperienza di lavoro in qualità di dirigente presso Amministrazioni pubbliche, preferibilmente presso Enti locali, con specifico riferimento ad esperienze maturate nella direzione di strutture dedicate alla gestione dei sistemi informativi complessi. Il possesso delle menzionate competenze manageriali e gestionali è altresì riconducibile alla consolidata competenza nella direzione, nel coordinamento e gestione di risorse (strumentali, umane, finanziarie) nella predisposizione di progetti, piani e programmi, nell’utilizzo di strumenti e tecniche di analisi, nell’individuazione di prospettive di valorizzazione delle attività affidati alle strutture dirette, nelle attività di monitoraggio e controllo sullo stato di avanzamento di progetti ed obiettivi assegnati alle unità organizzative affidate alla sua responsabilità;

- adeguata formazione culturale, desumibile anche dalla formazione post universitaria eventualmente accresciuta da docenze, pubblicazioni, e da ulteriori qualificate esperienze anche in realtà lavorative diverse dalla pubblica amministrazione.

I candidati la cui esperienza risulterà maggiormente rispondente alle esigenze dell’Ente secondo i criteri di cui sopra, saranno invitati ad un colloquio di approfondimento finalizzato alla valutazione della professionalità acquisita e delle attitudini personali.

L’individuazione degli eventuali candidati sarà operata dal Direttore generale dell’Assemblea legislativa su proposta del Responsabile del Servizio Organizzazione, Bilancio e Attività contrattuale.

Il candidato selezionato quale vincitore sarà invitato a prendere servizio entro 120 giorni dalla comunicazione dell’esito della selezione. L’Assemblea legislativa regionale si riserva di non procedere all’assunzione decorsi inutilmente i 120 giorni di cui sopra.

La presente procedura non determina la redazione di alcuna graduatoria di merito comparativo.

La domanda di ammissione non fa sorgere a favore dei candidati alcun diritto all’assunzione presso l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna: pertanto l’Amministrazione si riserva, anche a seguito del colloquio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente avviso.

L’Amministrazione regionale garantisce piena e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso alla procedura di mobilità e per il trattamento sul lavoro in base alla normativa vigente in materia.

L’esito della presente procedura sarà pubblicato nel sito internet istituzionale dell’Assemblea legislativa regionale.

Per informazioni rivolgersi al Servizio Organizzazione, Bilancio e Attività Contrattuale – Area personale – dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 ai seguenti recapiti telefonici:

- Antonella Cavallucci: 051/5277662

- Patrizia Giovanetti 051/5277660 - In telelavoro nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì e contattabile allo 051/6871301.

Responsabile del procedimento: Gloria Guicciardi.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it