E-R | BUR

n.45 del 24.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Piano di classifica per il riparto degli oneri consortili del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara – Approvazione definitiva

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Considerato che l’art. 4 comma 2 della Legge Regionale n. 7/2012 prevede che il Consorzio di Bonifica elabori, “sulla base di criteri ed indirizzi elaborati dalla Giunta regionale, un Piano di Classifica degli immobili, al fine di individuare i benefici derivanti dalla opere di bonifica e di stabilire gli indici e i parametri per la quantificazione dei medesimi”;

 Atteso che:

  • il Piano di classifica è lo strumento tecnico - amministrativo in applicazione del quale vengono ripartiti equamente, tra gli immobili ricadenti nel comprensorio consorziale (e di conseguenza tra i consorziati che ne sono i proprietari), gli oneri che il Consorzio sostiene nello svolgimento delle attività di bonifica e che la legge pone a carico di essi, in ragione del diverso grado di beneficio goduto da ciascuno per effetto stesso dell’attività di bonifica;
  • a tal fine il Piano, con riferimento alle attività di bonifica e alla loro rilevanza economica, descrive in quale misura ogni immobile si differenzia rispetto agli altri in funzione delle diverse condizioni tecniche ed economiche in cui si trova, rappresentandole attraverso la determinazione e la combinazione di idonei fattori e indici di beneficio, tecnici ed economici.

Considerato che la Giunta della Regione Emilia-Romagna, con DGR n. 385 del 24 marzo 2014, ha approvato le Linee Guida regionali per la redazione dei Piani di classifica dei nuovi Consorzi di Bonifica, così come previsto dalla Legge Regionale n. 7/2012;

Premesso che:

- con propria deliberazione n. 2 del 20/3/2015 ha approvato la proposta di nuovo “Piano di Classifica per il riparto degli oneri consortili del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara”;

- con propria deliberazione n. 3 del 20/3/2015 ha approvato il “Documento di Applicazione del Piano di Classifica del Comprensorio per il Riparto degli Oneri Consortili del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara” ed i relativi Allegati Tecnici.

Preso atto che, in base alle disposizioni regionali, l’iter procedurale seguito è stato la seguente:

30 marzo 2015 

Trasmissione al Direttore Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa di suddetta deliberazione n. 2/2015, come previsto all’Allegato A della deliberazione della Giunta Regionale n. 210 del 6/3/2015, con richiesta della emanazione della determinazione che regola le fasi di deposito, pubblicazione e termini per eventuali opposizioni o osservazioni (prot. Cons. n. 4888 del 30/3/2015)

30 aprile 2015

Notifica al Consorzio della Determinazione della Regione (n. 4715 del 17/4/2015), relativa alle fasi di deposito del Piano di Classifica, pubblicazione e termini per eventuali opposizioni o osservazioni.

4 maggio 2105

Richiesta ai Comuni di pubblicazione immediata all’Albo Pretorio dei Comuni del Comprensorio consortile dell’avviso di deposito del Piano, fino al 9 giugno 2015 (prot. cons. n. 6919 del 4/5/2015)

16 maggio 2015

Pubblicazione di un avviso relativo al deposito del Piano (e dei termini per presentare eventuali opposizioni o osservazioni) su due quotidiani a diffusione locale (Resto del Carlino e Nuova Ferrara) e sul sito web del Consorzio ( www.bonificaferrara.it)

19 maggio 2015

Richiesta alla Regione di pubblicazione sul sito della Regione di tutti i documenti relativi al nuovo Piano di classifica (prot. cons. n. 7731 del 1975/2015)

20 maggio 2015

Pubblicazione nel BUR Regione Emilia-Romagna n. 113 del 20/5/2015 - Parte Seconda della deliberazione del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara n. 2 del 20/3/2015 di approvazione della proposta di Piano.

dal 21 maggio al 9 giugno 2015

20 gg di deposito presso la sede della Direzione Regionale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa e della Direzione Regionale Agricoltura di copia della deliberazione del Consiglio di Amministrazione, del Piano di Classifica con i relativi allegati tecnici e la cartografia del comprensorio scala 1:25.000 (richieste di deposito effettuate rispettivamente con prot. cons. n. 7134 e n. 7135 del 11/5/2015);

24 luglio 2015

Scadenza del termine (45 gg. dall’ultimo giorno di deposito) per la presentazione di eventuali opposizioni od osservazioni al nuovo Piano di Classifica

Atteso che, entro il suddetto termine del 24 luglio u.s., sono pervenute n. 6 osservazioni e che non riguardano in nessun caso le impostazioni, i principi e i metodi indicati dal Piano di Classifica, bensì attengono più direttamente ad aspetti relativi al Documento di Applicazione.

Vista la propria deliberazione n. 5 del 4/8/2015, con la quale si è stabilito:

  • Di dare atto che nel termine del 24 luglio 2015 sono pervenute al Consorzio n. 6 osservazioni che non riguardano le impostazioni, i principi e i metodi indicati dal Piano di Classifica, ma che attengono più direttamente ad aspetti relativi al Documento di Applicazione;
  • Di riapprovare la proposta di nuovo Piano di Classifica, in ottemperanza a quanto previsto nell’Allegato A) della Determinazione della Regione n. 4715 del 17/4/2015

conto che in data 28 dicembre 2015 la Giunta Regionale, con delibera n. 2234/2015, ha espresso parere di conformità, ai sensi dell’art. 4 comma 2 della L.R. 7/2012, sulla proposta di Piano di Classifica del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara;

Preso atto che la Giunta regionale, con suddetta delibera, ha stabilito che “qualora si determino degli scostamenti significativi nelle posizioni contributive rispetto a quelle determinate con i Piani precedenti, si debba applicare nella riscossione un meccanismo di gradualità e perequazione in modo da mitigare l’impatto dei nuovi Piani e accompagnare la progressiva messa a regime sotto il profilo del contributo intervenendo sulle seguenti posizioni contributive:

  • Per i comprensori di Pianura per aumenti maggiori di € 100 e maggiori del 20% rispetto ai Piani precedenti.

Il tempo congruo per il completamento del processo di gradualità e perequazione è costituto da 5 annualità, durante le quali la fissazione del contributo si avvicinerà progressivamente al contributo determinato dal nuovo Piano di Classifica.

Il meccanismo di gradualità riguarda sia gli scostamenti in aumento che quelli in diminuzione, in modo che vi sia una compensazione che si ponga a garanzia del mantenimento delle risorse indispensabili allo svolgimento delle funzioni e allo stesso modo vada progressivamente ad annullarsi nel lasso temporaneo previsto per la messa a regime anche dell’aspetto contributivo dei nuovi Piani di Classifica.”

Visto l’art. 4 comma 2 della L.R. 7/2012 che stabilisce l’obbligo per il Consorzio di approvare il piano in questione, previo parere di conformità della Giunta Regionale rispetto ai criteri ed indirizzi emanati;

Ritenuto quindi di approvare in via definitiva il Piano di Classifica per il riparto degli oneri consortili del Consorzio di Bonifica Pianura;

Visto lo Statuto;

All’unanimità;

delibera:

1. Di approvare in via definitiva il Piano di Classifica per il riparto degli oneri consortili del Consorzio di Bonifica Pianura, ai sensi dell’art. 4 comma 2 della L.R. 7/2012, che viene allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante e sostanziale.

2. Di trasmettere copia della presente deliberazione al Direttore Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it