E-R | BUR

n.230 del 25.07.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Legge Regionale 27 giugno 2014 n.7 "Legge comunitaria regionale per il 2014" - Titolo IV "Modifiche alla L.R. 31 marzo 2003, n.7" - Indicazioni applicative in tema di semplificazione degli adempimenti amministrativi relativi alle agenzie di viaggio e turismo

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Richiamati:

  • la legge regionale n. 7 del 31 marzo 2003 recante:“Disciplina delle attività di produzione, organizzazione e vendita viaggi, soggiorni e servizi turistici. Abrogazione della legge regionale 26 luglio 1997, n.23 (Disciplina delle attività delle agenzie di viaggio e turismo)” e, in particolare, l’art.4(Competenze della Provincia)che espressamente prevede in capo alla Provincia territorialmente competente l’esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo e l’applicazione delle sanzioni amministrative sulle agenzie di viaggio e turismo;
  • il Decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 avente ad oggetto: “Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, a norma dell’articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, nonché attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, contratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine, contratti di rivendita e di scambio” (G.U. n.129 del 6 giugno 2011);
  • la Legge Regionale n. 4 del 2010 recante: “Norme per l’attuazione della Direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno e altre norme per l’adeguamento all’ordinamento comunitario - legge comunitaria regionale per il 2010”, che si iscrive nel medesimo solco tracciato dal legislatore statale con l’art. 38 del D.L. 112/2008, convertito con legge 133/2008, in particolare laddove, all’art. 2, comma 2, della medesima legge regionale, si precisa che lo Sportello Unico per le Attività Produttive costituisce il punto unico di accesso in relazione a tutte le vicende amministrative concernenti l’insediamento e l’esercizio di attività produttive di beni e servizi di cui alla direttiva 2006/123/CE;
  • il DPR 7 settembre 2010, n. 160 recante il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico delle attività produttive;
  • il D.Lgs 7 marzo 2005, n. 28 recante “Codice dell’amministrazione digitale”, con particolare riferimento all’art. 5 bis relativo alla comunicazione tra imprese e pubbliche amministrazioni e art. 10 relativo allo Sportello Unico per le Attività Produttive; Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e succ. modif. Visto il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 avente ad oggetto: “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;
  • Richiamate le proprie deliberazioni:
  • n. 1621 del 11/11/2013 avente ad oggetto: “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 33/2013;
  • n. 68 del 27/1/2014 avente ad oggetto: “Approvazione del programma triennale per la trasparenza e l’integrità 2014-2016”;

Richiamata inoltre la propria deliberazione 24 ottobre 2011, n. 1535 avente ad oggetto “Prime indicazioni applicative in tema di semplificazione degli adempimenti amministrativi relativi alle agenzie di viaggio e turismo” che, in attuazione dell'art. 21 del D.Lgs 23 maggio 2011, n. 79 “Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo” aveva introdotto una prima previsione di utilizzo dell'istituto della SCIA in ordine all'esercizio dell'attività di agenzia di viaggio e turismo; Preso atto che:

  • con Sentenza del 5 aprile 2012, n. 80 la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo il citato art. 21 del D.Lgs 79/2011;
  • la Legge regionale 27 giugno 2014, n. 7 avente ad oggetto “Legge Comunitaria regionale per il 2014”, che ha tra l'altro adeguato l'assetto legislativo regionale ai principi della semplificazione amministrativa, al Titolo IV “Modifiche alla legge regionale 31 marzo 2003, n 7”, ha previsto:
  • - all'art. 25, che ha sostituito integralmente l'art. 5 della L.R. 7/2003, la presentazione della segnalazione certificata inizio attività (SCIA) per l'esercizio dell'attività di agenzia di viaggio e turismo;
  • - all'art. 26, che ha sostituito integralmente l'art. 6 della L.R. 7/2003, la presentazione della comunicazione per l'apertura di sede secondaria o filiale di agenzia di viaggio e turismo;

Ritenuto quindi, sulla base di tutto quanto sopra richiamato ed in particolare delle disposizioni di cui alla L.R. 7/2003 così come modificata dalla L.R. 7/2014, in sostituzione di quanto previsto dalla citata propria deliberazione n. 1535/2011, di poter procedere all'approvazione dell'Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente atto, contenente la modulistica relativa a:

  • Richiesta di prenotazione della denominazione di agenzia di viaggio e turismo
  • Segnalazione certificata inizio attività (SCIA) apertura di nuova agenzia di viaggio e turismo
  • Segnalazione certificata inizio attività (SCIA) modifica di uno o più elementi di agenzia di viaggio e turismo
  • Comunicazione di apertura di sede secondaria o filiale di agenzia di viaggio e turismo;

Dato atto che il presente provvedimento non è soggetto all’adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33/2013;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1222 del 4 agosto 2011;
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod.;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore al Turismo.Commercio; 

A voti unanimi e palesi

delibera

Per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1. di approvare i seguenti allegati, parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, contenenti la modulistica relativa alle indicazioni applicative in tema di semplificazione degli adempimenti amministrativi relativi alle agenzie di viaggio e turismo:

Allegato 1 ) Richiesta di prenotazione della denominazione di agenzia di viaggio e turismo - Modulo 1;

Allegato 2 ) Segnalazione certificata inizio attività (SCIA) apertura di nuova agenzia di viaggio e turismo - Modulo 2;

Allegato 3) Segnalazione certificata inizio attività (SCIA) modifica di uno o più elementi di agenzia di viaggio e turismo - Modulo 3;

Allegato 4 ) Comunicazione di apertura di sede secondaria o filiale di agenzia di viaggio e turismo - Modulo 4;

Allegato 5 ) Comunicazione avvio ulteriori attività accessorie - Modulo 5;

Allegato 6 ) Dichiarazione del Direttore tecnico - Modulo 6;

Allegato 7 ) Requisiti soggettivi-onorabilità - Modulo 7;

2. di prendere atto che, ai sensi delle vigenti normative, la trasmissione dei moduli compilati è ammessa esclusivamente in modalità telematica al Suap competente attraverso la piattaforma di Suap online; la trasmissione della modulistica via PEC è consentita solo nei casi di malfunzionamento della piattaforma di Suap online;

3. di dare atto che il dirigente regionale competente provvederà con propri atti formali ad approvare eventuali successive modifiche della modulistica di cui al precedente punto 1);

4. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it