E-R | BUR

n.45 del 24.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decreto del Dirigente dell’Ufficio per le Espropriazioni e Responsabile Unico del Procedimento di Romagna Acque Società delle Fonti SpA n. 1 del 29 gennaio 2016 Procedura di acquisizione sanante, ex art. 42 bis d.P.R. 327/2001, di una servitù di acquedotto per una condotta facente parte del quarto lotto sub lotto 4 dell’ Acquedotto della Romagna su terreni in Cesena (FC) di proprietá della ditta CO.P.R.A. Soc. Coop. a.r.l. con sede in Cesena (FC) Via Cavecchia, n. 75, (C.F. e P.IVA 017856900403)

Si rende noto che il Dirigente dell’Ufficio per le Espropriazioni e Responsabile Unico del Procedimento per Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. con provvedimento n. 1 del 29 gennaio 2016 ha disposto l’acquisizione al patrimonio della Società Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. con Sede legale in Forlì (FC), Piazza del Lavoro n. 35, P.I. 00337870406, ai sensi e per gli effetti dell’art. 42 bis del D.P.R. 327/01 di una servitú di acquedotto sulle seguenti aree tutte in Comune di Cesena (FC) censite al Catasto Terreni Sez. A Foglio 201 Particelle 41, 47, 48, 133, 164, 223, e la Catasto Fabbricati, Foglio 201 Particella 1, di proprietà di:

  • CO.P.R.A. Soc. Coop. a.r.l. con sede in Cesena (FC) Via Cavecchia, n. 75, (C.F. e P.IVA 01785690403).

L’atto comporta la costituzione della servitù permanente pubblica di acquedotto a favore di Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. sotto la condizione sospensiva del deposito delle somme dovute ai sensi dell’art. 42 bis del D.P.R. 327/2001.

L’atto ai sensi dello stesso art. 42 bis del D.P.R. 327/2001 determina l'indennizzo dovuto alla ditta CO.PR.A. Soc. Coop. Agricola, con sede in Cesena (FC) Via Cavecchia, n. 75, (C.F. e P.IVA 017856900403), nelle seguenti somme:

  • indennizzo per il pregiudizio patrimoniale Euro 17.421,75;
  • per il pregiudizio non patrimoniale Euro 1.742,18;

Sommano Euro 19.163,93;

  • risarcimento per il periodo di occupazione senza titolo Euro 62.309,78

per un totale complessivo pari a Euro 81.473,71

L’atto prevede che entro 30 giorni dalla data della sua emanazione verrà disposto il deposito, ai sensi art. 42 bis del D.P.R. 327/2001, della somma di € 81.473,71.

Il provvedimento verrà:

  • notificato ai proprietari aventi diritto nelle forme degli atti processuali civili;
  • registrato e trascritto a cura e spese della Società Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A.;
  • trasmesso in copia integrale alla competente Sezione della corte dei Conti;
  • pubblicato sul sito Internet della Romagna Acque Societá delle Fonti S.p.A. www.romagnacque.it, sezione “Società trasparente”.
  • il decreto non necessita di esecuzione in quanto adottato ai sensi dell’art. 42 bis del D.P.R. 327/2001.

Avverso il provvedimento può essere proposto ricorso al TAR competente entro 60 giorni dal ricevimento.

Responsabile del procedimento è l’Ing. Guido Govi, Dirigente dell’Ufficio per le Espropriazioni per la società Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A.

Piazzale del Lavoro, 35 - 47122 Forlì (FC) - tel. ++39-0543 38411 - fax ++39-0543 38400 e mail mail@romagnacque.it – pec mail@pec.romagnacque.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it