E-R | BUR

n.63 del 09.03.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (CE) 1234/2007 e delibera assembleare n. 133/2013 concernente miglioramento produzione e commercializzazione prodotti apicoltura. D.G.R. n. 1154/2015 annualità 2015/2016. Differimento termine approvazione graduatoria dei beneficiari

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

  • il Regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 22 ottobre 2007 e successive modifiche ed integrazioni recante organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM), con il quale sono state fissate alcune disposizioni relative al settore dell’apicoltura (Sezione VI, articoli da 105 a 110);
  • il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante organizzazione comune dei mercati agricoli - che peraltro prevede aiuti al settore dell'apicoltura alla Sezione 5, articoli da 55 a 57 e mantiene inalterate le regole generali di applicazione delle azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura - e abroga, a far data dal 1° gennaio 2014, il Regolamento (CE) n. 1234/2007;

Considerato che il suddetto Regolamento (UE) n. 1308/2013, tra le disposizioni transitorie di cui all'articolo 231, stabilisce che i programmi pluriennali adottati anteriormente al 1° gennaio 2014 continuino ad essere disciplinati dalle pertinenti disposizioni del Regolamento (CE) n. 1234/2007 anche successivamente all'entrata in vigore del medesimo Regolamento (UE) n. 1308/2013 e fino alla loro scadenza;

Dato atto:

  • che con deliberazione n. 133 del 16 luglio 2013 l’Assemblea legislativa ha approvato - anche ai fini dell’accesso ai finanziamenti previsti dal Regolamento (CE) n. 1234/2007 - il Programma regionale triennale in materia di apicoltura per gli anni 2014-2016, proposto con deliberazione della Giunta regionale n. 751 del 10 giugno 2013;
  • che con Decisione di Esecuzione C(2013) 5126 del 12 agosto 2013 la Commissione europea ha approvato il Programma nazionale in questione per il triennio 2014-2016, definendo contestualmente l'entità della contribuzione finanziaria comunitaria a favore dell’Italia per ciascuna annualità;

Preso atto che la predetta deliberazione n. 751/2013 aveva tra l’altro demandato alla Giunta l'approvazione degli stralci relativi alle annualità 2014/2015 e 2015/2016;

Dato atto inoltre che con deliberazioni di Giunta regionale n. 1676 del 18 novembre 2013 e n. 1235 del 23 luglio 2014 si è data attuazione, rispettivamente, alla prima e seconda annualità del Programma regionale triennale 2014-2016;

Vista la propria deliberazione n. 1154 del 3 agosto 2015 con la quale si è data attuazione alla terza ed ultima annualità del Programma regionale triennale 2014-2016 (stralcio 2015-2016) e sono state stabilite tra l'altro, nella forma di avviso pubblico, le modalità e le indicazioni operative per la presentazione delle domande di aiuto, le modalità di istruttoria di ammissibilità e concessione dei contributi;

Richiamate altresì:

  • la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura;
  • la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” con la quale è stato rivisto l’assetto complessivo dell’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura riaccentrando in Regione le competenze di che trattasi;

Viste:

  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2185 del 21 dicembre 2015 con la quale si è provveduto, tra l'altro, ad istituire dal 1° gennaio 2016, presso la Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie, i Servizi Territoriali agricoltura, caccia e pesca per ciascun ambito provinciale a fronte delle nuove funzioni di competenza regionale definite dagli artt. 36-43 della citata L.R. n. 13/2015;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2230 del 28 dicembre 2015 con la quale, tra l'altro, è stata fissata al 1° gennaio 2016 la decorrenza delle funzioni amministrative oggetto di riordino ai sensi dell'art. 68 della predetta L.R. n. 13/2005 tra le quali quelle relative al settore “Agricoltura, protezione della fauna selvatica, esercizio dell'attività venatoria, tutela della fauna ittica ed esercizio della pesca nelle acque interne, pesca marittima e maricoltura”;

Atteso che il citato avviso pubblico di cui alla propria deliberazione n. 1154/2015 individua al punto 3. “Modalità di istruttoria di ammissibilità e concessione dei contributi” il 12 febbraio 2016 quale termine per l'approvazione della graduatoria unica regionale dei beneficiari, da redigersi mediante apposito atto del Responsabile del Servizio Sviluppo dell'economia ittica e delle produzioni animali della Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie;

Dato atto che la fase preliminare di istruttoria e di verifica dei requisiti di ammissibilità dei beneficiari è transitata, dal 1° gennaio 2016 – in ossequio a quanto previsto dalla sopracitata deliberazione n. 2230/2015 - ai Servizi Territoriali regionali Agricoltura, caccia e pesca;

Atteso che, nella suddetta fase preliminare di istruttoria, è emersa, per alcune domande di aiuto, la necessità di procedere ad ulteriori approfondimenti utili alla verifica di alcuni requisiti di ammissibilità stabiliti nel citato avviso pubblico di cui alla deliberazione n. 1154/2015 che ha determinato, pertanto, un allungamento delle attività propedeutiche all’elaborazione del provvedimento di approvazione della graduatoria unica regionale;

Ritenuto opportuno, in ragione delle motivazioni sopra rappresentate, differire al 16 marzo 2016 il termine di approvazione della graduatoria unica regionale dei beneficiari degli aiuti previsti per l'annualità stralcio 2015/2016 del Programma regionale 2014-2016 concernente azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura in applicazione del Regolamento (CE) n. 1234/2007 e successive modifiche ed integrazioni;

Dato atto che restano invariate, rispetto alla nuova scadenza del 16 marzo 2016, tutte le altre scadenze e i termini procedimentali definiti con la citata deliberazione n. 1154/2015;

Richiamati inoltre:

  • il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 66 del 25 gennaio 2016 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018.”;

Viste:

  • la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, quarto comma;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento ed aggiornamento della delibera 450/07" e successive modifiche;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca, Simona Caselli;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di richiamare le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;
  2. di disporre il differimento del termine del 12 febbraio 2016 indicato al Punto 3. “Modalità di istruttoria di ammissibilità e concessione dei contributi” dell'avviso pubblico di cui alla deliberazione n. 1154/2015 quale termine per l'approvazione della graduatoria unica regionale dei beneficiari degli aiuti previsti per la terza ed ultima annualità del Programma regionale triennale 2014-2016 (stralcio 2015-2016) concernente azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura in applicazione del Regolamento (CE) n. 1234/2007, fissando la nuova scadenza al 16 marzo 2016;
  3. di dare atto che resta confermato quant'altro stabilito con la citata deliberazione n. 1154/2015;
  4. di dare atto altresì che, secondo quanto previsto dal Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione della Giunta regionale n. 66/2016, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;
  5. di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Sviluppo dell'economia ittica e delle produzioni animali provvederà a darne la più ampia diffusione anche tramite il sito internet E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it