E-R | BUR

n.234 del 27.07.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di Verifica (Screening) per la "modifica all'attività di lavorazioni meccaniche e trattamenti superficiali di nichelatura/cromatura con vasche destinate al trattamento con volume superiore a 30 mc" sito in comune di Galliera (BO) Via Cirillo Bassi, 5. Proponente: TRE P a socio unico (Titolo II della L.R. 9/99)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) di escludere le modifiche impiantistiche proposte dalla Ditta TRE P a Socio Unico, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, in considerazione del limitato rilievo degli interventi e dei miglioramenti ambientali previsti dal progetto, per l'ampliamento e le modifiche dell'impianto in Comune di Galliera, in via Cirillo Bassi, 5, dalla ulteriore procedura di V.I.A. con le seguenti prescrizioni:

  1. dovranno essere allegati alla domanda di AIA gli esiti della verifica di sussistenza dell’obbligo di presentazione della relazione di riferimento (solo nel caso in cui tale verifica abbia escluso la necessità di presentare la relazione di riferimento) di cui al D.M. 272/14;
  2. le acque di lavaggio provenienti dal trattamento superficiale e le acque meteoriche di dilavamento piazzale saranno convogliate in pubblica fognatura, rispettivamente, nei punti di scarico S.2 e S.1; a protezione del recettore suddetto, si ritiene necessaria l’installazione di una valvola di sicurezza su ciascun punto di scarico, atta a bloccare lo scarico in caso di anomalia o condizioni di emergenza (ad es. sversamenti accidentali);
  3. nella redazione del progetto esecutivo e/o prima della esecuzione dei lavori si dovranno adottare le seguenti azioni:
    • redazione del DUVRI per la valutazione del rischio di interferenza dell'attività dello stabilimento in essere e i cantieri per i lavori di ampliamento;
    • redazione del Piano di sicurezza e coordinamento;
    • nomina del Responsabile dei lavori;
    • nomina del coordinatore della sicurezza in fase di progettazione, esecuzione;
    • trasmissione agli enti competenti della notifica preliminare;
    • verifiche dell'idoneità tecnico-professionale delle imprese esecutrici, con riferimento anche alle imprese che effettuano lavorazioni in ambienti confinati o sospetti di inquinamento;
    • controllo dell'attività del Coordinatore da parte del Responsabile lavori;
  4. nella fase di esercizio dello stabilimento devono essere adottate le seguenti azioni per la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori:
    • aggiornamento del Documento di valutazione dei rischi;
    • aggiornamento, informazione, formazione ed addestramento dei lavoratori, dei dirigenti e dei preposti;
    • aggiornamento del piano di emergenza;

redazione del DUVRI per la gestione delle eventuali interferenze con ditte esterne con particolare attenzione per quelle che svolgono attività in ambienti confinati o sospetti di inquinamento;

b) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500,00 ai sensi dell’articolo 28 della legge regionale 18/5/1999, n. 9 e successive modificazioni e della deliberazione della Giunta Regionale 15/7/2002, n. 1238, importo correttamente versato alla Città Metropolitana di Bologna all'avvio del procedimento;

c) di trasmettere la presente deliberazione alla ditta Proponente TRE P a Socio Unico, ad ARPAE - SAC e ARPAE - Sezione Territoriale di Bologna, al Comune di Galliera, all’AUSL di Bologna;

d) di pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell'art. 10, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, il presente partito di deliberazione;

e) di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 20, comma 7 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal D.Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, il presente atto.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it