E-R | BUR

n.185 del 29.07.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

DGR n. 1348/2014 e s.m. - Secondo provvedimento di concessione cofinanziamenti a progetti di promocommercializzazione turistica collegati a EXPO 2015 - Impegno di spesa

 IL RESPONSABILE

Viste:

  • la Legge regionale n. 7 del 4/3/1998 e s.m., e in particolare l'art. 5 laddove individua, tra gli obiettivi degli interventi regionali, il sostegno alle iniziative di promocommercializzazione turistica realizzate dalle aggregazioni di imprese aderenti alle Unioni di prodotto;
  • la L.R. 28/2013 in particolare l'art. 8 “Partecipazione all'Esposizione Universale di Milano (EXPO 2015);

Richiamate le seguenti deliberazioni di Giunta regionale:

  • n. 1348 del 23 luglio 2014 avente ad oggetto: “L.R. 7/98 e s.m. - L.R. 28/2014 - Bando per la concessione di cofinanziamenti a progetti di promo commercializzazione turistica collegati a Expo 2015”;
  • n. 1483 del 2014 avente ad oggetto “DGR n. 1348/2014 - Bando promocommercializzazione turistica collegato a Expo 2015 - Integrazione requisiti”;

Richiamate le proprie determinazioni:

  • n. 17981 del 4/12/2014 avente ad oggetto: “DGR n. 1348/2014 e s.m. - Primo provvedimento di concessione cofinanziamenti a progetti di promocommercializzazione turistica collegati a Expo 2015 - Impegno di spesa”, con la quale si è provveduto ad impegnare la somma globale di Euro 210.210,00 per cofinanziare n. 5 progetti di cui all'Allegato 1) della medesima;
  • n. 2168 del 27/2/2015 avente ad oggetto: “DGR n. 1348/2014 e s.m. - Approvazione graduatoria dei progetti di promocommercializzazione turistica collegati a Expo 2015 presentati dal 31/10/2014 al 31/12/2014”, con la quale si è provveduto, tra l'altro, ad approvare l'elenco dei progetti pervenuti nel sopracitato periodo ed ammissibili a cofinanziamento regionale;

Richiamato l'art. 12 del bando di cui all’Allegato A)della citata deliberazione n. 1348/2014 e s.m., laddove stabilisce che il dirigente responsabile del Servizio Commercio, Turismo e qualità aree turistiche, sulla base delle risultanze dell’istruttoria amministrativa e della valutazione tecnica, provvede a concedere, con propria determinazione, il cofinanziamento agli aventi diritto fino ad esaurimento delle risorse disponibili;

Visti:

  • il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;
  • la L.R. 30 aprile 2015, n. 3 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale di previsione 2015 e del bilancio pluriennale 2015-2017 (Legge finanziaria 2015)“;
  • la L.R. 30 aprile 2015, n. 4 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2015 e bilancio pluriennale 2015-2017”;

Considerato che lo stanziamento sul Capitolo 25621 “Contributi alle aggregazioni di imprese per iniziative di promocommercializzazione e commercializzazione turistica anche in forma di comarketing (D.Lgs. 112/98; artt. 5, 7, comma 2, lett. c) e 13 comma 5, L.R. 4 marzo 1998, n. 7; art. 8, comma 4, L.R. 20 dicembre 2013, n. 28) - Mezzi Statali” (U.P.B. 1.3.3.2.9115) per l'anno 2015 ammonta, come risulta dai sopra richiamati provvedimenti di legge regionale, ad Euro 289.790,00;

Ritenuto:

  • in considerazione delle suddette disponibilità del bilancio regionale, delle valutazioni sopra espresse ed in attuazione di quanto previsto dalla più volte citata deliberazione di Giunta regionale n. 1348/2014 e s.m., di cofinanziare, con il presente provvedimento, i progetti elencati nell’Allegato 1) al presente atto che ne forma parte integrante e sostanziale, per un onere finanziario complessivo di Euro 289.790,00, fatti salvi gli eventuali adeguamenti conseguenti all'applicazione della normativa vigente in materia di aiuti di Stato, così come previsto dall’Art. 15 di cui all’Allegato A) della medesima DGR 1348/2014 e s.m.;

Rilevato che:

  • al progetto n. 21, prot. 514257, presentato da Terre Emiliane srl mandataria di ATI Via Emilia The Italian Food Route, di importo pari a Euro 98.800,00, inserito nella fascia di valutazione “Alto”, può essere concesso un cofinanziamento pari al 50% dell'importo ammesso;
  • il cofinanziamento concesso col presente atto al sopracitato progetto non raggiunge la percentuale massima assegnabile del 50%, pari a Euro 49.400,00, in quanto con lo stanziamento previsto dal Bilancio di previsione 2015 sul Capitolo 25621, pari a Euro 289.790,00, è possibile garantire il cofinanziamento spettante a tutti i progetti di cui all'Allegato 1) del presente atto, ad esclusione dell'ultimo e sopracitato progetto in graduatoria, al quale si concede la quota residua del budget disponibile pari a Euro 15.390,00;
  • le economie che si potranno verificare per rinunce, revoche o utilizzo di minori importi nella realizzazione dei progetti potranno essere utilizzate, nel rispetto della deliberazione di Giunta regionale n. 1348/2014 e s.m., e della normativa contabile vigente, per concedere ulteriori risorse al più volte citato progetto n. 21, prot. 514257, presentato da Terre Emiliane srl mandataria di ATI Via Emilia The Italian Food Route, fino all'ammontare aggiuntivo massimo di Euro 34.010,00, quota che sommata alla concessione di Euro 15.390,00 effettuata col presente atto, permetterebbe di assegnare al beneficiario il cofinanziamento massimo attribuibile e pari a Euro 49.400,00;

Visti:

  • il D.Lgs n. 159/2011 avente ad oggetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13/08/2010, n. 136” ed in particolare l’art. 83, comma 3, lettera e), il quale stabilisce che la documentazione antimafia non è richiesta per i provvedimenti, gli atti, i contratti e le erogazioni il cui valore complessivo non supera i 150.000,00 euro;
  • il D.Lgs n. 218/2012 recante disposizioni integrative e correttive al D.Lgs n. 159/2011;
  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;
  • l'art. 4, comma 6 del D.L. 6 luglio 2012, n. 95 recante “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini”, convertito con modificazioni dalla Legge 7 agosto 2012, n. 135;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1621 dell'11/11/2013 avente ad oggetto: “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 33/2013;
  • n. 57 del 26 gennaio 2015 avente ad oggetto: “Programma per la trasparenza e l'integrità. Approvazione aggiornamento per il triennio 2015-2017”

Dato atto che sono state acquisite dai soggetti beneficiari del presente provvedimento, le dichiarazioni, agli atti del competente Servizio regionale, nelle quali gli stessi dichiarano di non fornire alla RER servizi, anche a titolo gratuito;

Viste:

  • la Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40, laddove applicabile;
  • la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione” ed in particolare l’art. 11;
  • la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;
  • la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art.3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Dato atto che, ai sensi dell'art. 11 della L. 3/2003, è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale ad ogni progetto cofinanziato col presente provvedimento, uno specifico Codice Unico di Progetto (C.U.P.), come riportato nel sopracitato Allegato 1) al presente atto;

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs. n. 118/
2011 e ss.mm., trattandosi di contributi a rendicontazione per la realizzazione di attività che si concluderanno entro il 31 dicembre 2015, come previsto all'articolo 19 dell’allegato A della citata deliberazione n. 1348/2014 e s.m. e che pertanto si possa procedere all’assunzione dell'impegno di spesa a favore dei beneficiari di cui all'Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per la somma complessiva di Euro 289.790,00;

Richiamata la L.R. 26/11/2001, n. 43, nonché le seguenti deliberazioni di Giunta regionale:

  • n. 1057 del 24/7/2006, n. 1663 del 27/11/2006 e n. 335/2015;
  • n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e succ. mod.;

Viste altresì:

  • la determinazione n. 3439/2015 avente ad oggetto "Conferimento e proroga degli incarichi dirigenziali in scadenza al 31.03.2015 presso la Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo”

Dato atto dei pareri allegati;

determina

per le motivazioni indicate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

  1. di assegnare e concedere i cofinanziamenti regionali alle aggregazioni di imprese aderenti alle Unioni di prodotto, per la realizzazione di progetti di promocommercializzazione turistica collegati a Expo 2015, negli importi indicati nell'Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente atto, per un onere finanziario complessivo di Euro 289.790,00, fatti salvi gli eventuali adeguamenti conseguenti all'applicazione della normativa vigente in materia di aiuti di Stato, così come esplicitato all'art. 15 dell'allegato A) della DGR n. 1348/2014 e s.m.;
  2. che le eventuali economie che si potranno verificare per rinunce, revoche o utilizzo di minori importi nella realizzazione dei progetti potranno essere utilizzate, nel rispetto della deliberazione di Giunta regionale n. 1348/2014 e s.m., e della normativa contabile vigente, per concedere ulteriori risorse al progetto n. 21, prot. 514257, presentato da Terre Emiliane srl mandataria di ATI Via Emilia The Italian Food Route, fino all'ammontare aggiuntivo massimo di Euro 34.010,00, quota che sommata alla concessione di Euro 15.390,00 effettuata col presente atto, permetterebbe di assegnare al beneficiario il cofinanziamento massimo attribuibile e pari a Euro 49.400,00;
  3. di imputare la somma di Euro 289.790,00 registrata all'impegno n. 1444 sul Capitolo 25621 “Contributi alle aggregazioni di imprese per iniziative di promocommercializzazione e commercializzazione turistica anche in forma di comarketing (D.Lgs. 112/98; artt. 5, 7, comma 2, lett. c) e 13 comma 5, L.R. 4 marzo 1998, n. 7; art. 8, comma 4, L.R. 20 dicembre 2013, n. 28) – Mazzi Statali” U.P.B. 1.3.3.2.9115 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2015, che è dotato della necessaria disponibilità;
  4. di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e s.m., la stringa concernente la codificazione della transazione elementare, come definita dal citata Decreto, è di seguito espressamente indicata:
    • Capitolo 25621 - Missione 07 - Progr. 01 - Cod. economico U.1.04.03.99.999 - COFOG 04.7 - Tr. UE 8 - SIOPE 1623 - C.I.Sp. 3 - Gest. ord.ria 3
  5. di dare atto che è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale, ad ogni progetto cofinanziato col presente provvedimento, uno specifico Codice Unico di Progetto (C.U.P.), come indicato nel sopracitato Allegato 1) al presente atto;
  6. di dare atto che, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 33/2013, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle proprie deliberazioni n. 1621/2013 e n. 57/2015, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;
  7. di dare atto che, successivamente alla pubblicazione di cui al precedente punto 6, alla liquidazione della spesa e alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, provvederà, con propri atti formali, il Dirigente regionale competente per materia ai sensi della vigente normativa contabile ed in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modificazioni, secondo le modalità previste dall'Allegato A) della DGR n. 1348/2014;
  8. di dare atto che nel rispetto dell’art. 4, comma 6 del D.L. 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazioni con Legge 7 agosto 2012, n. 135, i beneficiari del presente provvedimento hanno dichiarato di non fornire, alla Regione Emilia-Romagna, servizi, anche a titolo gratuito;
  9. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Responsabile del Servizio

Paola Castellini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it