E-R | BUR

n.101 del 20.06.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione della "Direttiva disciplinante i termini, i criteri, e le modalità procedurali per la presentazione delle domande e l'erogazione dei contributi per l'autonoma sistemazione dei nuclei familiari sfollati dalla propria abitazione a seguito del sisma del 20 maggio 2012 e 29 maggio 2012 nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia"

IL DIRETTORE

Visti:

- la legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale di protezione civile”;

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- il decreto legge 15 maggio 2012, n. 59 “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile";

Premesso che:

- il 20 maggio 2012 alle ore 4.00 circa il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova è stato colpito da un terremoto di magnitudo 5.9 della scala Richter e da successive scosse di forte intensità;

- tale evento ha determinato una grave situazione di pericolo per l’incolumità delle persone e per la sicurezza dei beni pubblici e privati, provocando la perdita di vite umane, ferimenti e lo sgombero di diversi immobili pubblici e privati e danneggiamenti a strutture ed infrastrutture;

- con delibera del Consiglio dei Ministri del 22 maggio 2012, pubblicata nella G.U. n. 119 del 23 maggio 2012, è stato dichiarato per l’evento in parola lo stato di emergenza per la durata di 60 giorni ovvero fino al 21 luglio 2012;

- con ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) n. 1 del 22 maggio 2012, adottata ai sensi della delibera del Consiglio dei Ministri del 22 maggio 2012, e pubblicata nella G.U. n. 119 del 23 maggio 2012, lo scrivente è stato nominato responsabile dell’attuazione degli interventi di assistenza alla popolazione per le province di Bologna, Modena e Ferrara;

- in data 29 maggio 2012 alle ore 9 il territorio delle provincie di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo è stato colpito da un terremoto di magnitudo 5.8 seguito da ripetute scosse anche di forte intensità che ha provocato ulteriori perdite di vite umane, danneggiamenti ad infrastrutture pubbliche e private nonché un aggravamento delle situazioni di criticità causate dai precedenti eventi sismici;

- con delibera del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, pubblicata nella G.U. n. 125 del 30 maggio 2012, è stato dichiarato lo stato di emergenza nel territorio delle provincie di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo in conseguenza dei ripetuti eventi sismici di forte intensità verificatisi nel mese di maggio 2012 per la durata di 60 giorni ovvero fino al 29 luglio 2012;

- con ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC) n. 3 del 2 giugno 2012, adottata ai sensi della delibera del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, e pubblicata nella G.U. n. 130 del 6 giugno 2012, ai fini del soccorso e dell’assistenza alla popolazione nonché della realizzazione degli interventi provvisionali strettamente connessi alle prime necessità, è stata istituita la Direzione di Comando e Controllo (DI.COMA.C), quale organismo di coordinamento delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile, a supporto delle attività del Capo del dipartimento della Protezione Civile;

Evidenziato che lo stato di emergenza dichiarato con le richiamate delibere del Consiglio dei Ministri del 22 e del 30 maggio 2012 è stato prorogato fino al 31 maggio 2013 con D.L. 6 giugno 2012, n. 74 “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012”, pubblicato nella G.U. n. 131 del 7 giugno 2012;

Evidenziato, altresì, per quanto qui rileva, che:

- l’OCDPC n. 1/2012 all’art. 3, comma 1, autorizza lo scrivente, per il tramite dei Sindaci dei Comuni interessati dal sisma, ad assegnare un contributo per l’autonoma sistemazione ai nuclei familiari sgomberati dalla propria abitazione secondo i criteri e parametri ivi indicati;

- l’OCDPC n. 3/2012 all’art. 8 stabilisce che a decorrere dalla data della relativa adozione sono posti in capo alla DI.COMA.C tutte le attribuzioni ed i compiti, già assegnati al Direttore dell’Agenzia regionale di protezione civile dell’Emilia-romagna con l’OCDPC n. 1/2012, diversi da quelli di cui agli articoli 3, 4 e 5 della medesima ordinanza n. 1/2012;

Ritenuto, pertanto, di procedere all’approvazione di un’apposita direttiva di dettaglio attuativa dell’art. 3 dell’OCDPC n. 1/2012, disciplinante i termini, i criteri e le modalità procedurali per la presentazione delle domande e l’erogazione dei contributi per l’autonoma sistemazione dei nuclei familiari sfollati dalla propria abitazione in conseguenza degli eventi sismici del 20 maggio 2012 e del 29 maggio 2012;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

Per le ragioni espresse nella parte narrativa del presente atto e che qui si intendono integralmente richiamate;

  1. di approvare, quali parti integranti e sostanziali del presente atto, la “Direttiva disciplinante i termini, i criteri, e le modalità procedurali per la presentazione delle domande e l’erogazione dei contributi per l’autonoma sistemazione dei nuclei familiari sfollati dalla propria abitazione a seguito del sisma del 20 maggio 2012 e 29 maggio 2012 nelle province di Bologna, Modena, Ferrara e Reggio Emilia” e la modulistica ad essa allegata, ovvero il modulo Domanda Contributo/Autonoma Sistemazione (DC/AS-SISMA MAGGIO 2012), da compilarsi a cura dei nuclei familiari interessati, e il modulo Elenco Riepilogativo/Autonoma Sistemazione (ER/AS-SISMA MAGGIO 2012), da compilarsi a cura dei Comuni interessati nei termini e secondo le modalità indicate nella Direttiva;
  2. di evidenziare che la domanda di contributo per l’autonoma sistemazione (DC/AS-SISMA MAGGIO 2012) deve essere presentata al Comune entro il termine perentorio di 20 giorni decorrente dal giorno successivo alla pubblicazione della direttiva di cui al punto 1 nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;
  3. di pubblicare il presente atto, la Direttiva di cui al punto 1 e, per ragioni tecniche, il solo modulo Domanda Contributo/Autonoma Sistemazione (DC/AS-SISMA MAGGIO 2012) nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;
  4. il presente atto, unitamente alla Direttiva di cui al punto 1, al modulo Domanda Contributo/Autonoma Sistemazione (DC/AS-SISMA MAGGIO 2012) ed al modulo Elenco Riepilogativo/Autonoma Sistemazione (ER/AS-SISMA MAGGIO 2012) sono pubblicati anche sul sito della protezione civile regionale al seguente indirizzo internet: www.protezionecivile.emilia-romagna.it.

Il Direttore

Demetrio Egidi 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it