E-R | BUR

n. 56 del 13.04.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Assegnazione di un finanziamento all'Agenzia regionale Prevenzione e Ambiente dell'Emilia-Romagna (ARPA), ai sensi della L.R. 44/95 ss.mm, per la realizzazione della quinta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e analisi dell'evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

- la L.R. 18 luglio 1991, n. 17 “Disciplina delle attività estrattive” e successive integrazioni e modificazioni;

- la L.R. 19 aprile 1995, n. 44, “Riorganizzazione dei controlli ambientali e istituzione dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente (ARPA) dell’Emilia-Romagna” e successive modificazioni ed integrazioni;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e s.m.;

- la L.R. 22 dicembre 2009, n. 25 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del bilancio pluriennale 2010-2012,

- la L. R. 23 Luglio 2010, n. 8 “Assestamento del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012 a norma dell’articolo 30 della Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di variazione;

Rilevato che l’art. 5, comma 1, lett. r), della citata L.R. 44/95 prevede tra le funzioni dell’ARPA quella di svolgere attività di studio, ricerca e controllo dell’ambiente marino e costiero;

Dato atto che:

- il “Piano progettuale per la difesa della costa emiliano-romagnola” (Piano Costa), approvato dal Consiglio regionale con delibera n. 1754 del 6 aprile 1983, e i successivi aggiornamenti del 1996 e del 2000 prevedevano la realizzazione di reti di monitoraggio della costa;

- la Regione Emilia-Romagna, con il supporto di IDROSER–Agenzia (le cui funzioni sono state trasferite ad all’ARPA dal 14 maggio 1996 - giusta deliberazione n. 992 del 14 maggio 1996) e dell’ARPA ha istituito nel 1983 tre reti di monitoraggio (variazione della linea di riva, subsidenza e variazioni della spiaggia emersa e sommersa) dell’evoluzione dell’area costiera, garantendone periodici rilievi;

- l’IDROSER-Agenzia prima e l’ARPA in seguito hanno effettuato, per conto della Regione Emilia-Romagna, il rilievo delle variazioni morfologiche della spiaggia emersa e sommersa (rete topo-batimetrica) nel 1984, nel 1993, nel 2000 e nel 2006;

- l’esperienza maturata nel settore ha portato a quantificare in cinque anni l’intervallo ottimale che deve intercorrere tra due rilievi successivi delle tre reti;

- in particolare con la quarta campagna topo-batimetrica del 2006 (affidata all’ARPA con propria deliberazione 1319/05) sono state rilevate 251 sezioni distribuite circa ogni 500 metri (26 in più rispetto alla 3a campagna del 1993), lungo tutto il litorale regionale, è stata aggiunta la misurazione di circa 200 km di cross longitudinali, in corrispondenza della spiaggia sommersa, parallelamente alla costa regionale, e due zone con la misurazione del piano batimetrico con raffittimento a “semina di punti”;

Dato atto inoltre che il Consiglio regionale con deliberazione del 20 gennaio 2005 n. 645, su proposta della Giunta regionale del 29 novembre 2004, n. 2406, ha approvato le linee guida del progetto per la gestione integrata delle zone costiere (GIZC), nelle quali si afferma punto 1.2.1 la necessità del mantenimento e sviluppo delle reti di monitoraggio della costa;

Rilevato che si sta avviando contemporaneamente la procedura di affidamento all’ARPA del rilevo della subsidenza anche attraverso l’analisi interferometrica per il periodo 2006-2011 nella pianura emiliano-romagnola e nella fascia costiera;

Considerato che a seguito di colloqui intercorsi tra la Direzione generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa - in particolare fra il Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica - e l’ARPA, è stata concordata la quinta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e analisi dell’evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo avente come obiettivo la definizione di un quadro conoscitivo aggiornato sullo stato del litorale, in quanto dati precisi e aggiornati sono indispensabili per definire l’evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo, le politiche di gestione della costa e i progetti di difesa;

Considerato altresì che:

- nell’ambito della precedente 4° campagna di rilievo, durante l’elaborazione dei dati si è rilevato che i cross longitudinali forniscono un ottimo risultato in corrispondenza delle zone protette da scogliere parallele emerse, mentre in corrispondenza delle spiagge libere da scogliere creano difficoltà di interpretazione e danno risultati non soddisfacenti nelle elaborazioni modellistiche, a causa della estrema variabilità, in questi tratti costieri, della posizione della barra sommersa;

- pertanto a partire da questi riscontri si ritiene opportuno eliminare, nel progetto della quinta campagna, i cross longitudinali a suo tempo realizzati davanti alle spiagge libere da scogliere parallele emerse, per sostituirli, nei medesimi tratti, con nuovi profili trasversali a interasse di circa 250 metri e fino alla batimetrica di 3,5 metri, intermedi rispetto agli esistenti con interasse 500 metri che si estendono mediamente fino alla batimetrica 6 – 8 metri, con lo scopo di poter descrivere più precisamente la posizione delle barre sommerse, senza per questo variare la lunghezza complessiva dei profili rispetto a quelli rilevati nella precedente 4a campagna.

- si ritiene opportuno eliminare anche le zone a “semina di punti”, molto più indicate per rilievi di dettaglio, ad esempio quelli finalizzati al riscontro degli effetti di opere a mare o ai risultati di un dragaggio, in quanto non sono risultate particolarmente significative per un rilievo ad ampia scala, come quello della rete regionale.

- in funzione di quanto sopra espresso ne risulterà un raffittimento delle sezioni topo-batimetriche nei tratti costieri liberi da scogliere parallele emerse, mentre verranno comunque mantenuti e rilevati i due cross longitudinali costieri di cui uno ubicato nella zona interclusa tra le scogliere parallele e la battigia ed un altro esterno alle scogliere, per riscontrare appieno l’alternanza tombolo-buca che si ha in corrispondenza del centro di ogni scogliera e dei varchi tra le due scogliere successive;

Rilevato che:

- la quinta campagna di rilievo debba prevedere attività di verifica della variazione della linea di riva, la considerazione dei dati sul clima meteo-marino nel periodo di riferimento anche avvalendosi dei dati della boa ondametrica Nausicaa, l’analisi dei dati della subsidenza nello stesso periodo, il calcolo dei volumi accumulati ed erosi, l’individuazione dei tratti critici e altre elaborazioni necessarie all’aggiornamento del sistema informativo “Celle Litoranee” messo a punto nell’ambito del progetto Europeo Coastance, con riferimento alle attività del gruppo di lavoro costituito con determinazione della Direzione generale Ambiente, Difesa del suolo e della costa n. 11213 del 2/11/2009; 

- l’importanza di eseguire la campagna topo-batimetrica in contemporanea con i rilievi della subsidenza, per avere dati maggiormente confrontabili;

Considerato inoltre che, per il raggiungimento dei suddetti obiettivi, l’ARPA ha predisposto una specifica tecnico-economica prot. PGDG/2010/005628 del 18 novembre 2010, agli atti del Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica PG.2010.0288681 del 19 novembre 2010, le cui fasi principali si elencano qui di seguito:

  • Attività: predisposizione del progetto esecutivo, direzione lavori di campo e raccolta dati - Importo in Euro: 10.000,00
  • Attività: rilievo delle sezioni topo-batimetriche, dei cross longitudinali e della linea di riva - Importo in Euro: 107,000,00
  • Attività: analisi dati subsidenza - Importo in Euro: 10.000,00
  • Attività: analisi dati clima meteo-marino - Importo in Euro: 5.000,00
  • Attività: attività di tipo ingegneristico (elaborazioni, modellazioni, analisi, su variazione linea di riva, clima meteo-marino, volumi accumulati/erosi, subsidenza) e restituzione delle elaborazioni e analisi in report tecnici e materiali cartografici, sia cartacei che su supporto informatico - Importo in Euro: 50.500,00

Totale importo in Euro: 182.500,00

IVA 20% importo in Euro: 36.500,00

Totale con IVA Importo in Euro: 219.000,00

Dato atto che la suddetta specifica tecnico-economica è stata verificata dal Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica sotto il profilo della congruità tecnico-economica, contabile e corrispondenza ai dettati legislativi sopraindicati;

Considerato infine che:

- in base alle considerazioni sopra esposte allo stato attuale si rende necessario affidare all’ARPA la realizzazione della quinta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e dell’analisi dell’evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo per Euro 219.000,00 IVA inclusa, secondo le modalità individuate nella specifica tecnico-economica sopraindicata;

- l’ARPA, a conclusione della quinta campagna di rilievo di cui sopra, dovrà produrre i seguenti elaborati sia in formato cartaceo sia in formato elettronico;

  • file XYZ, relativi al rilievo topografico e batimetrico in formato ASCII;
  • relazione tecnico-decrittiva delle varie fasi della campagna (rapporto intermedio);
  • una serie di 11 carte topo-batimetriche in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • serie di 11 carte con i confronti della linea di riva nel tempo in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • serie di 11 carte a colori rappresentative delle zone in accumulo e erosione in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • cinquanta copie della relazione finale con i risultati di tutte le attività svolte, comprensive delle sopracitate cartografie ridotte in formato opportuno;

Rilevato che:

- le attività oggetto del presente provvedimento, non rientrano nel Programma annuale generale delle attività commissionate dalla Regione all’ARPA per l’anno 2010;

- tale progetto trova copertura finanziaria sul Capitolo 39400 “Spese per interventi di risanamento, ripristino, valorizzazione e rinaturalizzazione ambientale e paesistica prioritariamente delle aree interessate e per attività di pianificazione, controllo, studio, ricerca e sperimentazione, in materia di attività estrattive nonchè in materia di difesa del suolo e della costa, per quanto in connessione con le attività estrattive e per la gestione del catasto delle attività estrattive (artt. 12, comma 3 e 28, L.R. 18 luglio 1991, n. 17; art. 146, comma 5, L.R. 21 aprile 1999, n.3)” di cui all’U.P.B. 1.4.2.2 13830 del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, che è dotato della necessaria disponibilità;

Preso atto che, in base alle caratteristiche tecniche il progetto non potendo essere realizzato in fasi autonome e distinte data la sua unicità in termini di fattibilità, risulta necessario procedere con il presente provvedimento a dare copertura finanziaria all’attività che si intende commissionare a valere sull’esercizio in corso pur avendo le attività stesse uno sviluppo operativo ed una ricaduta in termini attuativi su più esercizi finanziari;

Ritenuto, inoltre per le ragioni sopra espresse, che ricorrano gli elementi di cui all’art.47, comma 2, della L.R. 40/01 e che pertanto l’impegno complessivo di spesa di Euro 219.000,00 a favore dell’ARPA possa essere assunto con il presente atto;

Visti:

- il DPR 3 giugno 1998, n. 252;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

Viste le determinazioni dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 18 novembre 2010 n. e del 22 dicembre 2010, n. 10 in materia di tracciabilità finanziaria ex art. 3, Legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

 Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 1057 del 24 luglio 2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- n. 1663 del 27 novembre 2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;

- n. 1720 del 4 dicembre 2006 “Conferimento degli incarichi di Responsabilità delle Direzioni generali della Giunta regionale”;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 e s.m.: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e s.m.;

- n. 1173 del 27/7/2009 ad Oggetto: Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1.8.2009);

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Sicurezza territoriale, Difesa del suolo e della costa, Protezione civile;

a voti unanimi e palesi

delibera:

1. di approvare, per le motivazioni meglio specificate nelle premesse, la realizzazione della quinta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e dell’analisi dell’evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo comprendente le seguenti attività principali:

  • Attività: predisposizione del progetto esecutivo, direzione lavori di campo e raccolta dati - Importo in Euro: 10.000,00
  • Attività: rilievo delle sezioni topo-batimetriche, dei cross longitudinali e della linea di riva - Importo in Euro: 107,000,00
  • Attività: analisi dati subsidenza - Importo in Euro: 10.000,00
  • Attività: analisi dati clima meteo-marino - Importo in Euro: 5.000,00
  • Attività: attività di tipo ingegneristico (elaborazioni, modellazioni, analisi, su variazione linea di riva, clima meteo-marino, volumi accumulati/erosi, subsidenza) e restituzione delle elaborazioni e analisi in report tecnici e materiali cartografici, sia cartacei che su supporto informatico - Importo in Euro: 50.500,00

Totale importo in Euro: 182.500,00

IVA 20% importo in Euro: 36.500,00

Totale con IVA Importo in Euro: 219.000,00

2. di affidare, ai sensi della L.R. 44/95 e ss.mm., all’ARPA la realizzazione della quinta campagna di rilievo della rete topo-batimetrica e dell’analisi dell’evoluzione recente del litorale emiliano-romagnolo secondo quanto indicato nella specifica tecnico-economica presentata dall’ARPA e agli atti del Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica, nella quale vengono individuate sia le modalità di svolgimento e i tempi, per un importo di Euro 219.000,00, I.V.A. al 20% compresa;

3. di dare atto che le attività di cui al precedente punto 1) dovranno essere svolte a partire dalla data di esecutività della presente deliberazione e prevederanno le seguenti scadenze:

  • presentazione da parte dell’ARPA, del progetto e relativa relazione tecnica dei rilievi di campo della quinta campagna topo-batimetrica entro aprile 2011;
  • completamento delle attività di campo, previsto per la fine di febbraio 2012, a presentazione di specifica relazione sull’attività svolta e di un rapporto tecnico intermedio contenente le prime elaborazioni ingegneristiche ed esempi di elaborati cartografici risultanti, entro il 30 aprile 2012;
  • conclusione delle attività dietro presentazione del rapporto finale, delle analisi, dei risultati e di tutti gli elaborati, entro il 31 marzo 2013;

4. di stabilire che l’ARPA, a conclusione della quinta campagna di rilievo di cui sopra, dovrà produrre i seguenti elaborati sia in formato cartaceo sia in formato elettronico:

  • file XYZ, relativi al rilievo topografico e batimetrico in formato ASCII;
  • relazione tecnico-decrittiva delle varie fasi della campagna (rapporto intermedio);
  • una serie di 11 carte topo-batimetriche in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • serie di 11 carte con i confronti della linea di riva nel tempo in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • serie di 11 carte a colori rappresentative delle zone in accumulo e erosione in scala 1:10.000 e due serie in scala 1:50.000;
  • cinquanta copie della relazione finale con i risultati di tutte le attività svolte, comprensive delle sopracitate cartografie ridotte in formato opportuno;

5. di imputare la spesa complessiva di Euro 219.000,00 registrata al n. 4178 di impegno sul Capitolo 39400 ”Spese per interventi di risanamento, ripristino, valorizzazione e rinaturalizzazione ambientale e paesistica prioritariamente delle aree interessate e per attività di pianificazione, controllo, studio, ricerca e sperimentazione, in materia di attività estrattive nonchè in materia di difesa del suolo e della costa, per quanto in connessione con le attività estrattive e per la gestione del catasto delle attività estrattive. (artt. 12, comma 3 e 28, L.R. 18 luglio 1991, n.17; art. 146, comma 5, L.R. 21 aprile 1999, n.3)” di cui all’U.P.B. 1.4.2.2.13830 del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2010, che è dotato della necessaria disponibilità;

6. di autorizzare il Responsabile del Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica a concedere con propria nota, sospensione dei lavori e proroghe dei termini di consegna, in seguito a documentata richiesta dell’ARPA medesima, e di autorizzare altresì a sospendere i lavori per oggettive esigenze legate alla buona riuscita del progetto; tali sospensioni daranno luogo ad un termine suppletivo pari alla durata delle prestazioni da eseguire o pari almeno alla durata delle sospensioni stesse;

7. di dare atto che il Responsabile del Servizio Difesa del suolo, della costa, e Bonifica ai sensi dell’art.51 della L.R. 40/01 ed in applicazione della propria deliberazione n. 2416 e ss.mm, provvederà alla liquidazione della somma, di cui al precedente punto 2., ed alla emissione delle richieste dei titoli di pagamento a presentazione di regolari fatture con le seguenti modalità, previa verifica tecnica dei funzionari competenti in materia del Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica, e secondo quanto stabilito al precedente punto 3.:

  • un primo acconto pari al 15% dell’importo totale ad avvenuta comunicazione da parte dell’ARPA di avvio delle attività della quinta campagna topo-batimetrica con lettera formale indirizzata al Servizio Difesa del suolo, della costa e Bonifica;
  • un secondo acconto pari al 15% dell’importo totale ad avvenuta presentazione da parte dell’ARPA del progetto e relativa relazione tecnica dei rilievi di campo della quinta campagna topo-batimetrica;
  • un terzo acconto pari al 50% dell’importo totale ad avvenuta presentazione da parte dell’ARPA, al completamento delle attività di campo, a seguito di presentazione di specifica relazione sull’attività svolta e di un rapporto tecnico intermedio contenente le prime elaborazioni ingegneristiche ed esempi di elaborati cartografici risultanti;
  • il saldo pari al restante 20% dell’importo totale, alla conclusione delle attività e dietro la presentazione da parte dell’ARPA del rapporto finale, delle analisi, dei risultati e di tutti gli elaborati e dichiarazione attestante le spese sostenute;

8. di dare atto che i risultati e gli elaborati della quinta campagna di rilievo appartengono alla Regione Emilia-Romagna;

9. di dare notifica, al fine di adempiere a quanto previsto nella presente deliberazione, all’ARPA;

10. di dare atto che all’Agenzia regionale per la Prevenzione e l’Ambiente della Regione Emilia-Romagna compete l’adempimento degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e succ. mod;

11. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it