E-R | BUR

n.5 del 08.01.2014 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso di asta pubblica per la vendita di immobili diversi di proprietà dell'Azienda USL di Parma

In esecuzione della deliberazione n. 457 del 18/07/2013 esecutiva ai sensi di legge ed in osservanza all’art. 6 del Regolamento per l’alienazione del Patrimonio Aziendale (approvato con delibera n. 605 del 9/12/2003), si rende noto che il giorno 12 febbraio 2014 alle ore 09.00 presso la sede dell’Azienda USL di Parma, Strada del Quartiere 2/A - Parma, avrà luogo un esperimento di asta pubblica per mezzo di offerta segreta in aumento sul prezzo a base d’asta, ai sensi dell’art 73 lettera c) del R.D. 23/5/1924, n. 827, per la vendita dei seguenti complessi immobiliari, che verrà effettuata in singoli lotti con aggiudicazione separata:

Oggetto: Immobili dei proprietà dell’AUSL di Parma.

Ubicazione: I beni oggetto di vendita sono situati nei Comuni di:

  1. Comune di Parma per lotti 1, 2 e 3;
  2. Comune di Fornovo di Taro per il lotto 4;
  3. Comune di San Secondo Parmense per lotto 5;
  4. Comune di Fidenza per lotto 6

Dati catastali:

1. Immobile posto in Via Enza n. 1 Parma distinto al Catasto Fabbricati:

Sez. 1 Foglio 22 Mappale 134 Subalterno 8 z.c. 1 Cat. A/3 Cl 3 Cons. 3,5 Rendita € 260,29

2. Immobile posto in Via Venezia n. 62 Parma distinto al Catasto Fabbricati:

Sez. 3 Foglio 41 Mappale 194 Subalterno 35 z.c. 3 Cat. A/2 Cl 4 Cons. 7 Rendita € 668,89

Sez. 3 Foglio 41 Mappale 194 Subalterno 48 z.c. 3 Cat. C/6 Cl 4 Cons. 17 Rendita € 66,73

3. Immobile posto in Via Adeodato Turchi n. 5 Parma distinto al Catasto Fabbricati:

Sez. 1 Foglio 31 Mappale 703 Subalterno 77 z.c. 1 Cat. A/10 Cl 2 Cons. 15 Rendita € 3.764,97

4. Immobile sito in Fornovo Taro Via Roma 2

Foglio 12 Mappale 158 Subalterno 1 Cat. A/3 Cl 2 Cons. 5,5 Rendita 525,49

Foglio 12 Mappale 158 Subalterno 2 Cat A/3 Cl 2 Cons. 4,5 Rendita 429,95

5. Immobile denominato “Ex Inam” sito in San Secondo Parmense Via F. Cavallotti n. 2 Distinto al Catasto Fabbricati come di seguito specificato

Foglio Mappale Categoria Classe ubicazione Cons Rendita 30 616 B02 U Via F. Cavallotti n.2 S1-T-1-2 10.256 mc € 7.945,22

6. Terreno intercluso sito in Comune di Fidenza distinto al Catasto Terreni:

Foglio Mappale Qualità Superficie Reddito dominicale Reddito agrario 54 288 Orto irriguo 0.03.70 € 11,47 € 3,82

Proprietà: Gli immobili sopra descritti sono di proprietà dell’Azienda USL di Parma.

Il prezzo a base d'asta per ogni singolo lotto è fissato in:

  1. Appartamento sita in Via Enza n. 1 a Parma (PR): € 128.600,00;
  2. Appartamento con autorimessa in Via Venezia n. 62 a Parma (PR): € 239.000,00;
  3. Immobile ad uso ufficio e studi privati sito in Via A. Turchi n. 5 a Parma (PR): € 962.000,00;
  4. Immobile sito in Via Roma n. 2 a Fornovo Taro (PR): € 146.000,00;
  5. Immobile denominato “ex Inam” sito a San Secondo Parmense (PR): € 1.024.000,00;
  6. Terreno intercluso sito in Comune di Fidenza (PR): € 70.300,00.

Regime fiscale: La cessione degli immobili non rientra nel campo di applicazione dell’IVA. 

Deposito cauzionale infruttifero: 10% del prezzo base d’asta per ogni singolo lotto. 

Descrizione:

Lotto 1) Appartamento sito in Via Enza n. 1 a Parma (PR). La zona è ben servita dai mezzi pubblici; nelle immediate vicinanze vi sono numerose attività commerciali. L’unità immobiliare è posta al piano secondo di un fabbricato di cinque piani realizzato negli anni ’40. È composta da un disimpegno di ingresso, una camera da letto, un locale soggiorno pranzo, un servizio igienico ed un cucinotto, oltre ad una piccola cantina posta al piano seminterrato. L’appartamento si sviluppa su una superficie di mq 57,40; la cantina copre una superficie di 8,8 mq. Le finiture sono quelle realizzate all’epoca della costruzione; pavimenti in marmiglia e ceramica, rivestimenti in ceramica, idropittura, porte interne in legno tamburato con vetro, portoncino di ingesso in legno e serramenti esterni in legno con vetro semplice e avvolgibile in pvc. 

Lotto 2) immobile sito in Via Venezia n. 62 a Parma (PR). Trattasi di appartamento con autorimessa di pertinenza. L’appartamento è posto al piano terzo di un condominio edificato negli anni ’60, in contesto di media finitura, è composto da: sala da pranzo, soggiorno, ampia e abitabile cucina, tre camere da letto oltre a due bagni e un balcone posto sul lato est. La superficie dell’immobile è di circa 135 mq., compresa di una quota di balcone. Al piano seminterrato sono presenti una piccola cantina ed un’autorimessa di mq. 17 circa. Le finiture presenti sono quelle realizzate all’epoca della costruzione. I pavimenti in marmo e ceramica, rivestimenti in ceramica, idropittura, porte interne in legno tamburato con vetro, portoncino di ingresso in legno tamburato e serramenti esterni in legno con vetro semplice e avvolgibili in pvc. L’immobile presenta lievi difformità interne rispetto a quanto presente nell’archivio comunale. 

Lotto 3) Immobile sito in Via Adeodato Turchi, n. 5 a Parma (PR). L’immobile è posto al piano primo di un condominio edificato nel 1964, in contesto di media finitura, si sviluppa su una superficie di mq. 440,00. L’immobile è raggiungibile da n. 3 scale condominiali, pertanto esiste la possibilità di frazionarlo in varie unità tra loro indipendenti. Le finiture sono in discreto stato di manutenzione, anche se ovviamente vetuste rispetto alle tipologie edilizie odierne. Tutte le stanze sono intonacate con intonaco di malta civile tinteggiato a tempera con colori tenui, i pavimenti sono in ceramica di normale qualità, i serramenti sono in legno smaltato. L’impianto di riscaldamento è centralizzato, i corpi radianti sono in ghisa, mentre l’impianto elettrico è sottotraccia a norma di Legge.

Il fabbricato in cui insiste l’immobile è stato zonizzato dalla tav. 7 del PSC del Comune di Parma e risulta privo di vincoli, pertanto risulta fattibile anche il cambio di destinazione d’uso a civile abitazione. Da verifica effettuata presenta lievi difformità interne rispetto a quanto presente nell’archivio comunale. Presso il Servizio Attività Tecniche dell’azienda USL di Parma è consultabile la relazione relativa alle difformità interne dell’immobile. 

Lotto 4) Immobile sito in Via Roma n. 2 a Fornovo Taro (PR), composto da due unità immobiliari, completamente indipendenti, con area cortilizia interna di mq. 115.

La struttura è inserita nella scheda di Piano Operativo Comunale come Ambito FOR_08, unitamente all’immobile adiacente di altra proprietà e attualmente adibito a deposito autobus. 

Lotto 5) Immobile denominato ex Inam. L’edificio è stato costruito nel 1973 ed è situato in adiacenza al centro storico. In passato è stato sede INAM, ha fatto parte del comparto ospedaliero ed è stato utilizzato come sede di ambulatori, sala dialisi ed uffici dell’Azienda USL.

L’immobile si sviluppa su quattro piani, con una superficie lorda di 1.483,02 oltre ad una superficie accessoria di mq 494,34. Si precisa che rispetto a quanto indicato negli atti autorizzativi comunali l’Immobile presenta alcune difformità, meglio evidenziate nella relazione tecnica visibile presso il Servizio Attività Tecniche dell’Azienda Usl di Parma. 

Lotto 6) Terreno situato in Fidenza, nella zona sud-est del centro abitato, all’interno dei viali della circonvallazione sud, in particolare tra Via XXV Aprile a nord e Via XXIV Maggio a sud, confinante a ovest con l’area pertinenziale del condominio situato al n. 40 di Via XXV Aprile. Il lotto è classificato “zona a verde privato art. 19 NTA del PRG”, si estende su una superficie di 370 mq di forma rettangolare di larghezza di circa 8 m per un lunghezza di circa 44/46 m. 

I) Vincoli, rapporti con le normative urbanistiche, edilizie e regolamentari in genere

Si rimanda agli strumenti urbanistici vigenti presso i Comuni territorialmente competenti per i singoli lotti. 

II) Condizioni generali di vendita e presentazione delle offerte

  1. Gli immobili sono venduti a corpo e non a misura e nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, di cui peraltro gli aggiudicatari dovranno prendere diretta visione, alle condizioni di seguito specificate.
  2. La vendita degli immobili avverrà mediante indizione di asta pubblica, con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo base, ai sensi dell’art 73 lett c), RD 23/5/1924, n. 827. I lotti posti in vendita verranno alienati singolarmente e la loro aggiudicazione sarà definitiva a unico incanto.
  3. Dovrà essere presentata un’offerta separata per ogni lotto posto in vendita. Potrà essere presentata offerta anche per uno solo dei lotti oggetto del presente avviso.
  4. Ciascuna offerta, in euro, a pena di inammissibilità dovrà:
  • essere fatta in cifre e in lettere;
  • essere redatta su carta in regola con l’imposta di bollo;
  • essere corredata da ricevuta comprovante il versamento su c/c n. 000036659211 - IBAN IT73L0623012700000036659211, aperto c/o Cariparma s.p.a. intestato ad Azienda USL di Parma, della cauzione d’importo pari al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto per il lotto per il quale si presenta offerta. Detto importo avrà valore di caparra confirmatoria ex art. 1385 c.c.;
  • essere contenuta in plico sigillato recante all’esterno: il mittente, il seguente destinatario: “al Direttore generale dell’Azienda U.S.L. di Parma - Strada del Quartiere n. 2/A - 43100 Parma” e la seguente scritta: “alienazione immobili diversi - contiene offerta per l’acquisto del lotto n….”;
  • essere spedita esclusivamente a mezzo di raccomandata A/R o consegnata a mano all’ufficio protocollo;
  • pervenire materialmente, a pena di esclusione, entro le ore 12.00 (dodici e zero minuti) del giorno 10/2/2014.

Non sono ammessi equipollenti né offerte tardive, irrituali, e comunque non conformi a quanto sopra indicato.

Questa Azienda declina ogni responsabilità in ordine a disguidi postali e/o di altra natura che impediscano il recapito del plico entro il termine perentorio suddetto.

La busta dovrà contenere le seguenti dichiarazioni rese ai sensi del DPR 445/2000, artt. 46 e 47, con allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità:

  • se trattasi di persona fisica: nome, cognome e dati di nascita, nonché la residenza ed il codice fiscale e la partita IVA, se disponibile. Inoltre, se la persona che presenta offerta è coniugata, dovrà indicare le generalità del coniuge ed il proprio stato di famiglia, nonché specificare se è in regime di comunione dei beni con il coniuge;
  • se trattasi di persona giuridica: denominazione, sede sociale, codice fiscale e la partita IVA, se disponibile, nonché l’indicazione di tutti i legali rappresentanti della società, con i rispettivi dati di nascita.

Se l’offerta è presentata da un procuratore dovrà essere allegata la procura in originale o copia autentica e le generalità del mandante (stessi dati sopra indicati a seconda che si tratti di persona fisica o giuridica).

Se l’offerta è presentata da più soggetti, la documentazione dovrà essere compilata e firmata disgiuntamente da ciascun soggetto che intende partecipare. Ciascun soggetto, separatamente, dovrà indicare nella domanda, insieme agli altri dati, la percentuale per la quale intende concorrere e l’elenco degli altri partecipanti alla comunione. Tutte le domande di partecipazione dovranno essere riunite in un'unica busta. 

  • di voler partecipare all’asta pubblica per la vendita di immobili diversi di proprietà dell’Azienda USL di Parma - Lotto n.___;
  • che l’offerente si è recato sul posto dove è ubicato il bene immobile oggetto dell’acquisto, di aver preso completa conoscenza dello stesso;
  • di aver preso visione dello stato di consistenza degli immobili, ivi inclusa la situazione urbanistica e catastale;
  • di aver preso atto che l’acquisto dell’immobile avverrà a corpo e non a misura e dello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con tutti i vincoli e servitù esistenti, attive e passive, apparenti e non;
  • di impegnarsi ad assumere tutte le spese relative alla compravendita, previste dalla legge;
  • di impegnarsi a rifondere tutte le spese (notarili e tecniche), fatti salvi i maggiori danni, che l’Azienda USL andrà a sopportare per la ripetizione della gara, qualora, essendo risultato aggiudicatario, non proceda alla stipula del contratto di compravendita nei termini stabiliti dall'Azienda USL, oppure non sottoscriva la constatazione di aggiudicazione nei modi e nei termini indicati;
  • di essere a conoscenza e di accettare tutte le condizioni e le modalità riportate nel bando di asta;
  • di non avanzare né far valere, per qualsiasi titolo o ragione, alcuna pretesa risarcitoria per l’esercizio, da parte dell’Azienda USL della facoltà di cui ai successivi punti;
  • di impegnarsi, prima del rogito, a comunicare tempestivamente all’AUSL e comunque non oltre quindici giorni dalla data di presentazione della variazione alla Camera di Commercio, ogni modifica intervenuta negli assetti societari e nella struttura di impresa e negli organismi tecnici ed amministrativi;
  • per le persone fisiche: di essere in possesso della piena capacità di agire e di non essere stato interdetto o inabilitato e che a suo carico non siano in corso procedure per nessuno di tali stati, nonché l’inesistenza a proprio carico di condanne penali o di procedimenti penali in corso, che potrebbero comportare la perdita o la sospensione della capacità di contrarre,
  • per le imprese individuali: che l’impresa è iscritta alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura e con i seguenti dati:
  • numero di iscrizione, data e Camera di Commercio presso cui l’Impresa è iscritta;
  • nominativo delle persone delegate alla firma per l’esercizio dell’impresa in base agli atti depositati presso la stessa Camera di Commercio;
  • che il titolare dell’impresa non si trova in stato di amministrazione controllata, liquidazione, fallimento, concordato preventivo o cessazione di attività, che tali procedure non si siano verificate nei cinque anni precedenti la data stabilita per l’asta e di non trovarsi in nessuna delle condizioni di cui all’art 32 quater del codice penale;
  • che il titolare dell’impresa nonché l’impresa non si trovino nelle condizioni di cui all’art 9, comma 2 lettera c) D.Leg.vo 8/6/2001, n. 231;
  • che il titolare e l’Impresa sono in possesso dei requisiti di cui all’articolo 38 del D.Lgs. n. 163/20006;
  • il codice di attività ai fini della compilazione del modello antimafia
  • per le persone giuridiche, società di persone e consorzi partecipanti per proprio conto che la società è iscritta alla Camera di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura con i seguenti dati:
  • numero di iscrizione, data e Camera di Commercio presso cui l’Impresa è iscritta;
  • nominativi, date di nascita e di residenza dei soci, amministratori, legali rappresentanti, amministratori muniti di rappresentanza;
  • poteri conferiti al\ai legale\i rappresentante\i con particolare riferimento all’acquisto di immobili per conto della società/ente;
  • che l’Impresa ed i soggetti sopra indicati non si trovino in stato di amministrazione controllata, liquidazione, fallimento, concordato preventivo o cessazione di attività, che tali procedure non si siano verificate nei cinque anni precedenti la data stabilita per la gara e di non trovarsi in nessuna delle condizioni di cui all’art 32 quarter del codice penale;
  • che i soggetti di cui sopra, la società o l’Ente non si trovino nelle condizioni di cui all’art 9, comma 2 lettera c) D.Leg.vo 8/6/2001, n. 231;
  • che i legali rappresentanti e l’Impresa sono in possesso dei requisiti di cui all’articolo 38 del D.Lgs. n. 163/20006;
  • il codice di attività ai fini della compilazione del modello antimafia e l’iscrizione nel Registro Prefettizio per le società cooperative;
  • l’indirizzo al quale l’Azienda dovrà effettuare le comunicazioni inerenti la gara;
  • l’indicazione del conto corrente bancario sul quale effettuare, in caso di non aggiudicazione, la restituzione del deposito cauzionale;
  • l’offerta, formulata in lingua italiana, indicando il prezzo sia in cifre che in lettere, espresso in Euro con arrotondamento alle migliaia di Euro (nel caso l’importo indicato non sia arrotondato alle migliaia di Euro, l’importo sarà arrotondato per eccesso alla migliaia superiore);
  • la data e sottoscrizione per esteso dell’offerente, del procuratore o del legale rappresentante.

III) Autorizzazioni

  1. La vendita dei lotti succitati è stata oggetto, ai sensi dell’art. 5 del D. Lgs. del 30/12/1992, n. 502, e successive modificazioni ed integrazioni, di apposite autorizzazioni con atto di Giunta regionale n. 661 del 1/3/2000, n. 870 del 2008, n. 1993 del 14/12/2009 n. 382 del 28/3/2011, nota prot. n. 3562 del 1/2/2006, nota n. 204102 del 21/9/2009 e nota prot. n. 265774 del 28/10/2010;
  2. Gli edifici di cui ai lotti 1, 2, 3 e 5, in quanto aventi meno di 70 anni, non sono soggetti alla verifica di interesse culturale del patrimonio immobiliare pubblico, ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 22/1/2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”;
  3. Relativamente all’edificio di cui al lotto n. 4, a seguito di verifica di interesse culturale del patrimonio immobiliare pubblico, ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 22/1/2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio ha dichiarato che non presentano i requisiti di interesse storico architettonico con relative note n. 5607/2003, 6298/2008, 19586/2007, 19550/2007 in atti all’Azienda Usl di Parma.

IV) Modalità di aggiudicazione

  1. Si rende noto che, ai sensi dell’articolo 7 del “Regolamento per l’alienazione del patrimonio aziendale”, l'asta sarà presieduta dal Direttore generale o da un suo delegato, assistito da un Notaio che verrà nominato con apposito Atto e da 2 componenti, dipendenti dell’Azienda USL di Parma, di cui almeno uno con qualifica di Dirigente, anche questi da nominarsi con successivo Atto.
  2. Nel luogo e nell’ora stabiliti, in seduta pubblica, presso la sede di Strada del Quartiere, n. 2/A, a Parma (PR), constatata l’integrità dei plichi, si procederà all’apertura delle buste contenenti le offerte ed all’aggiudicazione.
  3. L’aggiudicazione di ogni singolo lotto è definitiva ad unico incanto e sarà fatta al concorrente che abbia offerto il maggior prezzo, che dovrà comunque non essere inferiore al prezzo minimo d’asta di cui sopra e così di Euro 1.000,00 in Euro 1.000,00 in aumento. (nel caso l’importo indicato non sia arrotondato alle migliaia di Euro, l’importo sarà arrotondato per eccesso alla migliaia superiore);
  4. Le offerte inferiori al prezzo base d’asta saranno considerate nulle.
  5. Quando in una offerta vi sia discordanza fra il prezzo indicato in lettere e quello indicato in cifre, è valida l’indicazione più vantaggiosa per l’Azienda USL di Parma.
  6. Se per un lotto non sono state presentate offerte oppure se le offerte presentate per il lotto medesimo sono inferiori al prezzo base, l’asta è dichiarata deserta relativamente al lotto in fase di aggiudicazione.
  7. Nel caso in cui siano state presentate due o più offerte uguali per un medesimo lotto e queste siano tutte accettabili, si procederà nella medesima adunanza ad una trattativa fra tali offerenti e sarà dichiarato aggiudicatario il miglior offerente; la trattativa si svolgerà con le modalità e nei tempi che verranno stabiliti e assegnati dal Presidente della seduta. Qualora nessuno di coloro che fecero offerte uguali sia presente, ovvero i presenti non vogliano migliorare l’offerta, si procederà a sorteggio nel corso della stessa seduta pubblica di apertura delle offerte.
  8. Dell’esito della procedura di aggiudicazione di ogni singolo lotto sarà redatto, seduta stante, apposito verbale.
  9. L’aggiudicazione di ogni singolo lotto al soggetto che tra i partecipanti avrà presentato la migliore offerta avrà effetti obbligatori e vincolanti per lo stesso, ai sensi di legge, mentre per l’Azienda la stessa è subordinata all’accertamento dell’insussistenza di cause ostative in capo all’aggiudicatario.
  10. L’Azienda USL si riserva di procedere all’immediato incameramento del deposito cauzionale.
  11. Qualora durante lo svolgimento della gara e in connessione con operazioni della medesima si ravvisi l’esigenza di approfondire questioni di diritto pregiudiziali per la legittimità della procedura, si procede alla aggiudicazione provvisoria. Il Direttore Generale, entro trenta giorni dalla data della aggiudicazione provvisoria, procede alla definitiva aggiudicazione confermando quella provvisoria oppure provvede, in sede di autotutela, alla rimozione delle operazioni ritenute viziate e al rinnovo della procedura di gara.
  12. Parimenti si procede alla aggiudicazione provvisoria quando la aggiudicazione definitiva diventi subordinata all’esercizio di un diritto di prelazione che si manifesti nel periodo decorrente dalla pubblicazione dell’avviso all’espletamento dell’incanto. Nel caso in cui il diritto di prelazione risulti fondato, l’aggiudicazione definitiva avrà luogo dopo l’espletamento della procedura prevista per l’esercizio del diritto di prelazione dall’art. 9 del Regolamento per l’alienazione del patrimonio immobiliare approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 605 del 9/12/2003; in caso contrario, il Direttore Generale procederà alla aggiudicazione definitiva confermando quella provvisoria oppure provvede, in sede di autotutela, alla rimozione delle operazioni ritenute viziate e al rinnovo delle procedure di gara.
  13. Gli esiti dell'asta saranno definitivi solo dopo la loro approvazione con deliberazione del Direttore Generale.
  14. Ai non aggiudicatari l’importo versato come cauzione verrà restituito entro 30 giorni dallo svolgimento della gara, mediante accredito sul conto corrente bancario indicato nella domanda.

V) Rogito

È

a carico dell’Aggiudicatario l’individuazione del Notaio e le spese per la stipulazione dell’Atto. L’aggiudicatario di ogni singolo lotto dovrà presentarsi per la stipulazione del rogito nel termine stabilito sotto pena di decadenza dall’aggiudicazione e con diritto per l’Azienda USL di incamerare la caparra e di intentare azione di maggior danno da far valere preso la sede competente. Il termine di stipulazione del rogito potrà essere concordato tra la promittente venditrice e il promissario acquirente in un termine non superiore a 30 giorni dalla delibera di aggiudicazione dell’asta. Dalla data del Rogito decorreranno gli effetti attivi e passivi della compravendita, intendendosi fin d’ora che da tale data le imposte, tasse e oneri di qualsiasi genere, riferiti direttamente o indirettamente all’immobile alienato, saranno a carico dell’acquirente. Resta inteso che l’Amministrazione aggiudicataria si riserva la piena facoltà di individuare direttamente il Notaio che redigerà il Rogito nonché tutti gli atti conseguenti.

VI) Pagamenti

Il pagamento del prezzo di acquisto di ogni singolo lotto dovrà essere effettuato secondo le seguenti modalità ed entità:

  1. Il 10% versato a titolo di caparra cofirmataria in sede d’asta verrà incamerato immediatamente dall’Azienda;
  2. Il rimanente 90% a saldo dovrà essere versato contestualmente alla stipula del rogito all’Azienda, mediante bonifico bancario da effettuarsi:

Presso Cariparma spa - c/c n. 000036659211 - IBAN IT73L0623012700000036659211.

VII) Consegna dell’immobile

La consegna di ogni immobile aggiudicato avrà luogo all’atto del rogito. 

VIII) Norme applicabili

Per quanto non previsto dal presente avviso, si fa espresso rinvio al Regolamento per l’alienazione del patrimonio immobiliare approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 605 del 9\12\2003, nonché alle disposizioni sull’Amministrazione del Patrimonio dello Stato di cui ai Decreti 18\11\1923, n. 2440 e 23\5\1924, n. 827 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché alle disposizioni del codice civile. 

IX) Accesso alla documentazione

Si rende noto che sul sito dell’Azienda USL di Parma www.ausl.pr.it e sul sito dei Comuni in cui sono siti gli immobili è pubblicato l’avviso d’asta integrale.

La documentazione tecnica e gli atti relativi al complesso immobiliare oggetto del presente bando, così come ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta al Responsabile del Procedimento Ing. Renato Maria Saviano, Direttore del Servizio Attività Tecniche dell’Azienda Usl di Parma, dalle ore 9,00 alle ore 13.00 da lunedì a venerdì, in Via Spalato, n. 2 a Parma (PR), tel. 0521/393414. 

X) Tutela della privacy

Ai sensi dell’art. 13 del D.L.vo 30/6/2003, n. 196, i dati personali forniti saranno raccolti presso il Servizio Attività Tecniche, in banca dati automatizzata e\o cartacea, per le attività di alienazione del patrimonio. Tale procedura è finalizzata allo svolgimento di tutte le attività e adempimenti connessi con l’asta ed all’eventuale instaurazione e gestione del rapporto medesimo e comprenderà, nel rispetto dei limiti e delle condizioni poste dall’art 11 del D. L.vo n. 196/2003, tutte le operazioni o complesso di operazioni previste dall’art. 2, D. L.vo n. 196/2003 necessarie al trattamento in questione.

I dati saranno trattati dall’Azienda, con o senza l’ausilio di mezzi elettronici o automatizzati, comunque mediante strumenti ritenuti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza, anche successivamente, a seguito di eventuale instaurazione di rapporto contrattuale, per la gestione dello stesso.

Tali dati potranno essere sottoposti ad accesso da parte di coloro che sono portatori di un interesse giuridicamente rilevante, ai sensi dell’art 22 della L. n. 241/90.

Il conferimento dei datai richiesti e l’autorizzazione al loro trattamento sono obbligatori ai fini dell’aggiudicazione ai sensi dell’art 23 del D.Lvo n. 196/2003.

Ai sensi dell’art 7 del medesimo Decreto, gli interessati hanno diritto di accedere alle informazioni che li riguardano e di chiederne, nel rispetto delle disposizioni e dei termini inerenti la procedura, l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione o il blocco di eventuali dati non pertinenti o raccolti in modo non conforme alle norme.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it