E-R | BUR

n.266 del 21.10.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Impegno, assegnazione e liquidazione di somme a favore dei Comuni e Unione dei Comuni interessati delle province di FC e RN a copertura dei contributi ai soggetti privati danneggiati dalle eccezionali precipitazioni nevose verificatesi nel febbraio 2012

IL DIRETTORE

Visti:

- la legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale di protezione civile”;

- il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”;

- il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 recante “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

- il decreto legge 15 maggio 2012, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2012 n. 100 recante “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”;

- la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile" e s.m.i.;

premesso che:

  • nel periodo compreso tra il 31 gennaio e il 12 febbraio 2012 il territorio della Regione Emilia-Romagna è stato interessato da eccezionali precipitazioni nevose con conseguenti danni a immobili privati ad uso abitativo e produttivo, nonché danni ad edifici pubblici;
  • con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 2012 è stato dichiarato l’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio nazionale nel mese di febbraio 2012, ai sensi dell’art 3, comma 1 del decreto legge 4 novembre 2002, n. 245, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2002, n. 286;

dato atto che:

- con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2013 sono state ripartite, tra le Regioni colpite dalle eccezionali nevicate del mese di febbraio 2012, le risorse individuate dal comma 290 dell’art. 1 della Legge n. 228 del 24 dicembre 2013 e, per quanto qui rileva, la quota assegnata alla Regione Emilia-Romagna, per un ammontare complessivo di € 12.835.033,44 sul triennio 2013-2015, è così articolata:

  • Anno 2013: € 5.745.205,45
  • Anno 2014: € 977.907,31
  • Anno 2015: € 6.111.920,69

- con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 settembre 2013 recante “Disposizioni inerenti le procedure di utilizzo delle risorse individuate dall'articolo 1, comma 290 della legge 24 dicembre 2012, n. 228” all’art. 1, comma 3, viene stabilito che le risorse in parola possono essere utilizzate nel limite massimo del 25% per la concessione di contributi per interventi in conto capitale da destinare ai soggetti privati ed alle imprese;

dato atto che, a fronte dell’annualità 2013 decurtata del taglio lineare ed effettivamente trasferita alla Regione Emilia-Romagna e delle annualità 2014 e 2015 assegnate e non ancora trasferite, sull’ammontare complessivo di € 12.618.726,91, con deliberazione di Giunta regionale n. 799/2014, per quanto qui rileva, si è provveduto a:

- programmare la spesa di € 3.154.681,73 - corrispondente al 25% delle suddette risorse finanziarie - per la concessione di contributi per interventi in conto capitale a favore dei soggetti privati e delle imprese, così come stabilito con il citato DPCM del 20 settembre 2013;

- individuare le strutture di seguito indicate:

  • l’Agenzia regionale di protezione civile quale struttura competente per la gestione dei contributi a favore dei soggetti privati (settore abitativo);
  • la Direzione Generale “Attività produttive, commercio, turismo” e la Direzione Generale “Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatorie” quali strutture competenti per la gestione dei contributi a favore delle attività produttive;

dato atto, altresì, che con deliberazioni di Giunta regionale n. 1226/2014 e n. 138/2015 si è provveduto ad approvare le Direttive disciplinanti i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande di contributo e per la relativa concessione a favore dei soggetti privati e delle attività produttive dei Comuni delle Province di Forlì-Cesena e Rimini danneggiati dagli eventi in parola;

evidenziato che le citate Direttive prevedono, ai fini del calcolo del contributo assegnabile, di applicare l’aliquota percentuale individuata sull'importo complessivo dei danni - al netto di franchigie, indennizzi assicurativi e altri contributi pubblici - cui sommare l'importo per spese di perizia - entro il limite unitario di € 1.500,00 - non soggetto ad alcuna aliquota percentuale;

evidenziato, altresì, che la citata deliberazione di Giunta regionale n. 138/2015 stabilisce che le Unioni dei Comuni, che per conto dei Comuni colpiti dalle eccezionali precipitazioni nevose del febbraio 2012 espletano l’attività istruttoria delle domande di contributo, trasmettano gli elenchi riepilogativi di quelle ammesse a contributo alle Province di riferimento, nonché che le risorse a copertura dei contributi in parola siano erogate, nei casi che ricorrono, alle Unioni di Comuni interessati;

dato atto che l’Unione dei Comuni Valle del Savio esercita tali funzioni per i Comuni di Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano e Verghereto;

considerato che con deliberazione di Giunta regionale n. 1323 del 14 settembre 2015:

- si è preso atto dell’istruttoria delle domande di contributo effettuata dai Comuni interessati e degli elenchi riepilogativi riportanti i danni ammissibili a contributo trasmessi alla Regione Emilia-Romagna per il tramite delle Province che ne hanno accertato la regolarità, con un fabbisogno finanziario complessivo di € 16.408.005,19, comprensivo di € 311.781,46 per spese di perizia, così suddiviso:

  • settore abitativo € 4.916.265,32;
  • settore produttivo non agricolo € 9.566.293,86;
  • settore produttivo agricolo € 1.925.446,01;

- si è valutato di applicare per tutti e tre i settori sopraindicati la stessa aliquota percentuale sull'importo dei danni ammessi a contributo che, a fronte della provvista finanziaria e dei fabbisogni rappresentati dai Comuni interessati, è fissata al 17,958%;

- si è stabilito, applicando le modalità di calcolo previste nelle richiamate Direttive, di ripartire la somma di € 3.154.640,40, con un’economia di € 41,33 sulla spesa programmata, così articolata:

  • settore abitativo € 1.058.204,67;
  • settore produttivo non agricolo € 1.734.625,66;
  • settore produttivo agricolo € 361.810,07;

- si è dato atto che alla gestione delle risorse a copertura dei contributi per i settori sopraindicati provvederanno l’Agenzia regionale e le Direzioni generali in precedenza indicate e che le stesse, pertanto, provvederanno, con propri successivi atti, a quantificare le risorse assegnabili ai Comuni e alle Unioni di Comuni interessati e alla relativa liquidazione; 

Considerato che con la deliberazione di Giunta regionale n. 1319 del 14 settembre 2015 è stata approvata una variazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna relativa all’assegnazione dello Stato per interventi in conto capitale nei territori colpiti dagli eventi di cui in premessa imputando sul capitolo U48219 “Assegnazione all'Agenzia regionale di Protezione civile per interventi in conto capitale conseguenti alle eccezionali precipitazioni nevose nel febbraio 2012 nel territorio regionale (art. 1, comma 290, l. 24 dicembre 2012, n. 228; D.P.C.M. 23 marzo 2013 e art. 24, comma 1, lett. D), L.R. 7 febbraio 2005, n. 1) - mezzi statali” - U.P.B. 1.4.4.3.17500, già avente una disponibilità di € 6.500.466,75, un’ulteriore somma pari ad € 638.409,07 per un totale complessivo stanziato di € 7.138.875,82, di cui € 1.058.204,67 destinati alla copertura dei contributi a favore dei soggetti privati danneggiati dagli eventi in parola;

Preso atto della propria determinazione n. 730 del 28 settembre 2015 con la quale è stata approvata la necessaria variazione di competenza e di cassa al bilancio per l'esercizio finanziario 2015 dell’Agenzia regionale di protezione civile, integrando gli stanziamenti originariamente previsti nel bilancio di previsione sui seguenti capitoli:

- capitolo parte entrata E08401 “Trasferimenti della Regione provenienti dalle assegnazioni dello Stato in conto capitale per le eccezionali precipitazioni nevose nel febbraio 2012 (art. 1 comma 290 24/12/2012 n. 228 - D.P.C.M. 23/3/2013)” - U.P.B. 4.16.840 per Euro 7.138.875,82; - capitolo parte spesa U25004 “Trasferimenti in conto capitale ad amministrazioni locali per interventi in conto capitale conseguenti alle eccezionali precipitazioni nevose nel territorio regionale nel febbraio 2012 (art. 1 comma 290 24/12/2012 n. 228 - D.P.C.M. 23.03.2013)» - U.P.B. 1.4.250 per Euro 7.138.875,82; Ritenuto, pertanto, di procedere all’impegno della somma di Euro 1.058.204,67, destinata alla copertura dei contributi del settore abitativo, ai sensi dell’art. 47, comma 2, della L.R. n. 40/2001, sul capitolo U25004 “Trasferimenti in conto capitale ad amministrazioni locali per interventi in conto capitale conseguenti alle eccezionali precipitazioni nevose nel territorio regionale nel febbraio 2012 (art. 1 comma 290 24.12.2012 n. 228 - D.P.C.M. 23.03.2013)» di cui all’U.P.B. 1.4.250, del bilancio dell’Agenzia regionale di protezione civile per l'esercizio finanziario 2015, che presenta la necessaria disponibilità; Ritenuto, altresì, di procedere con il presente atto all’assegnazione e alla contestuale liquidazione ai Comuni e all’Unione dei Comuni interessati delle Province di Forlì-Cesena e Rimini delle risorse finanziarie a copertura dei contributi a favore dei soggetti privati danneggiati dagli eventi in parola, secondo lo schema in allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto, con la precisazione che eventuali economie rispetto alle risorse finanziarie trasferite dovranno essere evidenziate in sede di rendicontazione degli importi dei contributi effettivamente erogati ai relativi beneficiari; Verificata la necessaria disponibilità di cassa sul pertinente capitolo di bilancio; Richiamati:

- la L.R. n. 40 del 15 novembre 2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna”;

- la determinazione n. 412 del 23/5/2013 di revisione del Regolamento di Organizzazione e Contabilità dell’Agenzia regionale Protezione Civile, approvato dalla Giunta regionale con deliberazione n.839 del 24/6/2013;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42”;

- il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015 dell’Agenzia regionale di protezione civile adottato con determinazione del Direttore dell’Agenzia n.335 del 21 aprile 2015;

- il Piano annuale delle attività per l’anno 2015 dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, adottato dal Direttore dell’Agenzia con propria determinazione n. 336 del 21 aprile 2015;

- la delibera di Giunta regionale n. 472 del 27/4/2015 di approvazione del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2015 e piano annuale delle attività 2015 dell'agenzia regionale di protezione civile;

- la determinazione n. 543 del 09/07/2015 “Approvazione Primo stralcio Programma Operativo Agenzia Protezione Civile anno 2015”;

Ritenuto che sussistano tutte le condizioni previste dall’art. 51, comma 3, della L.R. n. 40/2001 per provvedere alla liquidazione della spesa;

dato atto che entro 4 mesi successivi al 30 settembre 2015, i Comuni e l’Unione dei Comuni trasmettono alla Provincia di riferimento l’elenco riepilogativo a rendicontazione degli importi dei contributi effettivamente spettanti ed erogati e dei relativi beneficiari, evidenziando eventuali economie rispetto alle risorse finanziarie trasferite dall’Agenzia regionale di protezione civile, corredato di copia conforme all’originale degli atti di liquidazione dei contributi adottati dal competente organo che devono riportare i nomi dei beneficiari del contributo, il relativo importo e gli estremi delle fatture/ricevute fiscali (Ditta emittente, numero e data di emissione, oggetto, importo al netto e al lordo dell’IVA, intestatario della fattura/ricevuta fiscale);

richiamate:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna";

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adeguamenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e s.m.i;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 1080 del 30 luglio 2012 con la quale è stato conferito allo scrivente l’incarico di Direttore dell’Agenzia regionale;

- la propria determinazione n. 535 del 9 luglio 2015 avente ad oggetto “Regolamento di organizzazione e contabilità dell'Agenzia regionale di protezione civile” approvata con deliberazione di Giunta regionale n. 1023 del 27 luglio 2015;

Attestata, ai sensi della Delibera di Giunta n. 2416/2008 e s.m.i. la regolarità del presente atto;

determina

Per le ragioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di procedere all’impegno della somma di Euro 1.058.204,67, destinata alla copertura dei contributi a favore dei soggetti privati danneggiati dalle eccezionali nevicate verificatesi nel mese di febbraio 2012, registrata al n. 349 di impegno sul capitolo U25004 “Trasferimenti in conto capitale ad Amministrazioni locali per interventi in conto capitale conseguenti alle eccezionali precipitazioni nevose nel territorio regionale nel febbraio 2012 (art. 1 comma 290 - 24/12/2012 n. 228 - D.P.C.M. 23/3/2013)” di cui all’U.P.B. 1.4.250, del bilancio dell’Agenzia regionale di protezione civile per l'esercizio finanziario 2015, che presenta la necessaria disponibilità;
  2. di assegnare e liquidare ai Comuni e all’Unione di Comuni interessati delle Province di Forlì-Cesena e Rimini la somma complessiva di € 1.058.204,67, secondo lo schema in allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto, a copertura dei contributi del settore abitativo;
  3. di dare atto che la spesa complessiva di € 1.058.204,67 grava al n. 349 di impegno sul capitolo U25004 “trasferimenti in conto capitale ad Amministrazioni locali per interventi in conto capitale conseguenti alle eccezionali precipitazioni nevose nel territorio regionale nel febbraio 2012 (art. 1 comma 290 24/12/2012 n. 228 - D.P.C.M. 23/03/2013)” di cui all’U.P.B. 1.4.250, del bilancio dell’Agenzia regionale di protezione civile per l'esercizio finanziario 2015, che presenta la necessaria disponibilità;

4. di dare atto che in attuazione del D.lgs.n.118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della Transazione elementare in relazione al suddetto capitolo di spesa, come definita dal citato decreto risultano essere le seguenti:

per i Comuni

  • Missione 11 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.01.02.003 - COFOG 03.2 - Transazioni UE 8 - SIOPE 2234 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

per le Unioni di Comuni

  • Missione 11 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.01.02.005 - COFOG 03.2 - Transazioni UE 8 - SIOPE 2235 - C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3

5. di dare atto che, ad esecutività della presente determinazione, si provvederà all’emissione dei titoli di pagamento;

6. di dare atto che entro 4 mesi successivi al 30 settembre 2015, i Comuni e l’Unione dei Comuni trasmettono alla Provincia di riferimento l’elenco riepilogativo a rendicontazione degli importi dei contributi effettivamente spettanti ed erogati e dei relativi beneficiari, corredato di copia conforme all’originale degli atti di liquidazione dei contributi adottati dal competente organo che devono riportare i nomi dei beneficiari del contributo, il relativo importo e gli estremi delle fatture/ricevute fiscali (Ditta emittente, numero e data di emissione, oggetto, importo al netto e al lordo dell’IVA, intestatario della fattura/ricevuta fiscale);

7. di precisare che eventuali economie rispetto alle risorse finanziarie trasferite dovranno essere dai Comuni e Unione dei Comuni evidenziate in sede di rendicontazione degli importi dei contributi effettivamente erogati ai relativi beneficiari;

8. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore

Maurizio Mainetti

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it