E-R | BUR

n.191 del 27.06.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del piano di riparto dei contributi previsti dal Fondo sociale per spese di investimento, destinabili alla realizzazione di interventi su strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie e del disciplinare per l'attuazione degli interventi ed erogazione dei relativi contributi

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso che la L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 48 “Fondo sociale regionale. Spese di investimento” autorizza la Regione Emilia-Romagna a concedere contributi in conto capitale a Enti Pubblici e Enti del privato sociale per la realizzazione di interventi da destinare a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, in attuazione degli obiettivi della programmazione regionale, delle priorità indicate dalle Conferenze Territoriali sociali e sanitarie (CTSS) e delle scelte in ambito distrettuale;

Visto, in particolare il comma 10 del sopra citato art. 48 della L.R. n. 2/2003 e ss.mm.ii. che attribuisce alla Giunta regionale il compito di definire “i termini, le modalità e le procedure per la presentazione delle domande di ammissione ai contributi e per l'assegnazione, erogazione e liquidazione dei contributi stessi, nonché la percentuale da concedere ai soggetti beneficiari”;

Vista la propria deliberazione n. 1355/2009 con la quale:

- all’Allegato 1 veniva approvato l’elenco degli interventi ammessi ai contributi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie finanziati tramite le risorse previste dal Fondo sociale regionale per spese di investimento di cui all’art. 48 della L.R. n. 2/2003 e ss.mm.ii. sopra richiamato, tra i quali rientrava anche l’intervento n. 16 “Realizzazione Centro Diurno assistenziale e socio-riabilitativo per disabili” del Comune di Traversetolo (PR);

- all’Allegato 2 veniva approvato il Disciplinare relativo alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione di tali contributi;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 2293/2015 con la quale, tra gli altri, veniva concesso al Comune di Traversetolo il contributo di € 300.000,00 per la realizzazione del citato intervento n. 16 previsto nella deliberazione n. 1355/2009 e s.m.i.;

- n. 1082/2016 con la quale, al fine di adeguare le procedure ai nuovi principi contabili previsti dal D.Lgs. n. 118/2011 e s.m.i., è stato approvato il “Disciplinare relativo alle procedure per la concessione, l’impegno e la liquidazione dei contributi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie previsti nelle deliberazioni di Giunta regionali n. 1355/2009 e n. 1156/2011 e loro ss.mm.ii”, in sostituzione di quello previsto all’Allegato 2 di cui al precedente punto;

Vista la determinazione del Direttore Generale Cura della persona, Salute e Welfare n. 20895/2016 relativa al rinnovo del Gruppo di Lavoro per la valutazione degli interventi destinati a strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali;

Acquisite agli atti del Servizio Strutture, Tecnologie e Sistemi informativi le note PG/263495/2018 e PG/316041/2018 a firma del Sindaco del Comune di Traversetolo con le quali:

- si comunicava la formale rinuncia al contributo di € 300.000,00 assegnato e concesso per l’intervento n. 16, a seguito di un contenzioso legale insorto in fase di attuazione dell’intervento con alcune proprietà private limitrofe, che ha comportato numerose difficoltà per la costruzione della struttura;

- si dava atto che:

  • a seguito dell’impossibilità di realizzare l’intervento sull’area prevista, l’amministrazione aveva dato corso alla progettazione del Centro diurno assistenziale per anziani e socio-riabilitativo per disabili attraverso la ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale, permanendo le esigenze socio-assistenziali per le quali l’intervento n. 16 era stato originariamente programmato;
  • la nuova soluzione progettuale presenta numerosi vantaggi tra i quali la disponibilità di spazi più ampi e la proprietà comunale dell’immobile, nonché la localizzazione della struttura nella zona centrale del paese comoda ai servizi e agli spazi pubblici a garanzia di una maggiore integrazione dell’utenza con il territorio;
  • si era provveduto all’aggiudicazione dei lavori relativi al primo stralcio del suddetto intervento denominato “Centro diurno assistenziale per anziani e socio-riabilitativo per disabili” e si richiedeva, contestualmente un contributo di € 172.800,00 per la realizzazione del secondo stralcio dell’intervento stesso pari € 254.600,00;

Vista la determinazione n. 7341/2018 del Responsabile del Servizio Strutture, Tecnologie e Sistemi Informativi relativa alla revoca del contributo di € 300.000,00 concesso al Comune di Traversetolo, con la propria deliberazione n. 2293/2015, per la realizzazione del citato intervento n. 16;

Acquisite agli atti del Servizio Strutture, Tecnologie e Sistemi informativi le note PG/265439/2018 e PG/341748/2018 a firma del Presidente dell’ASP Azienda Sociale Sud Est di Langhirano (PR) con le quali:

- si dava atto che l’Azienda sta provvedendo alla realizzazione di un significativo intervento di ampliamento e ristrutturazione della Casa Residenza Anziani Val Parma da realizzarsi per stralci funzionali, anche al fine di garantire la completa attuazione delle disposizioni previste dalla normativa per l’accreditamento delle strutture socio-sanitarie e una maggiore valorizzazione degli ambienti individuali e collettivi attraverso la ridistribuzione degli spazi;

- si richiedeva un contributo di € 400.000,00 per la realizzazione del primo stralcio del suddetto intervento il cui costo ammonta complessivamente ad € 826.245,75;

Considerato che la Conferenza Territoriale sociale e sanitaria di Parma ha dichiarato prioritarie le suddette proposte di intervento presentate dal Comune di Traversetolo e dall’ Azienda Sociale Sud Est, così come si evince dalle citate note PG/263495/2018 e PG/ 265439/2018 acquisite agli atti del Servizio Strutture, Tecnologie e Servizi Informativi;

Verificato dai competenti Servizi regionali che le proposte di intervento presentate dal Comune di Traversetolo e dall’ ASP Azienda Sociale Sud Est sono coerenti con gli obiettivi della programmazione socio-sanitaria regionale;

Considerato che, anche in coerenza con le procedure precedentemente adottate per l’assegnazione di contributi destinati a strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, l'ammontare del contributo da assegnare per ciascun intervento non potrà essere superiore al 70% del costo complessivo dell'intervento stesso;

Visti:

- D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n.42” e ss.mm.ii.;

- L.R. n. 15 novembre 2001, n.40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.4" per quanto applicabile;

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- L.R.27 dicembre 2017, n.25 "Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2018";

- L.R.27 dicembre 2017, n.26 "Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2018-2020 (legge di stabilità regionale 2018)";

- L.R.27 dicembre 2017, n.27 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020";

- la propria deliberazione n. 2191 del 22 dicembre 2017 "Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020"; 

Viste le determinazioni del Responsabile del Servizio Bilancio e Finanze n. 5415/2018 e n. 7261/2018 relative alle variazioni di Bilancio per utilizzo quote vincolate del risultato di amministrazione 2017 per la realizzazione di investimenti;

Dato atto che, a seguito dell’approvazione delle suddette determinazioni n. 5415/2018 e n. 7261/2018, le risorse finanziarie per complessivi € 572.800,00 risultano allocate ai seguenti capitoli di spesa del Bilancio finanziario gestionale di previsione 2018-2020, anno di previsione 2018:

- per € 101.952,00 sul Capitolo 57218 “Fondo Sociale regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone anziane (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”;

- per € 70.848,00 sul Capitolo 57201 “Fondo sociale regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone disabili (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali;

- per € 400.000,00 sul Capitolo 57224 “Fondo sociale regionale. Contributi alle Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona e alle Imprese sociali per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone anziani (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”;

Considerato che l’utilizzo di tali somme, essendo finanziate da quote vincolate del risultato di amministrazione 2017 e finalizzate alla realizzazione di investimenti, è assoggettato a specifiche condizioni, ai sensi dell’Intesa Stato-Regioni sottoscritta in data 22 febbraio 2018, ed in particolare che le somme dovranno essere impegnate sul Bilancio regionale entro il 31 luglio 2018 e le relative spese siano effettivamente realizzate per il 35% entro il 31 dicembre 2018;

Ritenuto pertanto opportuno, soddisfare le richieste del Comune di Traversetolo (PR) e dell’ASP Azienda Sociale Sud-Est di Langhirano (PR) al fine di dare risposta ai bisogni socio-assistenziali e socio-sanitari espressi dal territorio, prevedendo l'approvazione:

- del Piano di riparto dei contributi destinabili alla realizzazione di interventi su strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, finanziati con le risorse previste dal Fondo sociale per spese di investimento per complessivi € 572.800,00, riportato all’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- del Disciplinare relativo alle modalità di attuazione degli interventi di cui al precedente punto ed erogazione dei relativi contributi, ai sensi del comma 10 del citato art. 48 della L.R. n. 2/2003 e ss.mm.ii., riportato all'Allegato 2 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviate con Delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- n. 702 del 16 febbraio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe della stazione appaltante”;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R. 43/2001”;

- n. 1107 del 11 luglio 2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- n. 121 del 6 febbraio 2017 “Nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

- n. 477 del 10 aprile 2017 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali Cura della persona, Salute e Welfare; Risorse, Europa, innovazione e istituzioni e autorizzazione al conferimento dell’interim per un ulteriore periodo sul Servizio territoriale Agricoltura, caccia e pesca di Ravenna”;

Visti altresì:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii. ed in particolare l’art. 26 comma 1;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Dato atto dell’attestazione della copertura finanziaria resa dalla Responsabile del Servizio Gestione della Spesa regionale, Dott.ssa Marina Orsi, anch’essa allegata alla presente deliberazione;

Su proposta della Vicepresidente e Assessore al Welfare e Politiche Abitative, e dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e che si intendono integralmente riportate:

1) di approvare il Piano di riparto dei contributi destinabili alla realizzazione di interventi su strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie, da finanziarsi con le risorse previste dal Fondo sociale per spese di investimento, di cui all'art. 48 della L.R. n. 2/2003 e ss.mm.ii., riportato nell'Allegato 1 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per complessivi € 572.800,00;

2) di approvare il Disciplinare relativo alle procedure per l’attuazione degli interventi su strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie e per l’erogazione dei relativi contributi, di cui al precedente punto, riportato all'Allegato 2 parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3) di dare atto che le risorse finanziarie necessarie per complessivi € 572.800,00 risultano allocate ai seguenti Capitoli di Spesa del Bilancio finanziario gestionale di previsione 2018-2020, anno di previsione 2018:

- per € 101.952,00 sul Capitolo 57218 “Fondo Sociale regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone anziane (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”;

- per € 70.848,00 sul Capitolo 57201 “Fondo sociale regionale. Contributi a Enti Locali, loro forme associative e Ausl per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone disabili (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali;

- € 400.000,00 sul Capitolo 57224 “Fondo sociale regionale. Contributi alle Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona e alle Imprese sociali per costruzione, ristrutturazione ed acquisto di immobili destinati o da destinare a strutture dedicate alle persone anziani (art. 48, L.R. 12 marzo 2003, n.2 e L. 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali”;

4) di dare atto, altresì, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;

5) di pubblicare, altresì, il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it