E-R | BUR

n.172 del 13.06.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento relativo alla procedura di verifica (screening) riguardante il progetto di potenziamento del depuratore aziendale con relativo aumento della capacità produttiva sito in Viale delle Esposizioni 79/A in comune di Parma (PR). Proponente: La Doria SpA

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina:

a) di fare propria la Relazione Istruttoria redatta dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell’ARPAE SAC di Parma, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot. PGPR/2018/10137 del 11/5/2018, che costituisce l’Allegato 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA; 

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della LR 4/2018 e dell’art.19, comma 8 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto di potenziamento del depuratore aziendale con relativo aumento della capacità produttiva sito in Viale delle Esposizioni 79/A in comune di Parma dalla ulteriore procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), a condizione che vengano rispettate le prescrizioni di seguito indicate: 

1) considerato che l’area in cui si inserisce lo scarico idrico dell’azienda è considerata sensibile e critica dal punto di vista idraulico, è emersa da parte dell’Ente competente Consorzio della Bonifica Parmense l’esigenza che la nuova portata massima istantanea richiesta sullo scarico S2, pari a 45 l/s, debba essere garantita mediante installazione di valvola tipo “idroslide” o similare. Si prescrive inoltre che in sede di presentazione di modifica sostanziale di AIA dovranno essere relazionate le verifiche svolte sulla capacità del bacino di laminazione rispetto ad un’eventuale richiesta da parte del Consorzio di Bonifica Parmense di sospensione dello scarico in caso di emergenze idrauliche in occasione di eventi meteorici particolarmente critici; 

2) in merito alle emissioni in atmosfera ed in particolare al previsto aumento dei flussi derivato dal maggiore traffico indotto, considerato anche il quadro di riferimento programmatico e la pianificazione territoriale, vista l’incidenza dell’aumento dei flussi rispetto alla qualità dell’aria esistente, si è preso atto favorevolmente della proposta dell’azienda di ridurre di pari quota l’attuale flusso emissivo massimo autorizzato nell’AIA vigente e si prescrive che siano ridotti i flussi emissivi massimi autorizzati nell’ambito della conclusione della successiva istruttoria di modifica sostanziale dell’AIA; 

c) di dare atto che la non ottemperanza alle prescrizioni sarà soggetta a sanzione come definito dall’art.29 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.; 

d)di stabilire, ai sensi dell’art.25 della LR 4/2018, che la relazione di verifica di ottemperanza alle prescrizioni dovrà essere presentata alla Regione Emilia-Romagna e ad ARPAE SAC di Parma; 

e) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura a carico del proponente in euro 1200,00 (milleduecento/00) ai sensi dell’art. 31 della L.R.4/2018, importo correttamente versato alla SAC Arpae di Parma all’avvio del procedimento; 

f) di trasmettere la presente determinazione al proponente, alla SAC Arpae di Parma, alla Provincia di Parma, al Comune di Parma, ad AUSL ed al Consorzio della Bonifica Parmense; 

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna,; 

h) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it