E-R | BUR

n.83 del 23.05.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Bando per la riduzione dell'inquinamento luminoso tramite interventi a carattere sperimentale di cui al bando approvato con deliberazione di Giunta regionale 1069/11. Approvazione graduatoria e assegnazione contributo

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso:

- che l’Assemblea Legislativa con la deliberazione di cui all’oggetto n. 3935/2008 “Piano di Azione Ambientale per un futuro sostenibile della Regione Emilia-Romagna 2008-2010” ha approvato il “Programma Triennale Regionale Tutela Ambientale 2008-2010” ai sensi dell’art. 99 della L.R. 9/99, e che nel citato Programma, nell’ambito del miglioramento della qualità dell’aria, sono previste azioni sul versante del risparmio energetico nel settore dell’illuminazione stradale, che comprendono sia la promozione di apposite analisi energetiche sui consumi sia l’attivazione di interventi di risparmio energetico;

- che la Regione Emilia-Romagna, ha provveduto ad elaborare un bando approvato con propria deliberazione n. 1069/2011 recante per oggetto “Finanziamento di un programma di interventi finalizzati all’applicazione e sperimentazione di tecnologie, anche innovative, per la riduzione dell’inquinamento luminoso ed i risparmio energetico nella pubblica illuminazione esterna, denominato “Laboratorio a cielo aperto”;

Considerato che:

- la citata deliberazione 1069/11 prevede che:

a) in relazione alle domande pervenute, la Regione provvede alla definizione della graduatoria per l’assegnazione del contributo regionale (art. 5.2 del bando);

b) il contributo di cui al punto a) è assegnato al soggetto titolare che ha raggiunto il punteggio massimo tra i partecipanti, classificandosi al 1° posto nella graduatoria (art. 6.1 del bando);

c) il Laboratorio è finanziato in conto capitale fino al 100% dei costi di investimento ammissibili sostenuti, con un limite massimo concedibile pari a 250.000,00 euro (comprensivo di IVA) (art. 6.2);

Rilevato che alla data del 30 novembre 2011, scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono pervenute 17 domande;

Richiamate le metodologie, gli elementi ed i punteggi previsti per la valutazione delle domande presentate ai fini della definizione della citata graduatoria di cui all’art. 5.3 del bando;

Considerato l’esito dell’istruttoria effettuata in merito alle 17 domande pervenute, dal quale risultano:

- 8 domande conformi alle tempistiche, alle condizioni e ai requisiti richiesti dal bando;

- 9 domande ritenute non ammissibili per i seguenti motivi:

  • mancata presentazione nel termine previsto dal bando (2 domande);
  • non conformità a condizioni o requisiti previsti dal bando (7 domande);

Dato atto che, considerata la caratteristica sperimentale e particolare del laboratorio, nelle more del riscontro alle comunicazioni dei motivi ostativi all’ammissione, si è proceduto comunque alla valutazione dei 9 progetti ritenuti non ammissibili, ai quali sono stati attribuiti i punteggi di cui all’Allegato C,parte integrante del presente atto;

Dato atto che, in esito ai riscontri alle comunicazioni dei motivi ostativi all’ammissione e alla verifica e valutazione di tutte le domande, la graduatoria degli interventi ammessi è quella riportata nell’Allegato A parte integrante del presente atto, sulla base dei punteggi assegnati in relazione agli elementi di valutazione indicati nel bando, come dettagliato nell’Allegato B;

Viste:

- le Leggi regionali n. 14 e 15 del 23/12/2010;

- 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 1720 del 4 dicembre 2006 relativa a “Conferimento degli incarichi di responsabilità delle Direzioni generali della Giunta regionale”;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 con oggetto “ Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adempimento e aggiornamento della delibera 450/07 e successive modifiche”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore all’Ambiente e Riqualifica­zione Urbana;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, la graduatoria finale dei progetti ammessi di cui all’Allegato A, unitamente al riepilogo dei punteggi assegnati in relazione ai singoli elementi di valutazione previsti dal bando, di cui all’Allegato B, entrambi parti integranti della presente deliberazione, individuando nel Comune posizionatosi al 1° posto, il Comune di Rimini, l’assegnatario del contributo regionale;
  2. di approvare inoltre l’Allegato C, quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, con l’elenco delle domande non ammesse, e relative motivazioni e punteggi;
  3. di dare atto che:
    • ai sensi dell’art. 6.4 del bando, al soggetto classificatosi 1° in graduatoria, viene inviata apposita comunicazione di assegnazione del contributo regionale;
    • ai sensi dell’art. 6.6 del bando, il soggetto titolare assegnatario del contributo, sulla base dello studio di fattibilità deve far pervenire con le stesse modalità di inoltro della domanda di partecipazione, entro 90 giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al punto precedente, il Progetto esecutivo del laboratorio, che non può presentare significative differenze rispetto ai contenuti dello Studio di Fattibilità presentato;
    • ai sensi dell’art. 6.7 del bando la Regione entro 90 giorni dalla data di inoltro del progetto esecutivo, provvede alla verifica della conformità dello stesso ai contenuti dello studio di fattibilità e ai criteri del presente bando, comunica al comune la presa d’atto del progetto ed il conseguente impegno di spesa;
    • ai sensi dell’art. 6.8 del bando il soggetto beneficiario del contributo regionale dovrà avviare i lavori entro 90 giorni dalla data di assunzione di spesa;
  4. di pubblicare il testo del presente provvedimento in forma integrale, nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e nel sito internet della Regione Emilia-Romagna, al seguente indirizzo: http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/aria-rumore-elettrosmog/temi/inquinamento-luminoso.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it