E-R | BUR

n.156 del 16.08.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma annuale 2012: ripartizione delle risorse del Fondo sociale regionale ai sensi dell'art. 47 comma 3 della L.R. 2/03 e individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi di cui alla deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 74 del 8 maggio 2012 (Primo provvedimento)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali", ed in particolare l'art. 20 che prevede la ripartizione, da parte dello Stato, delle risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali finalizzato alla promozione e al raggiungimento degli obiettivi di politica sociale;

- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”, ed in particolare l’art. 46 che istituisce il Fondo sociale regionale e ne individua le fonti di finanziamento;

- la L.R. 10 gennaio 2010, n. 1 “Norme in materia di servizi educativi per la prima infanzia”;

- la deliberazione di Assemblea legislativa n. 175 del 22 maggio 2008 avente per oggetto “Piano sociale e sanitario 2008-2010”;

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 74 del 8 maggio 2012 con la quale sono stati approvati gli "Indirizzi per la programmazione sociale e dei servizi educativi per la prima infanzia per l'anno 2012, ai sensi della L.R. 2/03 e L.R. 1/00 ed in attuazione del Piano sociale e sanitario regionale. (Proposta della Giunta regionale in data 26 marzo 2012, n. 355)”;

Richiamate:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna. Abrogazione della L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4";

- la L.R. 22 dicembre 2011, n. 21” Legge Finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della Legge regionale 15 Novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2012 e del Bilancio pluriennale 2012-2014”.

- La L.R. 22 dicembre 2011, n. 22 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012-2014”.

Dato atto che è ancora in corso di definizione la quantificazione e assegnazione delle risorse provenienti dallo Stato per l’anno 2012 e afferenti al Fondo nazionale per le politiche sociali di cui alla L. 328/00 e al Fondo nazionale per le Politiche della Famiglia, di cui alla L. 27 dicembre 2006, n. 296, e pertanto si rimanda ad un proprio successivo provvedimento la programmazione delle risorse medesime;

Atteso che nell'ambito del Fondo Sociale Regionale, di cui all’art. 47 della L.R. 2/03, la quota di risorse regionali per l'esercizio 2012 destinata al presente programma ammonta a complessivi Euro 27.191.854,80 ed è allocata per Euro 27.091.854,80 ai seguenti capitoli di spesa e U.P.B. del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario in corso:

U.P.B. 1.5.2.2.20100 - Fondo Sociale Regionale

- Capitolo 57115 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata alle province per l’attuazione dei programmi provinciali, per le attività di coordinamento e supporto per l’implementazione e gestione del sistema informativo dei servizi sociali nonché per l’elaborazione dei Piani di Zona (art. 47, comma 1, lett. c), L.R. 12 marzo 2003, n. 2)"

Euro 237.000,00

- Capitolo 57120 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata ai Comuni singoli e alle forme associative per l’attuazione dei piani di zona e per la realizzazione degli interventi relativi agli assegni di cura, al sostegno economico ed alla mobilità degli anziani, dei disabili o inabili (art. 47, comma 1, lett. b), L.R. 12 marzo 2003, n. 2)"

Euro 22.649.285,00

- Capitolo 57150 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata ai Comuni singoli e loro forme associative e alle AUSL per il sostegno delle attività di cui all’art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "

Euro 205.569,80

- Capitolo 57154 “Fondo Sociale Regionale. Quota parte destinata alle Istituzioni Sociali private senza scopo di lucro per il sostegno delle attività di cui all'art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2”

Euro 100.000,00

U.P.B. 1.6.1.2.22100 - Servizi educativi per l’infanzia

- Capitolo 58430 “Fondo regionale per i servizi educativi per l’infanzia. Assegnazione alle Amministrazioni provinciali per la gestione, la qualificazione e la sperimentazione di servizi innovativi - mezzi propri della Regione (art. 14, comma 4, L.R. 10 gennaio 2000, n. 1 e successive modifiche)”

Euro 3.900.000,00

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2288 del 27 dicembre 2010 ad oggetto “Programma annuale 2010: ripartizione delle risorse del Fondo sociale regionale ai sensi dell’art. 47, comma 3, della L.R. 2/03 e individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi di cui alla deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 26 del 23 novembre 2010”;

- n. 2168 del 27 dicembre 2011 ad oggetto “Programma annuale 2011: ripartizione delle risorse del Fondo sociale regionale ai sensi dell’art. 47, comma 3, della L.R. 2/03 e individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi di cui alla deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 62 del 22 novembre 2011”;

Ritenuto opportuno - in esito alle verifiche effettuate dai Servizi regionali competenti per materia sulla base dell’avanzamento complessivo delle attività ricomprese nelle azioni previste dal programma 2010, approvato con propria deliberazione n. 2288/2010 - provvedere alla deprogrammazione delle risorse derivanti dal Fondo Nazionale per le politiche sociali per l’anno 2010 destinate agli interventi riferiti al paragrafo 2.1 “Promozione sociale ed iniziative formative", allocate al capitolo 57123 “Fondo sociale regionale. Quota parte destinata alle istituzioni sociali private senza scopo di lucro per il sostegno delle attività di cui all’art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328 - Mezzi statali”, afferente all'U.P.B. 1.5.2.2.20101, per un importo pari a Euro 30.000,00, destinandole contestualmente al presente programma secondo le finalità di cui all’allegato parte integrante;

Valutato altresì opportuno destinare al presente programma ulteriori risorse, rivenienti dal Fondo nazionale per le politiche sociali, pari a Euro 70.000,00 non utilizzate in relazione a precedenti programmazioni finanziarie, riallocate e disponibili, ai sensi della normativa contabile vigente, al medesimo capitolo 57123 sopracitato;

Viste:

- la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”, ed in particolare l’art. 11 “Codice unico di progetto degli investimenti pubblici”;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”, e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 4 del 7 luglio 2011, recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’articolo 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Ritenuto di dover provvedere alla ripartizione delle suddette risorse, affluenti al Fondo Sociale Regionale per l’anno 2012 ai sensi dell’art. 46 della L.R. 2/03, nonché alla definizione del percorso amministrativo procedurale per garantire il perseguimento degli obiettivi e la realizzazione operativa degli interventi del programma annuale, così come individuati dalla deliberazione dell’Assemblea legislativa 74/12;

Considerato che nell’ambito del Programma annuale 2012, allegato parte integrante del presente atto, sono stati riportati la ripartizione delle risorse tra i singoli programmi, le azioni per il perseguimento degli obiettivi, nonché la definizione del percorso amministrativo procedurale per l’assegnazione, la concessione, l’impegno e la liquidazione della spesa;

Dato atto che:

  • con la deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 62 del 22 novembre 2011 sono stati confermati, nelle more dell’approvazione del nuovo Piano sociale e sanitario regionale, gli obiettivi e gli indirizzi del Piano sociale e sanitario 2008-2010 di cui alla D.A.L. n. 175/2008 e conseguentemente prorogata di un’ulteriore anno la durata dei Piani di Zona per la salute ed il benessere sociale 2009-2011, considerando il Programma Attuativo 2012 la quarta annualità dei vigenti Piani di zona distrettuali;
  • sulla base di quanto dettagliatamente riportato nell’allegato al presente provvedimento, le risorse destinate agli enti locali per la programmazione territoriale si aggiungono alle risorse già destinate agli enti medesimi con DGR 2168/11 e assegnate con successivi atti;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006 e s.m., n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 2416 del 29 dicembre 2008 e ss.mm., n. 1377 del 20 settembre 2010, n. 1222 del 4 agosto 2011 e n. 1511 del 24 ottobre 2011; 

Vista la L.R. 43/01 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e succ. mod.;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Promozione delle politiche sociali e di integrazione per l'immigrazione, volontariato, associazionismo e terzo settore, Teresa Marzocchi, e dell’Assessore alle Politiche per la Salute, Carlo Lusenti;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di richiamare integralmente le considerazioni espresse in premessa che costituiscono, pertanto, parte integrante del presente dispositivo;

2) di approvare la ripartizione delle risorse, l’individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi e per il relativo monitoraggio, nonché la definizione del percorso amministrativo procedurale, come disciplinate nell’Allegato “Programma annuale 2012: ripartizione delle risorse del fondo sociale regionale ai sensi dell’art. 47 comma 3 della L.R. 2/03 e individuazione delle azioni per il perseguimento degli obiettivi di cui alla deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 74 del 8 maggio 2012 ”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per garantire la realizzazione operativa degli "Indirizzi per la programmazione sociale e dei servizi educativi per la prima infanzia per l'anno 2011, ai sensi della L.R. 2/03 e della L.R. 1/00, nonchè in attuazione del Piano sociale e sanitario regionale”, contenuti nella deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 74 del 8 maggio 2012;

3) di dare atto che l’ammontare delle risorse finanziarie destinato al programma per l'anno 2012 è quantificato in Euro 27.191.854,80 ed è destinato alle azioni dettagliatamente descritte nell’allegato parte integrante del presente atto, nel quale sono altresì indicati i criteri dettagliati di riparto ed il percorso amministrativo procedurale che verrà attivato per dare attuazione operativa al programma con imputazione dei relativi oneri ai pertinenti capitoli di spesa del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 o altro esercizio finanziario in cui matureranno le rispettive obbligazioni giuridiche, fermo restando il rispetto dei vincoli posti dalla legislazione contabile vigente;

4) di dare atto, altresì, che le risorse finanziarie di cui al punto 3) che precede risultano allocate ai capitoli di spesa del Bilancio di previsione regionale per l'esercizio finanziario in corso, di seguito citati:

U.P.B. 1.5.2.2.20100 - Fondo Sociale Regionale

- Capitolo 57115 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata alle province per l’attuazione dei programmi provinciali, per le attività di coordinamento e supporto per l’implementazione e gestione del sistema informativo dei servizi sociali nonché per l’elaborazione dei Piani di Zona (art. 47, comma 1, lett. c), L.R. 12 marzo 2003, n. 2)"

Euro 237.000,00

- Capitolo 57120 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata ai Comuni singoli e alle forme associative per l’attuazione dei piani di zona e per la realizzazione degli interventi relativi agli assegni di cura, al sostegno economico ed alla mobilità degli anziani, dei disabili o inabili (art. 47, comma 1, lett. b), L.R. 12 marzo 2003, n. 2)"

Euro 22.649.285,00

- Capitolo 57150 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata ai Comuni singoli e loro forme associative e alle AUSL per il sostegno delle attività di cui all’art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 "

Euro 205.569,80

- Capitolo 57154 “Fondo Sociale Regionale. Quota parte destinata alle Istituzioni Sociali private senza scopo di lucro per il sostegno delle attività di cui all'art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2”

Euro 100.000,00

U.P.B. 1.5.2.2.20101 - Fondo Sociale Regionale - risorse statali

- Capitolo 57123 “Fondo sociale regionale. Quota parte destinata alle istituzioni sociali private senza scopo di lucro per il sostegno delle attività di cui all’art. 47, comma 2, L.R. 12 marzo 2003, n. 2 e L. 8 novembre 2000, n. 328 - Mezzi statali”

Euro 100.000,00

U.P.B. 1.6.1.2.22100 - Servizi educativi per l’infanzia

- Capitolo 58430 “Fondo regionale per i servizi educativi per l’infanzia. Assegnazione alle Amministrazioni provinciali per la gestione, la qualificazione e la sperimentazione di servizi innovativi - mezzi propri della Regione (art. 14, comma 4, L.R. 10 gennaio 2000, n. 1 e successive modifiche)”

Euro 3.900.000,00

5) di pubblicare il presente atto deliberativo nel Bol­lettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it