E-R | BUR

n.113 del 20.05.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifiche, in attuazione della Legge n.224/2012, alle qualifiche per "Operatore dell'autoriparazione" e "Tecnico autronico dell'automobile", di cui alla DGR 1372/2010 e ss.mm.ii.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

  • la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e in particolare l’art. 32;
  • la L.R. 1 agosto 2005, n. 17 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”;
  • la L.R. 30 giugno 2011, n. 5 “Disciplina del Sistema Regionale dell’Istruzione e Formazione professionale”;

Richiamati:

  • la legge 5 febbraio 1992, n. 122, “Disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale e disciplina dell'attività di autoriparazione”;
  • la legge 11 dicembre 2012, n. 224, “Modifica all'articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 122, concernente la disciplina dell'attività di autoriparazione”;
  • il D.Lgs. 16 gennaio 2013, n. 13, “Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l’individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali e degli standard minimi di servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze, a norma dell’art. 4, commi 58 e 68, della L. 92/2012”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 936 del 17 maggio 2004,”Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del Sistema Regionale delle Qualifiche”;
  • n. 1434 del 12 settembre 2005 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle Competenze”;
  • n. 105 del 01 febbraio 2010 ”Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/02/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/02/2005, n. 265” e ss.mm.;
  • n. 1372 del 20 settembre 2010 “Adeguamento ed integrazione degli Standard professionali del Repertorio regionale delle Qualifiche” e ss.mm.ii;
  • n. 1776 del 22 novembre 2010 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali conseguibili nel sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale e le figure nazionali di cui all'accordo in conferenza Stato-Regioni del 29/04/2010, recepito con decreto interministeriale del 15 giugno 2010”;
  • n. 1695 del 15 novembre 2010, “Approvazione del documento di correlazione del Sistema regionale delle Qualifiche (SRQ) al Quadro europeo delle Qualifiche (EQF)”;
  • n. 438 del 16 aprile 2012 “Modifica e integrazione all'avviso pubblico per la presentazione di richieste di autorizzazione di attività non finanziate di cui alla DGR. n. 704/2011”;
  • n. 739 del 10 giugno 2013 “Modifiche e integrazioni al Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze, di cui alla D.G.R. n. 530/2006”;
  • n. 742 del 10 giugno 2013 “Associazione delle conoscenze alle Unità di Competenza delle qualifiche regionali.”

Viste infine:

  • la propria deliberazione n. 2166 del 19 dicembre 2005 “Aspetti generali e articolazione della Procedura sorgente nel Sistema regionale delle qualifiche”;
  • la determinazione della Responsabile del Servizio Formazione professionale n. 7119 del 24 luglio 2009 “Approvazione Nuova Modulistica relativa alla Procedura Sorgente del Sistema Regionale delle Qualifiche, di cui alla delibera G.R. n. 2166/05”;

Dato atto che la citata L. 224/2012:

  • ha modificato all’art. 1 la L. 122/1992 in materia di autoriparazione, individuando l’attività di “meccatronica”, che sostituisce, accorpandole, le previgenti attività di meccanico-motorista e di elettrauto;
  • ha disposto all’art. 2 che le Regioni adeguino di conseguenza i programmi e le modalità di svolgimento dei corsi di cui al richiamato art. 7, comma 2, lett. b), della L. 122/1992, previa definizione di livelli minimi comuni mediante accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni;

Preso atto che, in sede di Conferenza Stato-Regioni il 12 giugno 2014 è stato adottato, ai sensi dell’art. 2 della L. 224/2012, l’”Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano sullo standard professionale e formativo del tecnico meccatronico delle autoriparazioni”;

Valutato opportuno, sulla base delle indicazioni della L. 122/92 e del suddetto Accordo del 12/06/2014, procedere alla modifica degli standard regionali professionali, di cui al Sistema regionale delle qualifiche (SRQ) e di certificazione (SRFC);

Valutata pertanto la necessità di aggiornare lo standard professionale delle qualifiche, già esistenti nel Repertorio regionale, per “Operatore dell’autoriparazione” e “Tecnico autronico dell’automobile”, al fine di renderle conformi agli standard prefigurati dalla normativa nazionale;

Ritenuto che, per la sola figura di “Operatore dell’autoriparazione”, sia opportuno modificare la denominazione in “Operatore meccatronico dell’autoriparazione”, per renderla più aderente al tipo di profilo descritto, in termini di competenze;

Considerato che le sopra citate qualifiche, conformi alla normativa nazionale, risultano maggiormente spendibili su tutto il territorio nazionale, ponendosi in linea con il mercato occupazionale e con la richiesta di specializzazione del settore;

Ritenuto quindi opportuno approvare le modifiche alle due figure, già esistenti nel Repertorio regionale delle Qualifiche (SRQ), di “Operatore dell’autoriparazione”, così ridenominata in “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” e “Tecnico autronico dell’automobile” e confermare la loro collocazione nell’area professionale esistente “Autoriparazione”;

Stabilito inoltre che, in base al grado di complessità delle competenze che le compongono, la qualifica di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” permane collegabile alla tipologia di standard formativo per le qualifiche di “accesso” all’area professionale, mentre la qualifica di “Tecnico autronico dell’automobile” permane collegabile alla tipologia di standard formativo per le qualifiche di “approfondimento tecnico/specializzazione”, in base all’Allegato 3) della citata deliberazione n. 105/2010 e ss.mm.;

Valutato infine che per la qualifica di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” persiste la correlazione con la corrispondente figura nazionale di “Operatore alla riparazione dei veicoli a motore - indirizzo riparazione parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore”, ai sensi della sopra citata DGR 1776/2010;

Considerato che, alla luce delle modifiche apportate alla denominazione della figura regionale dell’”Operatore dell’autoriparazione”, ridenominata in “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” la correlazione aggiornata è da considerarsi quella riportata all’Allegato 2), che con il presente atto si approva integralmente, quale parte integrante;

Considerato inoltre che gli standard professionali così rivisti della sopra citata qualifica per “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” costituiscono riferimento:

  • per la progettazione formativa dei percorsi di IeFP, a partire dall’anno scolastico/formativo 2015/2016;
  • per la progettazione formativa dei percorsi di F.P., a partire dall’approvazione del presente atto;

Considerato infine che gli standard professionali così rivisti della sopra citata qualifica per “Tecnico autronico dell’automobile” costituiscono riferimento per la progettazione formativa dei percorsi di F.P., a partire dall’approvazione del presente atto;

Sentita la Commissione regionale Tripartita, in merito ai criteri di attuazione delle Linee Guida citate e al procedimento di aggiornamento delle due qualifiche regionali sopra richiamate;

Vista la legge regionale n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1057/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1663/2006 "Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";
  • n. 2416/2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” ss.mm.;
  • n. 1377/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali” così come rettificata dalla deliberazione di Giunta regionale n. 1950/2010;
  • n. 335/2015 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti e prorogati nell’ambito delle Direzioni Generali, Agenzie, Istituti”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di approvare, per le motivazioni indicate in premessa, le modifiche alle qualifiche di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” e “Tecnico autronico dell’automobile”, riproposte integralmente nell’Allegato 1), parte integrante alla presente deliberazione, confermandone la collocazione nell’area professionale esistente “Autoriparazione”;

2) di dare atto che, per le motivazioni citate in premessa, in base all’Allegato 3) della citata deliberazione n. 105/2010 e ss.mm., la qualifica di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” permane collegabile alla tipologia di standard formativo per le qualifiche di “accesso” all’area professionale, mentre la qualifica di “Tecnico autronico dell’automobile” permane collegabile alla tipologia di standard formativo per le qualifiche di “approfondimento tecnico/specializzazione”;

3) di dare atto che, per la sopra richiamata qualifica di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione” persiste la correlazione con la corrispondente figura nazionale di “Operatore alla riparazione dei veicoli a motore - indirizzo riparazione parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore”, ai sensi della sopra citata DGR 1776/2010;

4) di approvare l’aggiornamento della correlazione tra le figure di cui al punto precedente e la ridenominazione della figura regionale dell’”Operatore dell’autoriparazione”, in “Operatore meccatronico dell’autoriparazione”, così come riportato nell’allegato 2), che con il presente atto si approva integralmente, quale parte integrante;

5) di disporre l’adeguamento dei percorsi formativi agli standard professionali rivisti della sopra citata qualifica di “Operatore meccatronico dell’autoriparazione”:

  • specificatamente per la IeFP, a partire dall’anno scolastico/formativo 2015/2016;
  • per la F.P, a partire dalla data di approvazione del presente atto;

6) di disporre altresì l’adeguamento dei percorsi formativi di F.P. agli standard professionali della sopra citata qualifica per “Tecnico autronico dell’automobile”, a partire dall’approvazione del presente atto; 

7) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it