E-R | BUR

n.203 del 26.06.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Autorizzazione all'allogamento, stazionamento, utilizzo di apparecchiatura diagnostica a RM 1,5T "Total Body" mobile operante presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma via A. Gramsci n. 14 - 43126 PR

IL DIRETTORE

Richiamate: 

- la legge 7 agosto 2016, n. 160 e in particolare l’art. 21 bis, co. 2, che modifica il regime autorizzatorio relativo all’installazione delle apparecchiature a risonanza magnetica (RM) con valore di campo statico di induzione magnetica non superiore a 4 Tesla, trasferendo la competenza dal Ministero della Salute alle Regioni e alle Province autonome;

- la DGR n. 1308 del 11 settembre 2017, ad oggetto: “Procedure per l’autorizzazione all’installazione delle apparecchiature a risonanza magnetica, sia mobili che fisse, con campo di induzione magnetica non superiore a 4 Tesla – Adempimenti normativi” con la quale la Regione Emilia-Romagna ha adempiuto al dettato normativo previsto dalla L. 160/16, art. 21-bis, comma 2 e ha riordinato le procedure autorizzatorie;

- la Determina Dirigenziale n. 20702 del 21 dicembre 2017, ad oggetto: “DGR 1308/17 “Procedure per l’autorizzazione all’installazione delle apparecchiature a risonanza magnetica, sia mobili che fisse, con campo di induzione magnetica non superiore a 4 Tesla – Adempimenti normativi” – Costituzione della Commissione Tecnica Regionale”; 

Vista la domanda presentata in data 29/4/2019, PG 2019/411607 in ingresso, conservata agli atti del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica, con la quale il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, con sede legale in via A. Gramsc n.14 - 43126, Parma, chiede l’autorizzazione all’allogamento, stazionamento, utilizzo di apparecchiatura diagnostica a risonanza magnetica mobile, 1,5 Tesla, “total body”, da utilizzarsi per un numero di mesi pari a tre, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, via A. Gramsci n.14 - 43126 Parma; 

Preso atto che:

- la Commissione tecnica regionale di cui alla determinazione citata, riunitasi in data 2 maggio 2019, presso la sede regionale di Viale A. Moro, 21, Bologna, esaminata la pratica, ha ritenuto di chiedere, con nota PG/2019/0442797 del 9/5/2019, chiarimenti sulla precisa collocazione fisica del mezzo mobile nel contesto dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma mediante esibizione della planimetria, oltre a indicazioni dei percorsi per operatori e pazienti;

- il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha risposto, fornendo le informazioni richieste, con nota protocollata in ingresso PG/2019/0465306 del 16/5/2019, depositata agli atti del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica;

- la Commissione tecnica regionale, riunitasi il 27/5/2019, presso la sede regionale di Viale A. Moro n.21, Bologna, ha esaminato con esito positivo la pratica in parola e ha espresso parere favorevole all’allogamento, stazionamento, utilizzo di un’apparecchiatura diagnostica a risonanza magnetica mobile, 1,5 Tesla, “total body”, da utilizzarsi presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, via A. Gramsci n.14 - 43126 Parma, per un numero di mesi pari a tre, come da istanza presentata;

- la medesima Commissione ha altresì valutato opportuno prevedere la concessione di un differimento della scadenza di ulteriori mesi tre, accordabile in seguito a specifica e motivata istanza dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, in ragione della breve durata temporale richiesta per lo stazionamento e uso dell’apparecchiatura RM mobile, 1,5T; 

Dato atto, altresì, che:

- la citata DGR n. 1308/2017 prevede che il complessivo utilizzo dell’apparecchiatura diagnostica a risonanza magnetica “Total body” mobile, non può essere superiore a 12 mesi, fatti salvi i casi di provata e motivata necessità da sottoporsi alla valutazione della competente Direzione regionale, unitamente alla domanda di autorizzazione;

- qualora alla scadenza prevista dei primi tre mesi e dell’eventuale successivo differimento di ulteriori tre mesi, si rendesse necessaria una proroga all’utilizzo dell’apparecchiatura rispetto alla scadenza determinata, il legale rappresentante della struttura sanitaria o suo delegato, deve presentare domanda di proroga all’utilizzo dell’apparecchiatura mobile almeno 60 giorni prima della scadenza indicandone le motivazioni, da inviarsi al Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare; 

Richiamati: 

- la LR 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione

di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008, avente per oggetto: "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss. mm., per quanto applicabile e n. 468 del 10 aprile 2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna; 

Vista la deliberazione di Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018 “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”; 

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi; 

Attestato che il sottoscritto dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi; 

Su proposta del Responsabile del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica;

Attestata la regolarità amministrativa; 

 determina: 

1. di autorizzare, per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono interamente richiamate, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, con sede legale in via A. Gramsci, 14, 43126, Parma, all’allogamento, stazionamento ed utilizzo di un’apparecchiatura diagnostica a risonanza magnetica mobile, 1,5 Tesla, “total body”, operante presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, via A. Gramsci n.14 - 43126, Parma;

2. di autorizzare l’utilizzo dell’apparecchiatura indicata al punto 1, per un numero di mesi pari a tre, differibile alla scadenza, di ulteriori tre mesi, a fronte di specifica e motivata istanza del legale rappresentante della struttura sanitaria o di suo delegato, con le modalità esposte in premessa;

3. di stabilire che l’eventuale proroga all’utilizzo dell’apparecchiatura alla scadenza prevista dei primi tre mesi o dell’eventuale successivo differimento di ulteriori tre mesi, necessita della presentazione di una domanda da parte del legale rappresentante della struttura sanitaria o di suo delegato, almeno 60 giorni prima della scadenza prevista con le modalità indicate in premessa;

4. di stabilire che il complessivo utilizzo dell’apparecchiatura di cui al punto 1, non può essere superiore a 12 mesi, fatti salvi i casi di provata e motivata necessità da sottoporsi alla valutazione della competente Direzione regionale;

5. di trasmettere la presente determinazione al legale rappresentante pro tempore Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, all’esecutività dell’atto;

6. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it