E-R | BUR

n.266 del 21.10.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Recepimento delle linee guida per l'apprendistato professionalizzante, ai sensi dell'art. 2 del Decreto-legge 28/giugno 2013, convertito, con modificazioni, dalla Legge 9 agosto 2013, n. 99

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il decreto-legge 28 giugno 2013, n. 76, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 99, “Primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonche' in materia di Imposta sul valore aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti” che, all’art. 2, stabilisce che la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano adotta linee guida volte a disciplinare il contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere;

Visto il Decreto Legislativo 15 giugno 2015, n. 81, e successive modifiche ed integrazioni, “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”, e in particolare il Capo V “Apprendistato”;

Vista la L.R. n.17 del 1 agosto 2005 e ss.mm. "Norme per la promozione dell'occupazione, della qualità, della sicurezza e regolarità del lavoro", e ss.mm.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 775 dell’11/06/2012 e ss.mm. “Attuazione delle norme sull'apprendistato di cui al D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 'Testo Unico dell'apprendistato, a norma dell'art. 1, c. 30, della l. 24/12/2007, n. 247’.”;
  • n. 1150 del 30/07/2012 e ss.mm. “Approvazione dell'Avviso e delle modalità per la presentazione e la validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale - Approvazione delle modalità di assegnazione ed erogazione dei relativi assegni formativi (voucher) - Attuazione della DGR 775/2012.”;
  • n. 702 del 03/06/2013 “Modifica dell'invito di cui all'Allegato 1 della propria deliberazione n. 1150/2012 "approvazione dell'avviso e delle modalità per la presentazione e la validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale - approvazione delle modalità di assegnazione ed erogazione dei relativi assegni formativi (voucher) - attuazione della DGR 775/2012";
  • n. 1037 del 23/07/2013 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 389/2013 e dell' elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;
  • n. 1487 del 21/10/2013 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 1487/2013 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;
  • n. 461 del 7/04/2014 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 1487/2013 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;
  • n. 822 del 9/06/2014 “Recepimento dell'art. 4, comma 3 del d.lgs. 14 settembre 2011, n. 167 "testo unico dell'apprendistato, a norma dell'articolo 1, comma 30, della legge 24 dicembre 2007, n. 247" come modificato dal decreto legge 20 marzo 2014, n. 34 convertito con legge 16 maggio 2014, n. 78. - modifica alle proprie deliberazioni n. 775/2012 e 1150/2012”;

Richiamate altresì le Determinazioni dirigenziali;

  • n. 14713 del 15/11/2012 “Costituzione Commissione di validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale in attuazione della deliberazione di Giunta regionale 1150/2012”;
  • n. 547 del 28/1/2013 “Approvazione del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012.”;
  • n. 854 del 6/2/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. II provvedimento.”;
  • n. 5206 del 14/5/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. III provvedimento.”;
  • n. 16497 del 12/12/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. IV provvedimento.”;
  • n. 6753 del 20/5/2014 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. V provvedimento.”;
  • n. 3478 del 24/3/2015 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. VI provvedimento.”;
  • n. 6276 del 20/5/2015 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. VII provvedimento.”;
  • n. 1087 del 12/2/2013 “Procedure e modalità di controllo della frequenza degli apprendisti per la liquidazione degli assegni formativi relativi all’apprendista professionalizzante di cui alla DGR 775/2012”;
  • n. 13438 del 26/9/2014 “Modifiche / Integrazioni alla procedure e alle modalità di controllo della frequenza degli apprendisti di cui alla determinazione n. 1087/2013;

Visti inoltre:

  • l’articolo 4 del Decreto Legislativo 28 agosto 1997, n. 281, che prevede che il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, in attuazione del principio di leale collaborazione e nel perseguimento di obiettivi di funzionalità, economicità ed efficienza dell’azione amministrativa, possano concludere, in sede di Conferenza Stato-Regioni, accordi al fine di coordinare l’esercizio delle rispettive competenze e svolgere attività di interesse comune;

Vista in particolare la deliberazione della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente le “Linee guida per l’apprendistato professionalizzante”, ai sensi dell’art. 2 del decreto-legge 28/giugno 2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 99, Repertorio atti 32/CSR del 20 febbraio 2014 (di seguito Linee guida);

Preso atto che le suddette Linee guida prevedono che le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano si impegnino a recepire le disposizioni contenute nelle stesse;

Considerato che le Linee guida impattano sia sul contenuto che sulle modalità di gestione del Catalogo dell’offerta formativa costituito ai sensi delle deliberazioni n. 775/2012 e n. 1150/2012 e che l’attuazione di alcuni degli aspetti di novità introdotti richiede l’adeguamento dei Sistemi informativi a supporto della progettazione dell’offerta formativa e della gestione della formazione;

Rilevata pertanto la necessità di rinviare l’attuazione di alcune delle disposizioni contenute nelle Linee guida rimandando a propri successivi atti:

  • la individuazione delle disposizioni per la presentazione e la validazione delle offerte formative in apprendistato professionalizzante da ammettere nel nuovo catalogo regionale, strutturato con le competenze di base e trasversali come declinate nelle Linee guida;
  • la determinazione delle modalità del riconoscimento dei moduli formativi già completati dagli apprendisti in precedenti rapporti di apprendistato ed alla conseguente riduzione oraria del percorso formativo;
  • la individuazione degli standard necessari per le imprese che non si avvalgono dell’offerta formativa pubblica per erogare direttamente la formazione finalizzata all’acquisizione delle competenze di base e trasversali;

Ritenuto quindi opportuno:

  • recepire le citate Linee guida, allegato parte integrante del presente atto, salvo quanto sopra previsto;
  • disporre la chiusura dei termini per la candidatura e/o la modifica di offerte formative sull'attuale catalogo di cui alla propria deliberazione n. 1150/2012;
  • prorogare, al fine di dare continuità all’offerta formativa regionale destinata agli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante e fino a quando non sarà resa disponibile una nuova offerta formativa regionale, la validità dell’offerta formativa costituita ai sensi delle deliberazioni n. 775/2012 e n. 1150/2012;

Ravvisata la necessità di disporre che, nelle more dell’implementazione del nuovo catalogo che recepisca i contenuti delle linee guida, la fruizione del catalogo attuale avverrà:

  • con la riparametrazione del monte ore sulla base del titolo di studio dell’apprendista al momento dell’assunzione, come stabilito dalle citate Linee guida;
  • con le caratteristiche di cui all’allegato 1, paragrafo 5 della sopracitata deliberazione n. 1150/2012;

Ravvisata in particolare la necessità di disporre, per gli apprendisti assunti a partire dal 1° ottobre 2015, che:

  • per gli apprendisti in possesso di laurea o titolo almeno equivalente la durata della formazione di base e trasversale è di 40 ore e i contenuti sono quelli della prima annualità;
  • per gli apprendisti in possesso di diploma di scuola secondaria di II grado o di qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale la durata della formazione di base e trasversale è di 80 ore e i contenuti sono quelli della prima e della seconda annualità;
  • per gli apprendisti privi di titolo, in possesso di licenza elementare e/o della sola licenza di scuola secondaria di I grado la durata della formazione di base e trasversale è di 120 ore e i contenuti sono quelli delle tre annualità;
  • per gli apprendisti assunti con contratto stagionale la determinazione del monte ore sulla base del titolo di studio la durata della formazione è effettuata secondo le seguenti proporzioni:
Durata contratto Ore di formazione Ore di formazione Ore di formazione
Senza titolo Diplomati Laureati
0-4 mesi 12 12 12
4-6 mesi 20 16 12
Oltre 6 mesi 40 32 24

e conseguentemente il voucher riconosciuto viene riparametrato come segue:

150 Euro per 12 ore

200 Euro per 16 ore

250 Euro per 20 ore

300 Euro per 24 ore

400 Euro per 32 ore

500 Euro per 40 ore

Acquisito il parere favorevole delle parti sociali componenti la Commissione Regionale Tripartita (art. 51, L.R. n. 12/2003) con procedura scritta in data 18/09/2015;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

  • n. 1057 del 24 luglio 2006, “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della giunta regionale. indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali.”;
  • n. 1663 del 27 novembre 2006 “Modifiche all'assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 2416 del 29/12/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm. ed ii;
  • n. 1377 del 20/09/2010 “Revisione dell'assetto organizzativo di alcune Direzioni Generali”, così come rettificata con deliberazione n. 1950/2010;
  • n. 2060 del 20/12/2010 “Rinnovo incarichi a Direttori Generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010”;
  • n. 1642 14/11/2011 “Riorganizzazione funzionale di un servizio della direzione generale cultura, formazione e lavoro e modifica all'autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l'Agenzia Sanitaria e Sociale regionale”;
  • n. 221 del 27/02/2012 “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria e di un Servizio della Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro”;
  • n. 335/2015 “Approvazione Incarichi dirigenziali conferiti e prorogati nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto”.
  • n. 905/2015 “Contratti Individuali di Lavoro stipulati ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001. Proroga dei termini di scadenza ai sensi dell'art. 13 comma 5 della L.R. n. 2/2015;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore competente in materia;

A voti unanimi e palesi;

delibera:

per le motivazioni indicate in premessa e qui integralmente richiamate di:

1. recepire le Linee guida per l’apprendistato professionalizzante, ai sensi dell’art. 2 del decreto-legge 28/giugno 2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 99, allegato parte integrante del presente atto, rinviando a propri successivi atti:

  • l'individuazione delle disposizioni per la presentazione e la validazione delle offerte formative in apprendistato professionalizzante da ammettere nel nuovo catalogo regionale, strutturato con le competenze di base e trasversali come declinate nelle Linee guida;
  • la determinazione delle modalità del riconoscimento dei moduli formativi già completati dagli apprendisti in precedenti rapporti di apprendistato e la conseguente riduzione oraria del percorso formativo;
  • l'individuazione degli standard necessari per le imprese che non si avvalgono dell’offerta formativa pubblica per erogare direttamente la formazione finalizzata all’acquisizione delle competenze di base e trasversali;

2. prorogare, al fine di dare continuità all’offerta formativa regionale destinata agli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante e fino a quando non sarà resa disponibile una nuova offerta formativa regionale, la validità dell’offerta formativa costituita ai sensi delle deliberazioni n. 775/2012 e n. 1150/2012;

3. disporre la chiusura dei termini per la candidatura e/o la modifica di offerte formative sull'attuale catalogo di cui alla propria deliberazione n. 1150/2012;

4. disporre che, nelle more dell’implementazione del nuovo catalogo che recepisca i contenuti delle Linee guida, la fruizione del catalogo attuale avverrà:

  • con determinazione della durata e dei contenuti dell’offerta formativa sulla base del titolo di studio dell’apprendista al momento dell’assunzione, come stabilito dalle citate Linee guida;
  • con le caratteristiche di cui all’allegato 1, paragrafo 5 della sopracitata deliberazione n. 1150/2012 e ss.mm.;

stabilendo in particolare che:

  • per gli apprendisti in possesso di laurea o titolo almeno equivalente la durata della formazione di base e trasversale è di 40 ore, e i contenuti sono quelli della prima annualità;
  • per gli apprendisti in possesso di diploma di scuola secondaria di II grado o di qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale la durata della formazione di base e trasversale è di 80 ore e i contenuti sono quelli della prima e della seconda annualità;
  • per gli apprendisti privi di titolo, in possesso di licenza elementare e/o della sola licenza di scuola secondaria di I grado la durata della formazione di base e trasversale è di 120 ore e i contenuti son quelli delle tre annualità;
  • per gli apprendisti assunti con contratto stagionale la riparametrazione del monte ore sulla base del titolo di studio la durata della formazione è parametrata secondo le seguenti proporzioni:
Durata contratto Ore di formazione Ore di formazione Ore di formazione
Senza titolo Diplomati Laureati
0-4 mesi 12 12 12
4-6 mesi 20 16 12
Oltre 6 mesi 40 32 24
  • il voucher riconosciuto per la formazione degli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante verrà riparametrato come segue:

150 Euro per 12 ore

200 Euro per 16 ore

250 Euro per 20 ore

300 Euro per 24 ore

400 Euro per 32 ore

500 Euro per 40 ore

5. stabilire che quanto disposto al precedente punto 4. si applica per gli apprendisti assunti a partire dal 1° ottobre 2015;

6. pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it