E-R | BUR

n. 8 del 19.01.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Adozione di variante al Piano operativo comunale (POC) con contestuale adozione di variante a Piano urbanistico attuativo di iniziativa pubblica (PUA) - articoli 22 e 35, L.R. 24 marzo 2000, n. 20

Si avvisa che con deliberazione di Consiglio comunale n. 132 del 28/12/2010 avente ad oggetto “Programma di riqualificazione urbana denominato ‘Comparto Pasubio’ L.R. 19/98. Approvazione modifica alla Convenzione regolante i rapporti tra Comune di Parma e STU Pasubio SpA (ex art. 120, DLgs 267/00 e ss.mm.) e connessa adozione variante al POC con contestuale adozione di variante al PUA, ai sensi degli artt. 22 e 35 della L.R.20/00 e ss.mm.- I.E.” è stata adottata una variante al Piano operativo comunale (POC) del Comune di Parma, con contestuale adozione di variante a Piano urbanistico attuativo di iniziativa pubblica (PUA).

Le varianti al POC e al PUA sopraccitato, sono depositate per 60 giorni a decorrere dal 19/1/2011, presso il Servizio Archivi – Ufficio Archivio di deposito e Archivio storico (c/o Direzionale Uffici Comunali, Largo Torello De Strada n. 11/a – Parma), e possono essere visionate liberamente negli orari di ufficio (tel. 0521-218245). Entro il 21/3/2011 chiunque può presentare osservazioni sui contenuti delle varianti al POC e al PUA adottate, le quali saranno valutate prima dell’approvazione definitiva (inviare a: Settore Pianificazione territoriale – Servizio Piani di riqualificazione e Piani attuativi – arch. Costanza Barbieri, Largo Torello De Strada n. 11/a – Parma ).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it