E-R | BUR

n.19 del 27.01.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Impatto Ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni Titolo III – Procedura di valutazione d’impatto ambientale in riferimento ai lavori finalizzati alla difesa, salvaguardia e fruibilità della zona sud di Lido di Dante – 1° stralcio

L'Autorità competente per la Valutazione di Impatto Ambientale: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, nonché ai sensi del R.R. 20 novembre 2001 n. 41, del RD 1775 dell’11 dicembre 1933, del DPR 327 dell’8 giugno 2001 e della LR 37/2002 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, elaborati progettuali l’effettuazione della procedura di VIA, relativa al progetto:

  • progetto: lavori finalizzati alla difesa, salvaguardia e fruibilità della zona sud di lido di dante
  • localizzato: tratto di costa a Sud Lido di Dante
  • presentato da: Comune di Ravenna

Il progetto appartiene alla seguente categoria: B.1.13, assoggettato a VIA ai sensi dell’art. 4 e 4ter come modificati dagli articoli 53 e 54 della L.R. 15 del 30/7/2013, in quanto l’intervento risulta ricadente aree naturali protette, aree designate SIC e ZPS, zone costiere e area soggetta a vicolo paesaggistico.

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Ravenna

e delle seguenti province: Ravenna

Il progetto prevede: la realizzazione della nuova scogliera sommersa posta in continuità con l’attuale barriera emersa e per un estensione di circa 500 m; il ripascimento del tratto di costa interessato mediante il ripascimento diretto di parte del fondale, la realizzazione di una barra sommersa di sabbia e ripascimento della spiaggia emersa; la realizzazione del pennello in legno, che in sinergia con le altre opere di difesa (barriera a mare, barra in sabbia, ecc), contribuirà alla protezione del tratto di costa in esame; realizzazione di un nucleo in massi all’interno dell’attuale argine in terra di protezione dall’ingressione marina della Pineta Ramazzotti; posa in opera di una staccionata a protezione della duna esistente e di due affacci al mare.

Il SIA, il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n.8 - 40127 Bologna (BO).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 - Bologna;
  • Provincia di Ravenna, Settore Ambiente, Piazza Caduti per la Libertà, 2, Ravenna;
  • Comune di Ravenna, Servizio Geologico e Protezione Civile, Viale Berlinguer, 68, Ravenna;

Tali elaborati sono inoltre disponibili al seguente indirizzo web:

https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas/

Il SIA, il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n.8 - 40127 Bologna (BO).

Avvisa inoltre che per opere pubbliche / di interesse pubblico ai sensi dell’articolo 17 comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, la Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) positiva per le opere in argomento, potrà costituire variante allo strumento urbanistico dei Comune di Ravenna con apposizione del vincolo espropriativo sulle aree interessate dai progetti, ai sensi dell’art. 11 della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37, e dichiarazione di pubblica utilità dell'opera derivante dall'approvazione del progetto definitivo, ai sensi degli artt. 15 e 16 della L.R.19 dicembre 2002, n. 37.

Ai sensi della L.R. 9/99 della Regione Emilia-Romagna la valutazione di impatto ambientale (VIA) comprende e sostituisce i seguenti procedimenti:

  • Comune di Ravenna: rilascio autorizzazione paesaggistica e svincolo idrogeologico;
  • Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici di Ravenna: parere sulla autorizzazione paesaggistica;
  • Ente di gestione dei parchi e la biodiversità - Delta del Po: valutazione di incidenza e nulla osta gestore aree protette;
  • Regione ER - Servizio Turismo: nulla osta di competenza;
  • Arpae: parere per utilizzo dei sedimenti ai fini del ripascimento;
  • Regione ER - Servizio Difesa del suolo della costa e bonifica: autorizzazione per immersione in mare di materiali di escavo e di inerti;
  • Regione ER - Servizio sviluppo economia ittica: nulla osta per l’uso dei beni del demanio marittimo;
  • Agenzia delle dogane: nulla osta di competenza;
  • Capitaneria di Porto di Ravenna: nulla osta di competenza;
  • Corpo forestale dello stato: nulla osta di competenza.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it