E-R | BUR

n. 90 del 31.05.2012 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del Regolamento della Riserva Naturale Orientata "Bosco di Scardavilla” in Comune di Meldola (FC) sito in provincia di Forlì-Cesena

Il Regolamento della Riserva Naturale Orientata “Bosco di Scardavilla” è stato approvato con delibera di Consiglio provinciale n. 109 del 14 maggio 2012.

La Riserva Naturale Orientata “Bosco di Scardavilla” situata in comune di Meldola, è stata istituita con deliberazione del Consiglio regionale dell’Emilia-Romagna 342/1991 e 43/1991, ai sensi della L.R. 11/88.

Le finalità e la disciplina della Riserva è definita nell’atto istitutivo. Il Regolamento della Riserva è lo strumento di carattere gestionale e regolamentare per attuare le finalità e gli obiettivi gestionali contenuti nell'atto di istituzione della Riserva e in particolare:

1. disciplina le attività consentite e le relative modalità attuative, nonché l'accesso del pubblico, fissa i criteri ed i parametri degli indennizzi, indica le aree ed i beni da acquisire in proprietà pubblica, le opere e gli interventi necessari alla conservazione ed al ripristino ambientale del territorio;

2. disciplina le forme di consultazione e di partecipazione alla gestione della Riserva da parte delle associazioni ambientaliste aventi una rilevante rappresentatività a livello regionale, delle organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative in ambito regionale e delle organizzazioni della pesca, del turismo, del commercio e dell'artigianato;

3. disciplina particolari forme di agevolazioni ed incentivi per attività, iniziative e interventi riguardanti la conservazione, la manutenzione e la valorizzazione dell'ambiente e delle sue risorse.

L’approvazione del Regolamento si inserisce nel quadro dell’attuazione del I Programma per il sistema regionale delle Aree Protette e dei siti della Rete Natura 2000 approvato dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna con deliberazione del 22 luglio 2009, n. 243, in applicazione dell’articolo 12 della Legge regionale 6/2005. Nell’ambito della formazione di tale Programma, la Provincia di Forlì-Cesena ha redatto il Rapporto provinciale previsto dalla legge, approvato con delibera di Giunta provinciale n. 61637/247 del 26/6/2007. La Regione ha verificato la coerenza del Regolamento con il Programma regionale e con i contenuti dell’atto istitutivo, ai sensi dell’art. 46 comma 5 della L.R. 06/05, fornendo parere di conformità con osservazioni che sono state recepite nel testo da approvare (v. comunicazioni della Regione PG.2012.0038968 del 14/2/2012, acquisita con Prot provinciale n. 15216 del 17/2/2012).

Allo scopo di pervenire ad un testo il più possibile condiviso con i soggetti operanti sul territorio e con le associazioni dei portatori di interesse, è stato svolto in data 12 dicembre 2011 un apposito incontro pubblico in seguito al quale, considerate le osservazioni pervenute e quelle raccolte nel corso della seduta, si è proceduto all’approvazione con delibera di Consiglio provinciale.

La Responsabile

Claudia Casadei

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it