E-R | BUR

n.71 del 26.04.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del DLgs 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni - Titolo II - Procedura di verifica (screening) relativa al progetto di ripristino di impianti disattivati di processi dismessi finalizzato alla produzione di RAV7 (Dietilenglicole-bisallilcarbonato) presso lo stabilimento ACOMON di Ravenna, localizzato all’interno del sito Multisocietario (ex petrolchimico Enichem) nel comune di Ravenna

L’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione sostenibilità ambientale avvisa che, ai sensi del titolo II della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni, sono stati depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) relativi al

  • progetto: ripristino di impianti disattivati di processi dismessi finalizzato alla produzione di RAV7 (Dietilenglicole-bisallilcarbonato) presso lo stabilimento Acomon di Ravenna, localizzato all’interno del sito Multisocietario (ex petrolchimico Enichem);
  • localizzato: in Via Baiona 107 nel comune di Ravenna;
  •  presentato da: Acomon Srl. 

Il progetto appartiene alle seguenti categorie: punto 8), lett. t) dell’Allegato IV del DLgs 152/06 in quanto l’impianto ricade al punto 8 lett. l) e punto 8 lett. g) dell’allegato IV del DLgs 152/06 e successive modifiche ed integrazioni. 

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: comune di Ravenna e delle seguenti province: Ravenna. 

Il progetto prevede il ripristino di impianti disattivati di processi dismessi al fine di realizzare una nuova linea di produzione di RAV7 (Dietilenglicole-bisallilcarbonato), in parallelo a quella già esistente, e di potenziare anche la linea di produzione del DAC, intermedio per la produzione del RAV7, in modo da soddisfare l’aumento del consumo come intermedio. Il RAV7 é un monomero diallilicarbonato destinato alla produzione di vetri organici.

Le fasi di lavorazione rimangono comunque simili a quelle della attuale linea di produzione del RAV7; il nuovo assetto prevede:

  • la linea attuale di produzione RAV7 rimarrà invariata e verrà esercita quasi esclusivamente per la produzione di RAV7 di grado standard;
  • la nuova linea di produzione di RAV7 verrà utilizzata per la produzione dei gradi speciali di RAV7 e, se necessario, può produrre anche il grado standard.

La nuova linea é progettata per una produzione di 3.000 t/anno di RAV7, mentre l’attuale capacità produttiva é pari a 5.000 t/anno. 

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) presso la sede dell’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna (BO) e presso la sede dei seguenti comuni interessati: Comune di Ravenna - Ufficio Tutela Ambientale, Piazzale Farini n. 21 - 48100 Ravenna. 

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) sono depositati per quarantacinque giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e del DLgs 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni, può presentare osservazioni all’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale al seguente indirizzo: Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it