E-R | BUR

n.430 del 27.12.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Nuovo termine per la conclusione dell'istruttoria delle domande pervenute sull'avviso pubblico di attuazione della Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura" - Annualità 2019 di cui alla deliberazione n. 555/2019

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1380/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013 relativo alla politica comune della pesca, che modifica i regolamenti (CE) n. 1954/2003 e (CE) n. 1224/2009 del Consiglio e che abroga i regolamenti (CE) n. 2371/2002 e (CE) n. 639/2004 del Consiglio, nonché la decisione 2004/585/CE del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio;

- la Decisione di esecuzione della Commissione europea C(2014) 8021 del 29 ottobre 2014, che approva determinati elementi dell’Accordo di partenariato 2014-2020 con l’Italia, per l'impiego dei “Fondi strutturali e di investimento europei” (Fondi SIE);

- il “Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020” (PO FEAMP), nella formulazione approvata, da ultimo, dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C (2018) 6576 del 11 ottobre 2018;

Viste, inoltre, le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 833 del 6 giugno 2016 recante "Reg. (UE) n. 1303/2013 e Reg. (UE) n. 508/2014. Presa d'atto del Programma Operativo FEAMP ITALIA 2014-2020 e delle disposizioni attuative emanate dall'Autorità di Gestione. Designazione del Referente dell'Organismo intermedio dell'Autorità di Gestione e disposizioni collegate";

- n. 1799 del 31 ottobre 2016 recante "FEAMP 2014-2020 - Reg. (UE) n. 1303/2013. Approvazione schema di convenzione tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, quale Autorità di Gestione, e la Regione Emilia-Romagna quale Organismo intermedio", poi sottoscritta digitalmente in data 18 novembre 2016;

Dato atto:

- che, con deliberazione di Giunta regionale n. 555 del 8 aprile 2019, è stato emanato l’Avviso pubblico relativo al programma comunitario FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 di attuazione della Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura" per l’annualità 2019;

- che la deliberazione n. 555/2019 ha fissato in 90 giorni, decorrenti dal giorno successivo a quello di scadenza per la presentazione delle domande (01 luglio 2019) il termine per la conclusione del procedimento istruttorio delle domande presentate;

- che con lettera del Responsabile del Servizio Attività Faunistico-venatorie e pesca prot. NP/2019/19470 del 9/7/2019, agli atti del Servizio, è stato individuato un Gruppo di lavoro, fra i collaboratori del Servizio, incaricato di espletare l’attività istruttoria delle domande pervenute in relazione all’Avviso pubblico di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 555/2019;

- che in data 18 luglio 2019 si è provveduto a sospendere i termini dell’istruttoria ai fini dell’acquisizione dei controlli a campione di cui agli artt. 136 del Reg. (UE, Euratom) n. 2018/1046 del 18/7/2018 e 10 del Reg. (UE) n. 508/2014;

Atteso:

- che la complessità delle domande presentate ha comportato la necessità di richiedere per alcune istanze chiarimenti utili per procedere all’attività istruttoria;

- che l’analisi dei chiarimenti forniti implica, in alcuni casi, una nuova verifica di tutte le spese previste, ai fini della loro ammissibilità che potrebbe incidere sull’ammissibilità della domanda stessa;

- che si è reso necessario svolgere ulteriori approfondimenti di natura tecnico-giuridica relativamente ad una domanda presentata, i cui esiti alla data odierna non risultano ancora pervenuti;

- che, alla data odierna, non risultano pervenuti gli esiti delle verifiche sul sistema telematico della Banca Dati Nazionale Antimafia (B.D.N.A.) per due domande;

Preso atto pertanto che lo stato di avanzamento dell’istruttoria non consente il rispetto della tempistica originariamente fissata per la conclusione della fase istruttoria;

Richiamato il punto 5) della citata deliberazione di G.R. 555/2019 che stabilisce che il Responsabile del Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca, in qualità di Referente dell’O.I. Regione Emilia-Romagna dell’Autorità di Gestione, possa disporre le eventuali proroghe “…alla tempistica fissata per le fasi procedimentali”;

Ritenuto, pertanto, necessario, definire un nuovo termini per la conclusione dell’istruttoria delle domande pervenute a valere sull’Avviso di cui alla citata deliberazione di Giunta regionale n. 555/2019, al giorno 28 febbraio 2020;

Richiamati in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il Decreto Legislativo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 93 del 29/1/2018 “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018 - 2020” ed in particolare l’allegato B) recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Viste:

- la Legge regionale n. 43 del 26 novembre 2001 "Testo unico in materia di riorganizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e succ. mod.;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modifiche, per quanto applicabile;

Richiamate:

- la deliberazione della Giunta regionale n. 468 del 10 aprile 2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamate, infine, le deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 270 del 29 febbraio 2016, recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016, recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1107 dell'11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell’implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1059 del 3 luglio 2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali, Agenzie, e Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’Anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che il sottoscritto Dirigente dichiara di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

  1. di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa, che costituiscono pertanto parte integrante del presente dispositivo;
  2. di definire il nuovo termine, per la conclusione dell’attività istruttoria delle domande pervenute a valere sull’ Avviso di cui alla determinazione n. 555/2019, relativo alla Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura" al 28 febbraio 2020;
  3. di dare atto che resta invariato quant’altro disposto con la citata deliberazione di Giunta n. 555/2019;
  4. di dare atto, altresì, che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa;
  5. di disporre la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, dando atto che si provvederà a darne la più ampia diffusione anche sul sito internet della Regione Emilia-Romagna E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it