E-R | BUR

n.94 del 10.04.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifiche allo Statuto comunale ai sensi dell’art. 6 co. 5 del D.Lgs. 18/8/2000, n. 267

Si comunica che con deliberazione consiliare n. 2925/24 del 11/2/2013 sono state apportate le seguenti modifiche allo Statuto comunale:

- al comma 3 dell’art. 12 dello Statuto dopo la lett. x) è inserita la lett. y):

“y) Il Comune di Reggio riconosce il diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua potabile come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua come bene comune pubblico.

Garantisce che la proprietà e la gestione degli impianti, della rete di acquedotto, distribuzione, fognatura e depurazione siano pubbliche e inalienabili, nel rispetto delle normative comunitarie e nazionali.

Garantisce che la gestione del servizio idrico integrato, riconosciuto come servizio pubblico locale di interesse generale, non persegua scopi di lucro e sia sottratta ai principi della libera concorrenza, mediante un soggetto a proprietà pubblica.

Garantisce la gestione partecipativa del bene comune acqua, orientata a criteri di efficienza, risparmio, solidarietà, trasparenza, sostenibilità, con finalità di carattere sociale ed ecologico, salvaguardando le aspettative e i diritti delle generazioni future."

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it