E-R | BUR

n.213 del 12.08.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso di deposito elaborati per la procedura congiunta di VIA di cui alla L.R. 9/99 e s.m.i. e modifica dell’autorizzazione ex. art. 208 Dlgs 152/06 e s.m.i. per adeguamento impianto di recupero rifiuti pericolosi e non, sita nel Comune di Cento (Fe) in Via Risorgimento, 66/A

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Cento avvisa che, ai sensi del Titolo II della L.R. 9/99 e s.m.i. e del DLgs 152/06 e s.m.i., sono stati presentati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura congiunta di VIA e modifica dell’autorizzazione ex. art. 208 Dlgs 152/06 relativa al:

- progetto di adeguamento impianto di recupero rifiuti pericolosi e non

- localizzato in Cento (Fe), Via Risorgimento, 66/A

- presentato da: Padana Commercio Srl con sede legale in Cento (Fe), Via Risorgimento n. 66/A

- categoria: B.2.57 e B.2.56.

Il progetto interessa il territorio del Comune di Cento.

Il progetto interessa l’impianto ubicato in Cento in Via Risorgimento, 66/A, per il quale si prevede la realizzazione di interventi di adeguamento dell’attività alle nuove normative nazionali e comunitarie nell’ottica del rispetto dell’Ambiente e della Sicurezza.

Gli interventi previsti dal progetto risultano i seguenti:

- Ridimensionamento della superficie dell’impianto, in quanto il mapp. 136 Fg. 44 viene volturato alla Ditta Europa Metalli S.r.l., la quale effettuerà anch’essa operazioni di recupero rifiuti. Parte dell’autorizzazione in essere all’attività di recupero verrà quindi volturata alla Ditta Europa Metalli S.r.l..

- Ridimensionamento da 24.000 m2 circa a 14.000 m2 circa.

- Effettuazione di tutte le attività di trattamento e stoccaggio rifiuti pericolosi al coperto all’interno del capannone. Sul piazzale esterno verranno stoccati rifiuti non pericolosi in cassoni dotati di apposita chiusura e impermeabili.

- Modifica del piano di gestione delle acque, in quanto effettuando i trattamenti al coperto e lo stoccaggio sul piazzale in cassoni chiusi, non saranno più presenti acque reflue da dilavamento.

- La palazzina uffici attuale rimarrà ad uso esclusivo dei proprietari della Ditta con funzione abitativa. Lo scarico di questa abitazione continuerà a scaricare in pubblica fognatura.

- Realizzazione di nuovi uffici e servizi prefabbricati all’interno del capannone. Le acque reflue assimilate alle domestiche verranno inviare alla pubblica fognatura di via Risorgimento.

- Installazione portale radioattività in prossimità dell’accesso carraio.

- Adeguamento del piazzale, per permettere la servitù di passaggio dei mezzi, a favore della ditta Europa Metalli S.r.l.

- Innalzamento, fino a 5 m, di parte del muro perimetrale esterno presente sul lato nord, come intervento mitigativo per l’abbattimento dell’impatto acustico nei confronti del vicino.

- Introduzione dell’attività di recupero R12 ed R4 oltre che all’attività R13.

- Ridefinizione dei quantitativi di rifiuti trattati e recuperati; 250 ton di rifiuti trattati giornalmente (240 ton di rifiuti non pericolosi e 10 ton di pericolosi) equivalenti a 62.500 ton/anno e uno stoccaggio istantaneo pari a 2000 ton.

- Ridefinizione dell’elenco rifiuti.

I tempi di adeguamento dell’impianto al nuovo regime autorizzativo saranno molto modesti e non comporteranno particolari attività cantieristiche.

L’autorità competente è: Provincia di Ferrara - Settore Ambiente e Agricoltura - P.O. Sviluppo Sostenibile, UOS VIA AIA, Corso Isonzo n. 105/A - Ferrara.

I termini del procedimento congiunto di VIA e modifica dell’autorizzazione unica ex art. 208 Dlgs152/06, pari a 150 giorni, decorrono dalla data di pubblicazione dell’avviso di deposito nel BURER.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati per 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna presso:

- la sede dell’Autorità competente: Provincia di Ferrara – P.O. Sviluppo Sostenibile, UOS VIA AIA, C.so Isonzo n. 105/a Ferrara;

- la sede del Comune di Cento, Servizio Sportello Unico per le Attività Produttive, Via Gercino n. 62 presso Palazzo Piombini, Sede delocalizzata del Comune;

- la sede della Regione Emilia-Romagna – Servizio VIPSA Via della Fiera n. 8 – 40127 Bologna.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi della L.R. 9/99 e s.m.i. e del DLgs 152/06 e s.m.i., può presentare osservazioni all’Autorità competente: Provincia di Ferrara - P.O. Sviluppo Sostenibile UOS VIA AIA al seguente indirizzo:

Corso Isonzo n. 105/a, 44121 Ferrara (FE) e all’indirizzo PEC: provincia.ferrara@cert.provincia.fe.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it