E-R | BUR

n.109 del 13.05.2015 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Selezione pubblica, per titoli e prova d'esame, per il conferimento di incarichi a tempo pieno/part-time di Collaboratore professionale sanitario - Cat. D - Ortottista

In esecuzione della determinazione n. 126 del 17/4/2015 è indetta una selezione pubblica, per titoli e prova d'esame, per il conferimento di incarichi, a tempo determinato, a tempo pieno/part-time di

Collaboratore professionale sanitario - Cat. D - Ortottista

Ruolo: Sanitario - Posizione funzionale: Collaboratore professionale sanitario - Profilo professionale: Ortottista - Categoria: D - Livello economico: D0.

Con la partecipazione all'avviso è implicita da parte dei candidati l'accettazione senza riserve delle condizioni del presente bando e di tutte le disposizioni che disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed economico dei dipendenti dell'Azienda USL. 

Requisiti generali di ammissione

1) Cittadinanza italiana e di altra nazionalità;

I cittadini degli Stati esteri devono inoltre dichiarare di possedere i seguenti:

  • godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza;
  • essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
  • avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

2) idoneità fisica all'impiego (che verrà accertata, a cura dell'Amministrazione, prima dell'immissione in servizio).

Requisito specifico di ammissione

  • Diploma universitario conseguito ai sensi dell'art. 6 - comma 3 - del decreto legislativo 30/12/1992 n. 502, e successive modificazioni, ovvero i diplomi e attestati conseguiti in base al precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti, ai sensi delle vigenti disposizioni, al diploma universitario ai fini dell'esercizio dell'attività professionale e dell'accesso ai pubblici uffici.

Il predetto requisito deve essere posseduto alla data di scadenza del presente avviso. A seguito della Legge 15/5/1997 n. 127 la partecipazione ai concorsi indetti da Pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti di età. 

Modalità e termini per la presentazione della domanda di ammissione

La domanda e la documentazione ad essa allegata dovranno essere inoltrate alternativamente nei seguenti modi: 

  • a mezzo del Servizio pubblico postale al seguente indirizzo: Azienda USL di Parma - Ufficio Concorsi - Strada del Quartiere n. 2/A - 43125 Parma

ovvero

  • dovranno essere presentate direttamente al Servizio Risorse Umane Sviluppo Organizzativo/Ufficio Concorsi dell'Azienda USL di Parma - all'indirizzo di cui sopra, nei giorni: dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 ed il martedì e giovedì anche dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

Esclusivamente per i candidati in possesso di indirizzo personale di Posta elettronica certificata – la domanda può essere inviata tramite PEC (Posta elettronica certificata) al seguente indirizzo: serv_risorse_umane@pec.ausl.pr.it, la domanda di partecipazione con i relativi allegati, a pena di esclusione, dovrà essere composta di un unico file PDF contenente tutti i documenti numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo secondo l’ordine dell’elenco dei documenti.

È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione. 

Sarà cura del candidato verificare l’avvenuta consegna della domanda inviata per posta PEC.

La domanda dovrà pervenire all’Azienda USL di Parma, a pena di esclusione, entro le ore 12 del 20° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. 

Il termine di presentazione delle domande è perentorio, non fa fede il timbro di spedizione.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di documentazione derivante da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, oppure per mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto. 

Nella domanda, redatta in conformità a quanto disposto dall'art. 4 del DPR 27/3/2001 n. 220, gli aspiranti dovranno indicare:

  1. la data, il luogo di nascita e la residenza;
  2. cittadinanza italiana, ovvero di essere in possesso dei requisiti specificati al punto 1) del paragrafo “Requisiti generali di ammissione” del bando di selezione;
  3. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione e dell'eventuale cancellazione dalle liste medesime;
  4. le eventuali condanne penali riportate;
  5. i titoli di studio posseduti;
  6. la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
  7. i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
  8. il domicilio presso il quale dovrà ad ogni effetto essere fatta ogni necessaria comunicazione.

La documentazione relativa ai requisiti specifici di ammissione sopraindicati, nonché i titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria potrà essere autocertificata nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente (DPR 28/12/2000 n. 445) ovvero prodotti in originale o in copia autenticata a norma di legge.

Alla domanda di partecipazione i concorrenti devono allegare la documentazione relativa ai requisiti richiesti per la partecipazione e i titoli che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale datato e firmato. Le dichiarazioni contenute nel curriculum, utilizzabili ai fini dell’attribuzione dei punteggi previsti per i titoli, dovranno essere debitamente documentate. I documenti, a sostegno delle dichiarazioni curriculari, potranno essere presentati in originale o in copia fotostatica accompagnata dalla relativa dichiarazione di atto notorio, attestante la conformità all’originale, ai sensi del DPR 445 del 2000 ovvero, autocertificate ai sensi del DPR 445/2000.

Con particolare riferimento alle attività lavorative maturate, l’autocertificazione ovvero la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà deve contenere l’esatta denominazione dell’ente, la qualifica, il tipo di rapporto di lavoro (a tempo pieno, a tempo definito, a tempo parziale), le date (giorno mese ed anno) di inizio e di conclusione dell’attività lavorativa, nonché le eventuali interruzioni (aspettative, sospensioni, ecc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso.

Nella certificazione relativa ai servizi prestati presso una Pubblica Amministrazione deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art.46 del DPR 761/79 (aggiornamento professionale obbligatorio); in caso positivo l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio.

 Le pubblicazioni, edite a stampa vanno prodotte in originale o in copia autenticata o autocertificate a norma di legge e descritte in un apposito elenco dattiloscritto, da cui risulti il titolo e la data di pubblicazione, la rivista che l'ha pubblicata o la casa editrice e, se fatta in collaborazione, il nome dei collaboratori. 

Le attività professionali ed i corsi di studio (partecipazioni a congressi, corsi di agg.to, ecc.) indicati nel curriculum saranno presi in esame se documentati.

Autocertificazioni

Si precisa che le autocertificazioni possono assumere le seguenti forme: 

  • “dichiarazione sostitutiva di certificazione” nei casi tassativamente indicati nell'art. 46 del DPR 445/00 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all'Albo professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione, di abilitazione ecc.)

oppure

  • “dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà” per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell'elenco di cui al citato art. 46 del DPR 445/00 (ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero-professionali, attività di docenza, frequenza di corsi di formazione, di aggiornamento, partecipazione a convegni, seminari, conformità all'originale di pubblicazioni ecc.).

L’autocertificazione richiede una delle seguenti forme: 

  • deve essere sottoscritta personalmente dall'interessato dinanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione

oppure

  • deve essere sottoscritta e presentata, anche tramite il Servizio postale, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore.

Si rammenta che l'Amministrazione è tenuta ad effettuare idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e che, oltre alla decadenza dell'interessato dei benefici eventualmente conseguiti sulla base di dichiarazione non veritiera, sono applicabili le sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

La domanda di partecipazione alla selezione, nonché le eventuali dichiarazioni sostitutive prodotte, devono essere sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente addetto, ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di documento di identità, pena la non ammissione. 

Convocazione dei candidati ammessi alla selezione

I candidati verranno convocati per la prova d'esame preventiva all’assunzione in servizio con lettera raccomandata con avviso di ricevimento. 

Punteggi e prova di valutazione

Per la formulazione della graduatoria la Commissione esaminatrice disporrà di 100 punti così suddivisi:

- 30 punti per la valutazione dei titoli

- 70 punti per la prova d'esame. 

Prova d'esame

Verterà sulle materie inerenti alla disciplina a selezione nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. Il superamento della prova è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 49/70. 

Graduatoria dei partecipanti alla selezione e suo utilizzo

Nella formulazione della graduatoria verranno applicate le disposizioni contenute nel DPR 27/3/2001, n. 220. 

La graduatoria sarà approvata con deliberazione del Direttore generale dell'Azienda USL e sarà immediatamente efficace. 

La graduatoria avrà una validità di 3 anni dalla data di approvazione ed entro il termine di validità e nel rispetto dell’ordine della stessa, sarà utilizzata per il conferimento di incarichi temporanei che dovessero rendersi necessari a tempo pieno e a tempo parziale. 

Se due o più candidati ottengono, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli, pari punteggio precede il candidato più giovane d’età (art. 2, comma 9, Legge 16/6/1998, n. 191). 

L'Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, modificare, sospendere o revocare il presente avviso. 

Per quanto non previsto dal presente avviso viene fatto espresso riferimento alle norma di cui al DPR 20/12/1979 n. 761 ed al DPR 27/3/2001 n. 220. 

Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno visitare il sito: www.ausl.pr.it o rivolgersi al Servizio Risorse Umane Sviluppo Organizzativo - Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Parma - Strada del Quartiere n. 2/A - Parma - tel. 0521/393344-524 orario al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 ed il martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle ore 16.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it