E-R | BUR

n.286 del 06.11.2015 (Parte Seconda)

XHTML preview

Recepimento dell'Accordo n. 138/CU del 13/11/2014 riguardante "Gli interventi residenziali e semiresidenziali terapeutico riabilitativi per i disturbi neuropsichici dell'infanzia e dell'adolescenza"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamato: 

- l'art. 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 e, in particolare, il comma 2, lettera c), in base al quale la Conferenza Stato-Regioni promuove e sancisce accordi tra Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunità montane, al fine di coordinare l'esercizio delle rispettive competenze e svolgere in collaborazione attività di interesse comune;

Richiamate:

- la L.R. 29/2004 e successive modifiche “Norme generali sull’organizzazione ed il funzionamento del Servizio Sanitario Regionale”;

- la L.R. n. 2/2003 e successive modifiche “Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

Viste:

- la propria deliberazione n. 911/2007 “Neuropsichiatria dell’infanzia e della Adolescenza: requisiti specifici di accreditamento e catalogo regionale dei processi clinico-assistenziali”, la quale detta indirizzi alle Aziende sanitarie per la standardizzazione dei percorsi clinici ed organizzativi per gli utenti delle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e Adolescenza (UONPIA), definisce le priorità per la qualificazione di alcuni percorsi clinico-assistenziali e approva i requisiti specifici di accreditamento delle strutture di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, territoriali e ospedaliere;

- la propria deliberazione n. 313/2009, che approva “Il Piano Attuativo della Salute Mentale 2009-2011”, il quale definisce la Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza come “rete delle reti” riconoscendo l‘importanza che all’interno delle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e Adolescenza (UONPIA), siano individuati team specialistici qualificati su temi di specifico interesse, con il duplice scopo di adeguare i percorsi diagnostici e le modalità di presa in carico operate nelle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’adolescenza alle evidenze tecnico-scientifiche espresse nelle linee guida internazionali e nazionali, promuovere fra tutti i professionisti delle UONPIA il miglioramento continuo della qualità dei servizi erogati, nelle molteplici attività richieste alle équipe territoriali, inclusa la relazione con le famiglie, con i centri specialistici e le istituzioni (scuola,servizi sociali, organismi giudiziari);

Dato atto che la Regione Emilia-Romagna in ottemperanza a quanto previsto dalla deliberazione n. 911/2007 e al fine di garantire, nell’ambito dei progetti terapeutici e riabilitativi di minori con patologie, l’inserimento in strutture sanitarie durante le ore diurne o per tutta la giornata, si è dotata complessivamente di:

- 8 posti letto in Residenza Terapeutica Intensiva per Minori (RTI-I) presso la struttura Il Nespolo, Villa IGEA, Modena

- 5 posti letto in Residenza Terapeutica Intensiva per Minori (RTI-M) presso la struttura San Polo, Azienda Sanitaria di Parma, San Polo di Torrile, Parma

- 4 posti letto in Residenza Terapeutica post acuzie per Minori (RTP-M) presso la struttura San Polo, Azienda Sanitaria di Parma, San Polo di Torrile, Parma

- 12 posti nella struttura semiresidenziale terapeutica/riabilitativa presso Il Nespolo, Villa IGEA, Modena

- struttura semiresidenziale terapeutica/riabilitativa La lucciola, presso Stuffione di Ravarino (MO)

e che tali strutture sono state già accreditate;

Visto:

- l’Accordo del 13/11/2014 ai sensi dell'articolo 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni e le Comunità montane su ”Gli interventi residenziali e semiresidenziali terapeutico riabilitativi per i disturbi neuropsichici dell’infanzia e dell’adolescenza” Rep. Atti n.138/CU del 13/11/2014;

- Considerato necessario recepire il succitato Accordo al fine di garantire l’uniformità applicativa delle linee d’indirizzo in tutto il territorio regionale nonché garantirne il coordinamento e il monitoraggio clinico ed organizzativo;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera: 

1. di recepire, per le ragioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, il succitato Accordo n.138/CU del 13/11/2014, parte integrante della seguente delibera, concernente “Gli interventi residenziali e semiresidenziali terapeutico riabilitativi per i disturbi neuropsichici dell’infanzia e dell’adolescenza”; 

2. di pubblicare la presente deliberazione e i relativi allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it