E-R | BUR

n.197 del 17.07.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Variazione al bilancio di previsione dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2013. (delibera dell'Ufficio di Presidenza in data 4 giugno 2013, n. 94)

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Visti:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” ed in particolare l’art. 68 “Autonomia finanziaria e contabile del Consiglio regionale”;

- il regolamento interno dell’Assemblea legislativa regionale per l’amministrazione e la contabilità, approvato con delibera assembleare n. 105 del 27 febbraio 2013, ed in particolare l’art. 16 “Avanzo di amministrazione”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- progr. n. 96 del 20 novembre 2012 con la quale è stato approvato il bilancio preventivo 2013 di questa Assemblea legislativa,

- progr. n. 119 del 18 giugno 2013 con la quale è stato approvato il rendiconto dell’Assemblea legislativa per l’esercizio finanziario 2012 e la conseguente variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013;

Vista la deliberazione n. 94 del 4 giugno 2013 con la quale l'Ufficio di Presidenza propone all'Assemblea l'approvazione della variazione di bilancio;

Preso atto del favorevole parere espresso dalla Commissione assembleare "Bilancio Affari Generali ed Istituzionali", giusta nota prot. n. 25948 del 18 giugno 2013;

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera:

- di approvare la variazione al bilancio di previsione dell'Assemblea legislativa per l'esercizio finanziario 2013, così come proposto dall'Ufficio di Presidenza con deliberazione n. 94 del 4 giugno 2013, qui allegata per parte integrante e sostanziale;

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

L’UFFICIO DI PRESIDENZA

Visti: 

la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle LL.RR. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” ed in particolare l’art. 68 “Autonomia finanziaria e contabile del Consiglio regionale”; 

il regolamento interno dell’Assemblea legislativa regionale per l’amministrazione e la contabilità, approvato con delibera assembleare n. 105 del 27 febbraio 2013, ed in particolare l’art. 16 “Avanzo di amministrazione”; 

Richiamati: 

il Bilancio di previsione dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2013, approvato con deliberazione assembleare n. 96 del 20 novembre 2012; 

la delibera dell’Ufficio di Presidenza n. 83 del 22 maggio 2013 “Approvazione del rendiconto dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2012. Conseguente variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013” con la quale si è accertato in Euro 4.027.388,68 l’avanzo di amministrazione relativo all’anno 2012, che era stato stimato, in sede di bilancio di previsione, nell’importo di Euro 2.795.792,00, e si e’ proceduto alla conseguente variazione in aumento della maggiore entrata di Euro 1.231.596,68, data dalla differenza tra i due importi; 

Vista la legge regionale n. 17 del 21 dicembre 2012 con la quale sono state apportate modifiche alla legge regionale 42/95 “Disposizioni in materia di trattamento indennitario agli eletti alla carica di consigliere regionale” e in particolare l’art. 13 che ha introdotto la facoltà, per i consiglieri in carica all’1 gennaio 2013, di poter rinunciare al versamento dei contributi obbligatori finalizzati al conseguimento dell’assegno vitalizio;

Dato atto che sulla base delle richieste pervenute entro i termini indicati nel precedente articolo di legge, si rende necessario procedere agli adeguamenti dei capitoli di bilancio interessati dalla suddetta modifica normativa e precisamente alla variazione in diminuzione di Euro 38.000,00 e di Euro 242.000,00, degli stanziamenti relativi, rispettivamente, ai capitoli 10103 “Entrate derivanti da contributi obbligatori Assessori nominati” e 20106 “Contributi obbligatori e facoltativi del Consiglieri regionali in carica” della Parte Entrata; 

Valutato, inoltre, di procedere alla riduzione di Euro 100.000,00 della quota del bilancio regionale di competenza dell’Assemblea legislativa al fine di destinare tali risorse ad integrare il finanziamento erogato dalla Regione Emilia-Romagna ai progetti di partecipazione ammessi ai contributi del bando da pubblicarsi nel corso del 2013 ai sensi della L.R. 3/10; 

Ritenuto di procedere:

  • alla riattribuzione dell’importo complessivo di Euro 539.648,93 a favore dei titolari delle strutture speciali di cui art. 7, lett. a) L.R. 43/01 delle somme non utilizzate in corso d’anno 2012, relative ai budget di cui all’art. 9 della L.R. 43/01, così come stabilito nelle delibere di Ufficio di Presidenza n. 9 del 30 gennaio 2002 e n. 154 del 20 dicembre 2012;
  • al finanziamento di borse di studio per i figli delle persone decedute a causa del terrremoto del maggio 2012 per un importo di Euro 50.000,00
  • all’investimento di Euro 100.000,00 per iniziative volte alla promozione ed al coordinamento a livello regionale affinchè il maggior numero possibile di studenti emiliano-romagnoli possa partecipare ai viaggi della memoria nei campi di sterminio
  • ad incrementare per Euro 105.000,00 lo stanziamento destinati ai servizi informatici
  • all’aumento dello stanziamento per Euro 56.947,75 del Fondo di riserva per spese obbligatorie ed impreviste; 

Ritenuto, pertanto, di procedere, nell’ambito del bilancio di previsione dell’Assemblea legislativa regionale per l’esercizio 2013, alle seguenti variazioni:

  •  in diminuzione, Parte Entrata - Titolo I - Entrate Effettive - U.P.B. 1 “Quota bilancio regionale di competenza dell’Assemblea legislativa regionale” per Euro 138.000,00 e U.P.B. 2 “Entrate proprie” per Euro 242.000,00 per un totale complessivo di Euro 380.000,00 (Tabella 1) 
  • in aumento, Parte Spesa - Titolo I - Spese correnti - U.P.B. 1 “Spese per il funzionamento dell’Assemblea legislativa regionale” € 851.596,68 (Tabella 2); 

Dato atto dei pareri favorevoli espressi dalla Responsabile del Servizio Organizzazione, bilancio e attività contrattuale dr.ssa Gloria Guicciardi in merito alla regolarità amministrativa e contabile, allegati al presente atto; 

A voti unanimi 

delibera: 

a) di approvare, per i motivi indicati nelle premesse che qui si intendono integralmente riportate, il progetto di variazione del bilancio di previsione dell’Assemblea legislativa regionale per l’esercizio finanziario in corso relativamente alla variazione in diminuzione Parte Entrata (Tabella 1), variazione in aumento Parte Spesa (Tabella 2); 

b) di approvare la variazione dell’allegato documento di accompagnamento al bilancio di previsione 2013, disaggregato per funzioni e capitoli al fine della gestione, concernente le variazioni degli stanziamenti di Entrata e di Spesa, come da Tabella 1.1 e 2.1 allegate quale parte integrante e sostanziale del presente atto; 

c) di presentare all’Assemblea legislativa regionale il progetto di variazione di bilancio richiedendone l’approvazione a norma di legge.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it