E-R | BUR

n.12 del 18.01.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisone in merito alla procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale (screening) del progetto di realizzazione della viabilità di adduzione al casello autostradale di Parma Ovest - Variante SP357R, in prossimità dell'abitato di Noceto (PR), nei comuni di Medesano e Noceto, proposto da Autocamionale della Cisa SpA

L’Autorità competente Provincia di Parma comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale (screening) concernente il progetto di realizzazione della viabilità di adduzione al casello autostradale di Parma Ovest - Variante SP357R, in prossimità dell’abitato di Noceto (PR), nei comuni di Medesano e Noceto, presentato da Autocamionale della Cisa SpA.

Il progetto è localizzato in prossimità dell’abitato di Noceto (PR), nei comuni di Medesano e Noceto.

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Medesano, Noceto, Collecchio, Fontevivo e Parma e della seguente provincia: Parma. Ai sensi del Titolo II della L.R. 9/99 smi, l’Autorità competente Provincia di Parma con determinazione n. 17 del 05/01/2012 ha assunto la seguente decisione: determina, per quanto di competenza e salvo diritti di terzi, di escludere, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della L.R. 9/99 s.m.i. dalla successiva fase di Valutazione di Impatto Ambientale, il progetto di “Viabilità di adduzione al casello autostradale di Parma Ovest - Variante alla SP 357R in prossimità dell’abitato di Noceto”, nei comuni di Noceto e Medesano, nel tracciato denominato ‘Progetto preliminare’, subordinatamente all’esito positivo della variante urbanistica del Comune di Medesano e con le seguenti prescrizioni:

a) di cui alla nota del Servizio Viabilità, Infrastrutture e Patrimonio della Provincia di Parma del 08/02/2011, n. prot. 8153;

b) di cui alla nota del Servizio Viabilità, Infrastrutture e Patrimonio della Provincia di Parma del 28/05/2011, n. prot. 38320;

c) di cui alla nota del Servizio Viabilità, Infrastrutture e Patrimonio della Provincia di Parma del 21/09/2011, n. prot. 59092;

d) di cui alla nota del Servizio Parchi della Provincia di Parma del 04/01/2012, n. prot. 429;

e) di cui alla nota del Consorzio della Bonifica Parmense del 17/02/2011, n. prot. 924;

f) di cui alla nota del Comune di Parma del 24/02/2011, n. prot. 36118;

g) di cui alla nota della Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici del 05/09/2011, n. prot. 6764;

h) di cui alla nota della Soprintendenza Beni Archeologici del 13/10/2011, n. prot. 13239;

i) di cui alla nota della Comando Provinciale VVFF del 23/09/2011, n. prot. 13601;

j) di cui alla nota del Comune di Collecchio del 23/09/2011 n. prot. 9669;

k) di cui alla nota dell’Aeronautica Militare Comando Rete P.O.L. del 15/11/2011, n. prot. 8499 (acquisita agli atti in data 23/11/2011, con n. prot. 70345;

l) a condizione che siano presi contatti diretti con i proprietari interessati per considerare, per quanto possibile e nel rispetto della soluzione ipotizzata, le osservazioni presentate;

m) a condizione che, col Progetto Definito, sia presentato a chi di competenza il piano di gestione delle eventuali ‘terre e rocce da scavo’, di cui all’art. 186 del Dlgs 152/06 smi;

n) a condizione che il Progetto Definitivo, comprensivo del Piano di Sicurezza e Coordinamento, sia sottoposto alla valutazione di AUSL;

o) a condizione che le cunette stradali svolgano anche la funzione di laminazione dei quantitativi convogliati e di presidio per sversamenti accidentali di sostanze pericolose. Tale progettazione dovrà essere svolta a livello di Progetto Definitivo;

p) resta fermo l’obbligo di ottenere dalle autorità competenti ai sensi delle vigenti disposizioni tutte le autorizzazioni necessarie per la realizzazione e l’esercio delle opere in progetto. Dispone di inviare copia della presente determinazione a: Comune di Noceto, Comune di Medesano, Comune di Collecchio, Comune di Fontevivo, Comune di Parma, Soprintendenza Beni Architettonici e del Paesaggio, Soprintendenza Beni Archeologici, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna, 6° Reparto Infrastrutture- Ufficio Demanio e Servitù Militari, Comando Reclutamento e Forze di Complemento Regionale Emilia – Romagna, Autorità di Bacino del F. Po, Servizio Tecnico dei Bacini degli Affluenti del Po, Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno, AUSL SIP e SPSAL, ARPA, Consorzio di Bonifica Parmense, Consorzio del Parco fluviale Regionale del Taro, Comando Provinciale VV.FF, ENEL Distribuzione SpA Parma, Telecom Italia SpA, ANAS ed il Gruppo IREN e di pubblicare per estratto, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 9/99 s.m.i. il presente atto nel BURER.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it