E-R | BUR

n.156 del 16.08.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifiche alla DGR n. 510/2012 "Disposizioni per l'attuazione della Misura di agevolazione finanziaria alle imprese per l'assunzione e la stabilizzazione di giovani. Anno 2012"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il “Patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” siglato il 30/11/2011 fra Regione Emilia-Romagna, l’UPI, l’ANCI, l’UNCEM e la Lega Autonomie regionali, Unioncamere, le Associazioni imprenditoriali e le Organizzazioni sindacali regionali, ABI e il Forum del Terzo Settore, che prevede per l’anno 2012 una misura di agevolazione finanziaria alle imprese che assumeranno con contratto a tempo indeterminato i giovani, anche come trasformazione di altre forme contrattuali, compreso l’apprendistato;

Viste le proprie deliberazioni: 

  • n. 413 del 10 aprile 2012 recante “Piano per l’accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa in attuazione del ‘Patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva’ del 30/11/2011 – Approvazione di un Piano di intervento e dei dispositivi di prima attuazione” che nell’Allegato 1 parte integrante approva gli interventi per l’occupazione dei giovani in attuazione del succitato Patto; 
  • n. 510 del 23 aprile 2012 “Disposizioni per l’attuazione della misura di agevolazione finanziaria alle imprese per l’assunzione e la stabilizzazione di giovani anno 2012“ pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna telematico (BURERT) del 23 maggio 2012, con cui è stata attivata la procedura di evidenza pubblica necessaria per rendere operativi gli interventi per l’occupazione dei giovani previsti dalla succitata delibera di Giunta n. 413/2012; 

Rilevato che: 

  • successivamente all’approvazione della deliberazione di Giunta n. 510/2012 si sono verificati nella nostra regione gli eventi tellurici del 20 e 29 maggio; 
  • in conseguenza di tali eventi si valuta di dover modificare le Disposizioni al fine di consentire alle imprese ubicate nei territori colpiti dal sisma di derogare da uno dei requisiti previsti; 
  • si ritiene altresì opportuno, in concomitanza di tale modifica, apportare ulteriori modifiche e integrazioni, finalizzate sia a favorire la possibilità da parte delle imprese di partecipare al bando, sia a chiarire le disposizioni medesime;

Dato atto che le modifiche riguardano: 

  • la possibilità per le imprese ubicate nei territori colpiti dal sisma di aver fatto ricorso alla Cassa integrazione guadagni ordinaria e alla Cassa integrazione guadagni ordinaria in deroga nel periodo intercorrente fra l’1/1/2012 e la data di presentazione della domanda di incentivo; 
  • l’innalzamento da € 35.000,00 a € 65,000,00 del tetto di reddito che i discontinui non devono aver superato nei 36 mesi precedenti la stabilizzazione, con attribuzione di priorità di finanziamento alle domande di incentivo riferite alle assunzioni di discontinui con tetto di reddito percepito nei 36 mesi precedenti la stabilizzazione non superiore a € 35.000,00;
  •  l’ammissibilità ai fini del conteggio del minimo di 18 mesi di occupazione richiesta per i discontinui di qualsiasi forma giuridica di lavoro;

Dato atto altresì che le integrazioni riguardano: 

  • le modalità per effettuare il conteggio della quota aggiuntiva per la trasformazione dei contratti di apprendistato;
  • i criteri per il ricalcolo dell’incentivo in caso di risoluzione del rapporto di lavoro incentivato prima dei tre anni di durata minima prevista;
  • la possibilità per le imprese di non presentare la fidejussione se accettano di ricevere l’incentivo una volta scaduti i tre anni di durata minima del rapporto di lavoro incentivato;

Viste le Leggi regionali: 

  • n. 40/2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;
  • n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.; 

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1057/2006 "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali";
  • n. 1663/2006 "Modifiche all'assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";
  •  n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” s.m.;
  • n. 1377/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali” così come rettificata dalla delibera 1950/10;
  • n. 105/2010 recante “Revisione alle Disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008, n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265 e s.i.” e successiva modifica;
  • n. 1222/2011 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziali (decorrenza 1/8/2011)”;
  • n. 1642/2011 “Riorganizzazione funzionale di un servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro e modifica all’autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l’Agenzia sanitaria e sociale regionale”;
  • n. 221/2012 “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria e di un Servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro”;

 Richiamate infine le proprie deliberazioni concernenti la disciplina degli aiuti di Stato: 

  • n. 332/2007 con la quale la Regione ha disciplinato gli aiuti di Stato di importanza minore (de minimis) in attuazione del Regolamento CE 1998/2006; 
  • n. 1916/2009 “Approvazione regime di aiuti all’occupazione a seguito del Regolamento CE n. 800/2008; 

Acquisiti i pareri degli organismi di cui alla L.R. 12/2003 e precisamente della Commissione regionale tripartita e del Comitato di coordinamento interistituzionale in data 30/7/2012;

Dato atto del parere allegato

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

di procedere, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, alla modifica della deliberazione di Giunta regionale 510/12 “Disposizioni per l’attuazione della misura di agevolazione finanziaria alle imprese per l’assunzione e la stabilizzazione di giovani anno 2012”;

  1. di approvare l’allegato parte integrante alla presente deliberazione, che sostituisce integralmente l’allegato della sopracitata deliberazione 510/12 a partire dalla data di adozione del presente atto;
  2. di pubblicare il presente atto deliberativo, unitamente all’Allegato, parte integrante, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna telematico (BURERT);
  3. di stabilire che la presentazione delle domande di incentivo in base alla presente deliberazione potrà avvenire dalla data della sua adozione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it