E-R | BUR

n.418 del 16.12.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Bando straordinario per la concessione di contributi a progetti di promozione delle imprese in occasione dell'Esposizione Universale di Dubai 2020

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- la L.R. n. 3/99 che all’art. 61 stabilisce la modalità di attuazione delle funzioni delegate per il sostegno alle esportazioni e all’internazionalizzazione delle imprese di cui agli articoli 19 e 48 del Decreto Legislativo 112/98;

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 83 del 25 luglio 2012 recante “APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA REGIONALE PER LA RICERCA INDUSTRIALE, INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO 2012-2015, AI SENSI DEL COMMA 1 DELL'ART. 3 DELLA L.R. N. 7/2002 E DEL PROGRAMMA REGIONALE ATTIVITÀ PRODUTTIVE 2012-2015 AI SENSI DEL COMMA 2, DELL'ART. 54 DELLA L.R. N. 3/99”, (di seguito PRAP 2012-2015);

- il Programma regionale Attività Produttive 2012-2015, di cui al precedente alinea, in particolare l’Attività 4.2, “Sostegno a progetti e percorsi di internazionalizzazione delle imprese”;

Dato atto che da ottobre 2020 a marzo 2021 si terrà a Dubai l’Esposizione Universale dal tema: “Connecting Minds, Creating the Future”, alla quale il Governo italiano ha aderito con nota verbale del 2 novembre 2016;

Preso atto:

- del D.P.C.M. del 30 novembre 2017, registrato alla Corte dei conti al n. 16 del 3 gennaio 2018, con il quale il sig. Paolo Glisenti è stato nominato Commissario generale di sezione per l’Italia per Expo 2020 Dubai;

- del Contratto di Partecipazione sottoscritto il 20 gennaio 2018 ad Abu Dhabi dal Commissario e dalle Autorità emiratine, che definisce i termini della partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai (di seguito, il “Padiglione Italia”);

- del D.P.C.M. del 29 marzo 2018, registrato alla Corte dei conti al n. 878 del 2 maggio 2018, con il quale è stato istituito il Commissariato Generale di Sezione per la partecipazione italiana ad Expo 2020 Dubai, con sede legale in Roma, c/o il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Piazzale della Farnesina n. 1, CAP 00135 C.F. 97974240588 (di seguito, il “Commissariato”);

- che il Commissario coordina e organizza la presenza italiana a Expo 2020 Dubai sulla base del Theme Statement approvato dagli organizzatori di Expo 2020 Dubai, dal titolo “La Bellezza unisce le persone” (“Beauty connects People”) e dedicato a mostrare gli elementi fondanti dell’identità nazionale legati alla creatività come competenza interdisciplinare ed al ruolo scientifico produttivo e culturale dell’Italia nel Mediterraneo e nel mondo;

Considerato che:

- l’Esposizione Universale di Dubai 2020 è per sua natura un evento internazionale in ragione del numero e della natura dei Paesi Partecipanti previsti, del carattere universale del tema scelto, del grande flusso di visitatori attesi, della natura dei rapporti internazionali e istituzionali che verranno sviluppati e degli scambi culturali e di business che da tale evento si genereranno;

- la partecipazione all’Expo Dubai è un’occasione di promozione del sistema economico, turistico e culturale dell’Emilia-Romagna;

- gli Emirati Arabi, e Dubai fra questi, attraverso i fondi di investimento che vi hanno sede, sono fra i principali investitori attivi sui mercati internazionali e sono pertanto di particolare interesse per lo sviluppo di una strategia regionale di attrazione degli investimenti;

Ritenuto opportuno da parte della Regione Emilia-Romagna:

- raccogliere proposte progettuali delle imprese regionali, prioritariamente in forma aggregata, volte a promuovere l’impresa stessa, la filiera regionale, l’aggregazione di appartenenza verso i mercati esteri in occasione di Expo Dubai 2020, al fine di sostenere ed espandere le opportunità commerciali, di collaborazione industriale e di investimento;

- riservarsi, per i progetti ammessi al contributo:

- i compiti di affiancamento istituzionale a livello nazionale e internazionale, monitoraggio in itinere ed ex-post anche tramite visite ispettive, controllo e valutazione delle iniziative, diffusione dei risultati;

- il compito di coordinare la partecipazione dei soggetti coinvolti nella realizzazione dei progetti ammessi nell’ambito di un calendario regionale di eventi, al fine di razionalizzare gli interventi e amplificare gli effetti delle azioni promozionali;

Ritenuto pertanto di approvare, in considerazione delle motivazioni sopraesposte il bando di gara per l’annualità 2020-2021, denominato “BANDO STRAORDINARIO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI DI PROMOZIONE DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DELL'ESPOSIZIONE UNIVERSALE DI DUBAI 2020“ di cui all’Allegato 1) parte integrante della presente deliberazione in attuazione dell’attività 4.2, che definisce rispettivamente modalità e criteri di accesso ai benefici e la modulistica necessaria a presentare domanda;

Dato atto che:

- i beneficiari del bando sono imprese, in forma singola o legate da contratto di rete ai sensi della Legge n. 33 del 9 aprile 2009, aventi sede legale o operativa in Regione Emilia-Romagna e Consorzi per l’Internazionalizzazione aventi sede legale in Emilia-Romagna;

- il contributo regionale non potrà superare l’importo di € 30.000,00 per domande presentate da imprese in forma singola, di 50.000,00 per domande presentate da reti di imprese e l’importo di € 80.000,00 per domande presentate da Consorzi per l’Internazionalizzazione;

- le risorse necessarie a dare copertura ai costi dell’invito sono individuate nei pertinenti capitoli del bilancio di esercizio 2019-2021, approvato L.R. 27 DICEMBRE 2018, N.25, art. 17, ed in particolare: il cap. 23202 “CONTRIBUTI A IMPRESE PER FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE ALL'ESPOSIZIONE UNIVERSALE DI DUBAI 2020 (ART.17, L.R. 27 DICEMBRE 2018, N.25)”;

Dato atto che:

- all’istruttoria delle domande provvederà un nucleo di valutazione nominato con atto del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa;

- l’istruttoria si concluderà entro 90 giorni dalla scadenza del termine di presentazione delle domande; tale termine si intende sospeso nel caso di richieste di chiarimenti da parte della Regione Emilia-Romagna;

- il Dirigente del Servizio Attrattività e Internazionalizzazione, sulla base dei risultati dell’istruttoria e del Nucleo di valutazione, con proprio atto provvederà all’approvazione:

  • della graduatoria delle domande considerate ammissibili e finanziabili;
  • della graduatoria delle domande considerate ammissibili ma non finanziabili per carenza di fondi;
  • dell’elenco delle domande non ammissibili;

- successivamente, o con medesimo atto, il Dirigente procederà alla concessione dei contributi e all’impegno della spesa, nei limiti delle risorse programmate;

Richiamate:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019 -2021” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;

- la propria deliberazione n. 1059/2018 "Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA) e del Responsabile della Protezione dei Dati (DPO)";

Viste:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” per quanto applicabile;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, recante "Testo unico in materia di Organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna",ss.mm.ii. ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- la L.R. 27 dicembre 2018, N.24 “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITÀ PER IL 2019”;

- la L.R. 27 dicembre 2018, N.25 “DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2019 - 2021 (LEGGE DI STABILITÀ REGIONALE 2019)”;

- la L.R. 27 dicembre 2018, N.26 “BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2019 – 2021”;

- Le L.L.R.R. nn. 13 e 14 del 30 luglio 2019;

- la propria deliberazione n. 2301/2018 " APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO TECNICO DI ACCOMPAGNAMENTO E DEL BILANCIO FINANZIARIO GESTIONALE DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2019-2021";

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm., per quanto applicabile;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 e n. 622 del 28 aprile 2016, n. 702 del 16 maggio 2016, n. 56 del 25 gennaio 2016, n. 1107 dell’11 luglio 2016 e n. 477 del 10 aprile 2017;

Richiamate le determinazioni:

- n. 7267/2016 avente ad oggetto “Conferimento incarichi dirigenziali e modifica di posizioni dirigenziali professional nell’ambito della Direzione Generale Gestione, Sviluppo e istituzioni”;

- n. 7288/2016 avente ad oggetto "Assetto organizzativo della Direzione Generale "Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa" in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 622/2016. Conferimento incarichi dirigenziali in scadenza al 30/4/2016";

- n. 1174 del 31/1/2017 “Conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa”;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore alle Attività Produttive, Piano energetico, Economia Verde e Ricostruzione post-sisma, Palma Costi;

 delibera: 

1. di approvare, in considerazione delle motivazioni espresse in premessa, il bando di gara per l’annualità 2020-2021, denominato “BANDO STRAORDINARIO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI DI PROMOZIONE DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DELL'ESPOSIZIONE UNIVERSALE DI DUBAI 2020“, di cui all’Allegato 1) parte integrante della presente deliberazione in attuazione dell’attività 4.2, che definisce rispettivamente modalità e criteri di accesso ai benefici e la modulistica necessaria a presentare domanda;

2. di dare atto che:

- i beneficiari del bando saranno imprese, in forma singola o legate da contratto di rete ai sensi della Legge n. 33 del 9 aprile 2009, aventi sede legale o operativa in Regione Emilia-Romagna e Consorzi per l’Internazionalizzazione aventi sede legale in Emilia-Romagna;

- il contributo regionale non potrà superare l’importo di € 30.000,00 per domande presentate da imprese in forma singola, di 50.000,00 per domande presentate da reti di imprese e l’importo di € 80.000,00 per domande presentate da Consorzi per l’Internazionalizzazione;

- le risorse necessarie a dare copertura ai costi dell’invito sono individuate nei pertinenti capitoli del bilancio di esercizio 2019-2021, approvato L.R. 27 DICEMBRE 2018, N.25, art. 17, ed in particolare: il cap. 23202 “CONTRIBUTI A IMPRESE PER FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE ALL'ESPOSIZIONE UNIVERSALE DI DUBAI 2020 (ART.17, L.R. 27 DICEMBRE 2018, N.25)”;

3. di demandare a successivi atti del Dirigente regionale competente per materia l’approvazione di modifiche correttive ed integrative di carattere tecnico che si rendessero necessarie per sanare eventuali errori o incongruenze o per meglio definire elementi di dettaglio del bando, comunque non alterando i criteri e i principi desumibili dal bando stesso, l’eventuale adeguamento delle scadenze previste dal bando nonché di eventuali regolamenti che si rendessero necessari per consentire una corretta rendicontazione delle attività svolte dai beneficiari del contributo regionale;

4. di dare atto inoltre che:

- all’istruttoria delle domande provvederà un Gruppo di lavoro tecnico nominato con atto del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa;

- il Dirigente del Servizio Attrattività e Internazionalizzazione, sulla base dei risultati dell’istruttoria e del Nucleo di valutazione, con proprio atto provvederà all’approvazione:

- della graduatoria delle domande considerate ammissibili e finanziabili;

- della graduatoria delle domande considerate ammissibili ma non finanziabili per carenza di fondi;

- dell’elenco delle domande non ammissibili;

- successivamente, o con medesimo atto, il Dirigente procederà alla concessione dei contributi e all’impegno della spesa, nei limiti delle risorse programmate;

5. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it