E-R | BUR

n.82 del 04.04.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Precisazioni in riferimento agli avvisi pubblici, Misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura" – Annualità 2018 e Misura 1.43 "Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all'asta e ripari di pesca" annualità 2018, ai sensi di quanto disposto dal punto 6 delle rispettive deliberazioni n. 312/2018 e 322/2018

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamate le deliberazioni della Giunta Regionale:

  • n. 312 del 5 marzo 2018 recante “FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Approvazione avviso pubblico di attuazione della misura 5.69 "Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura" - Annualità 2018”;
  • n. 322 del 05 marzo 2018 recante “FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Approvazione avviso pubblico di attuazione della misura 1.43 "Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca” - Annualità 2018 – Beneficiari privati”;

Considerato che nei predetti Avvisi pubblici per mero errore materiale, dovuto a refusi delle diverse elaborazioni in bozza dei suddetti Avvisi, risultano esservi delle incongruenze, ed in particolare:

  • per quanto riguarda l’Avviso pubblico relativo alla misura 5.69 – Annualità 2018:

- il paragrafo 15.4 “Proroghe” riporta “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…”, mentre il paragrafo 18.1 “Termini per la presentazione della rendicontazione” terzo alinea, riporta “Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”;

  • per quanto riguarda l’Avviso pubblico relativo alla misura 1.43 – Annualità 2018:

- il paragrafo 15.1 “Beneficiari ammessi a contributo” riporta “I progetti devono comunque essere ultimati e rendicontati … entro e non oltre il 17 giugno 2019 pena la decadenza dal beneficio del contributo” mentre il paragrafo 18.1 “Termini per la presentazione della rendicontazione” secondo alinea, riporta “la domanda di liquidazione del saldo finale deve essere presentata… entro il 30 maggio 2019”;

- il paragrafo 15.4 “Proroghe” riporta “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…”, mentre il paragrafo 18.1 “Termini per la presentazione della rendicontazione” terzo alinea, riporta “Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”;

Considerato, altresì, che il punto 6 del dispositivo delle sopracitate deliberazioni nn. 312/2018 e 322/2018 stabilisce che “il Responsabile del Servizio …, in qualità di Referente dell’O.I. Regione Emilia-Romagna dell’AdG, disponga le eventuali specifiche precisazioni a chiarimento di quanto indicato nell’Avviso …, nonché le eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di contributo ed alla tempistica fissata per le fasi procedimentali”;

 Ritenuto necessario superare le predette discordanze, prediligendo quelle più favorevoli ai potenziali beneficiari;

 Ritenuto pertanto di precisare che:

  • per l’Avviso 5.69 – Annualità 2018, conformemente a quanto espressamente previsto al paragrafo 15.4, “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…” e pertanto il terzo alinea del paragrafo 18.1 Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”, è da considerarsi soppresso;
  • per l’Avviso 1.43 – Annualità 2018:

- il termine indicato al paragrafo 18.1 è da intendersi 17 giugno 2019 anziché 30 maggio 2019;

- conformemente a quanto espressamente previsto al paragrafo 15.4, “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…” e pertanto il terzo alinea del paragrafo 18.1 “Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”, è da considerarsi soppresso;

Visto il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

Richiamata, inoltre, la deliberazione della Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018 “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

Richiamate, inoltre, le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008, "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modificazioni, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016, “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016, “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”, con la quale è stato modificato l’assetto organizzativo di Direzioni generali/Agenzie/Istituti dal giorno 1 maggio 2016, modificando altresì le denominazioni e le declaratorie dei Servizi;

- n. 702 del 16 maggio 2016, “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali –Agenzie - Istituti, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell’anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 1107 dell'11 luglio 2016, “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 477 del 10 aprile 2017, “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali cura della persona, salute e welfare; Risorse, Europa, Innovazione e istituzioni e autorizzazione al conferimento dell'interim per un ulteriore periodo sul Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Ravenna”;

- n. 1601 del 23 ottobre 2017 recante “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito della D.G. Agricoltura, Caccia e Pesca, e nell'ambito della Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile e del Gabinetto del Presidente della Giunta”; 

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata, la regolarità del presente atto;

determina

1. di precisare, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, con riferimento agli Avvisi pubblici di seguito richiamati, quanto segue:

  • per l’Avviso 5.69 – Annualità 2018, conformemente a quanto espressamente previsto al paragrafo 15.4, “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…” e pertanto il terzo alinea del paragrafo 18.1 Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”, è da considerarsi soppresso;
  • per l’Avviso 1.43 – Annualità 2018:

- il termine indicato al paragrafo 18.1 è da intendersi 17 giugno 2019 anziché 30 maggio 2019;

- conformemente a quanto espressamente previsto al paragrafo 15.4, “E’ possibile concedere una sola proroga dei termini di ultimazione e rendicontazione finale del progetto, per un periodo non superiore a 60 giorni,…” e pertanto il terzo alinea del paragrafo 18.1 Non sono ammesse proroghe al termine del presente paragrafo”, è da considerarsi soppresso;

2. di confermare in ogni altra parte quanto previsto dalle deliberazioni n. 312/2018 e 322/2018;

3. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti nell’art. 26, comma 1, del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, ed alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo decreto legislativo;

4. di stabilire che il presente provvedimento sia pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT) e che se ne dia la più ampia diffusione, anche mediante la pubblicazione sul sito internet della Regione Emilia-Romagna E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it