E-R | BUR

n.48 del 07.03.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

PSR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Misura 08, Tipo Operazione 8.3.01 "Prevenzione delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici", annualità 2016. Accertamento economie per ribassi d'asta

IL DIRETTORE

Richiamati:

  • il Regolamento (UE) n. 1303 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n.1083/2006 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n.1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n.1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visti:

  • il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020, attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C (2015) 3530 final del 26 maggio 2015, di cui si è preso atto con propria deliberazione n.636 dell'8 giugno 2015;
  • la decisione n. C (2016)6055 del 19 settembre 2016 con la quale la Commissione Europea ha approvato la modifica al PSR 2014-2020 (versione 3);
  • la successiva deliberazione n.1544 del 26/9/2016 avente come oggetto “Reg. (UE) 1305/2013. Presa d'atto dell'approvazione delle modifiche al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (versione 3)”;
  • la decisione n. C (2017)2550 final del 12 aprile 2017 con la quale la Commissione Europea ha approvato la modifica al PSR 2014-2020 (versione 4.1);
  • la successiva Deliberazione della G.R. n.527 del 20/4/2017 avente come oggetto “REG. (UE) 1305/2013. Presa d'atto dell'approvazione delle modifiche al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (versione 4.1);

Visti inoltre:

  • la L.R. 4 settembre 1981 n. 30 recante norme per la valorizzazione delle risorse forestali;
  • la legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del Sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”
  • la L.R. 23 luglio 2001, n.21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure del P.R.S.R. con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001 e successive modifiche ed integrazioni;

Considerato che:

  • fra le Misure previste dal P.S.R. 2014-2020 approvato, è compresa la MISURA 08 “INVESTIMENTI NELLO SVILUPPO DELLE AREE FORESTALI E NEL MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITA’ DELLE FORESTE”;
  • nell'ambito della MISURA 08 è compreso il Tipo di Operazione 8.3.01 “Prevenzione delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici”;

Dato atto che:

  • con la deliberazione della Giunta regionale n.471 del 4 aprile 2016 è stato approvato il bando unico regionale per l’annualità 2015-2016 per un importo di Euro 5.577.953,00, attuativo degli interventi previsti dalla Operazione 8.3.01 “Prevenzione delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici” nell’ambito della Misura 8 del P.S.R. 2014-2020;
  • con la deliberazione della Giunta regionale n. 951 del 21 giugno 2016 è stato modificato l’allegato A1, parte integrante e sostanziale della deliberazione n. 471/2016;
  • con la determinazione n. 13964 del 05/09/2016 è stata approvata la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento, di quelli ammissibili, dei non ammessi e dei non ricevibili afferenti alla Misura 08 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”, Tipo di operazione 8.3.01 “Prevenzione delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici” per l’annualità 2016;
  • con la deliberazione della Giunta regionale n.414 del 5 aprile 2017 sono stati modificati i punti 4. “Gestione finanziaria, entità dell’aiuto” e 8. “Modalità e condizioni specifiche per la realizzazione degli interventi” dell’allegato A) alla sopracitata deliberazione n.1301/2016, come riportati nell’allegato A-2) parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione;

Considerato che, nel caso di operazioni realizzate da Enti Pubblici ed Organismi di diritto pubblico, deve essere garantito il rispetto della normativa generale sugli appalti pubblici, di cui al Decreto Legislativo n.50 del 18 aprile 2016 e, al fine di documentarne la regolarità, il beneficiario deve presentare al Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna la documentazione relativa alle procedure adottate;

Ritenuto che, in applicazione di quanto stabilito al punto “8. Modalità e condizioni specifiche per la realizzazione degli interventi” della sopracitata deliberazione n.414/2017, a conclusione dell'istruttoria delle comunicazioni integrative presentate dai beneficiari dei contributi concessi con la sopracitata determinazione n.13964/2016, si debba procedere alla rideterminazione della spesa ammissibile a contributo al netto dei ribassi di gara e delle somme eventualmente non aggiudicate, che saranno riutilizzate come previsto dal bando stesso;

Dato atto, pertanto, che, a seguito dell'esame delle comunicazioni integrative pervenute, sulla base dei ribassi d’asta, sono state accertate economie sui lavori e spese generali, per un importo complessivo di Euro 197.778,00, così come specificato nell’Allegato A al presente atto;

Visto:

  • la Legge Regionale 26 novembre 2001, n.43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e s.m.;
  • il Decreto Legislativo 14/3/2013, n.33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 486 del 10 aprile 2017 ad oggetto “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;
  • la determinazione n.1524 del 7/2/2017 “Conferimento di un incarico dirigenziale presso la Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente”;
  • la determinazione n.19063 del 24/11/2017 “Provvedimento di nomina del Responsabile del procedimento ai sensi degli articoli 5 e ss. della L. 241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993”;

Richiamate le deliberazioni della Giunta regionale:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008, avente per oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;
  • n. 2189 del 21 dicembre 2015 concernente “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;
  • n. 56 del 25 gennaio 2016 concernente “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. 43/2001”;
  • n. 270 del 29/2/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622 del 28/4/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 702 del 16 maggio 2016 avente ad oggetto: “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell’Anagrafe per la stazione appaltante”;
  • n. 1107 dell’11/7/2016 avente ad oggetto “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell’implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • - n. 1681 del 17/10/2016 “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con deliberazione n. 2189/2015”;
  • n. 89 del 30/1/2017 “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017 – 2019”;
  • n. 468 del 10/4/2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Dato atto del parere allegato;

determina

  1. di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente dispositivo;
  2. di rideterminare, a seguito dell'accertamento dei ribassi d'asta, gli importi dei lavori, degli oneri per la sicurezza e delle spese generali dei progetti ammessi a finanziamento nell'ambito della Misura 08, Tipo di operazione 8.3.01 “Prevenzione delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici” per l’annualità 2016 con la citata determinazione n.13964/2016, così come riportati nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto;
  3. di dare atto infine che, secondo quanto previsto dal D.lgs. n.33 del 14 marzo 2013, nonché secondo le disposizioni indicate nelle deliberazioni della Giunta regionale n. 1621/2013 e 66/2016, si provvederà, con riferimento alle concessioni di cui alla presente determinazione, al rispetto degli adempimenti di pubblicazione ivi contemplati;
  4. di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore Generale

Paolo Ferrecchi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it