E-R | BUR

n. 2 del 07.01.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

FEP 2007/2013 - Asse 2, Misura 2.1 - Sottomisura 1 "Investimenti produttivi nel settore dell'acquacoltura" - Bando annualità 2009 - Approvazione della graduatoria di cui alla determinazione n.7621/2009

IL RESPONSABILE

Visti:

  • la delibera di Giunta regionale n. 2105 del 9 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, avente per oggetto “Fondo Europeo per la Pesca (FEP) – Regolamento (CE) n. 1198/2006 – Programma operativo 2007/2013 – Recepimento delle competenze delegate alle Regioni”;
  • la propria determinazione n. 7621 del 4 agosto 2009, esecutiva ai sensi di legge, avente per oggetto “FEP 2007/2013 – Modalità e criteri per la presentazione delle domande a valere sulla misura 1.3 dell’Asse 1, Misura 3.3 dell’Asse 3 e Misura 2.1, Sottomisura 1 dell’Asse 2 – Bando annualità 2009”;
  • la determinazione del Direttore generale Attività Produttive, Commercio, Turismo del 2/10/2009, n. 9750, esecutiva ai sensi di legge, con cui è stato nominato il Nucleo di Valutazione così come previsto al punto 3) del dispositivo della sopracitata determinazione 7621/09 (Bando);
  • la determinazione n. 421 del 25/01/2010, esecutiva ai sensi di legge, avente per oggetto, “Proroga dei termini di cui al punto 11 dell’Allegato 1, 2, 3, della determina n. 7621 del 4/8/2009”;

 Preso atto che il Nucleo di Valutazione:

  • ha provveduto ad assegnare un numero identificativo (codice) ad ogni singola pratica in applicazione delle direttive previste dalla programmazione FEP 2007/2013;
  • ha proceduto, secondo quanto previsto al punto 11), Allegato 3), della citata determinazione 7621/09 (Bando), alle fasi istruttorie delle domande presentate a valere sull’Asse 2 Misura 2.1, Sottomisura 1 “Investimenti produttivi nel settore dell’Acquacoltura”;
  • ha approvato, all’unanimità dei componenti, la relativa check list per la verifica formale delle domande e la scheda di valutazione del progetto presentato;
  • ha provveduto ad istruire, sia sotto il profilo dell’ammissibilità formale che sotto il profilo del merito le domande pervenute, i cui verbali sono trattenuti agli atti del Servizio Economia Ittica Regionale, valutando la regolarità tecnica e l’ammissibilità delle spese, secondo le indicazioni ed i criteri previsti nel bando;
  • ha, quindi, attribuito i punteggi di priorità sulla base dei criteri di selezione di cui al punto 12), Allegato 3) della citata determinazione 7621/09 (Bando) ed esplicitati nella scheda di valutazione del progetto presentato approvata dal Nucleo di Valutazione e trattenuta agli atti del Servizio Economia Ittica Regionale;
  • ha proposto di fissare in relazione a quanto previsto al punto 10.1) della citata determinazione 7621/09 Allegato 3), (Bando), la percentuale di intervento pubblico, per il calcolo dei singoli contributi in c/capitale in misura pari al 40% della spesa ammessa, in applicazione di quanto stabilito dal Regolamento (CE) n. 1198/2006, Allegato II “Intensità di aiuto”- Gruppo 4 nel seguente modo:
    • Quota FEP, pari al 50% del contributo concesso;
    • Quota Fondo di rotazione, pari al 40% del contributo concesso;
    • Quota regionale, pari al 10% del contributo concesso;

Considerato che, a seguito di quanto premesso, per la Misura 2.1, Sottomisura 1 “Investimenti produttivi nel settore dell’Acquacoltura”, il Nucleo di Valutazione, ha proposto di approvare:

  1. l’elenco delle domande presentate, che di seguito si riporta nell’Allegato 1), parte integrante del presente provvedimento con specificato, fra l’altro, per ogni singolo progetto, l’ammontare dell’investimento richiesto;
  2. la graduatoria dei progetti ammissibili a finanziamento, che di seguito si riporta nell’Allegato 2), parte integrante del presente provvedimento, con specificato, fra l’altro, per ogni singolo progetto, l’ammontare degli investimenti ammessi ed il punteggio conseguito a seguito dell’istruttoria;
  3. l’elenco delle domande non ammissibili, che di seguito si riporta nell’Allegato 3), parte integrante del presente provvedimento, con specificato tra l’altro, le motivazioni d’esclusione che, come previsto dal punto 13), lett. c) del bando di cui alla citata determinazione 7621/09 Allegato 3), saranno comunicate ai singoli richiedenti esclusi;

Ritenuto di rinviare a successivi atti del Responsabile del Servizio Economia Ittica Regionale, l’assunzione dell’impegno di spesa dei contributi indicati a fianco di ciascun richiedente di cui all’Allegato 2, parte integrante del presente provvedimento, fino alla concorrenza di quanto previsto dal Piano finanziario riportato nella premessa della più volte citata determinazione 7621/09, nei limiti delle disponibilità finanziarie a valere sul Bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2011 e di eventuali fondi residui derivanti da economie su precedenti annualità;

Richiamate le deliberazioni:

  • n. 1057 del 24 luglio 2006, concernente “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali” e s.m.;
  • n. 1663 del 27 novembre 2006 concernente “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente” e s.m.i.;
  • n. 1720 del 4 dicembre 2006 concernente “Conferimento degli incarichi di responsabilità delle Direzioni generali della Giunta regionale”;
  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e ss.mm.;
  • n. 1173 del 27 luglio 2009 concernente “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;
  •  n. 1030 del 19 luglio 2010 concernente “Assunzione di dirigenti ai sensi dell’art. 18 e del combinato disposto degli artt. 18 e 19, co.9 della L.R. 43/01 nell’organico della Giunta della Regione Emilia-Romagna”, nonché la relativa determina di conferimento di incarico 8184/10;

Vista la L.R. del 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modificazioni;

 Attestata la regolarità amministrativa.

determina:

Per quanto esposto in premessa che qui si intende integralmente richiamato e in ottemperanza alla determinazione 7621/09 e alla delibera di G.R. 2105/08:

  1. di approvare l’Allegato 1) “Elenco domande presentate FEP 2007/2013 – Asse 2 – Misura 2.1, Sottomisura 1 “Investimenti produttivi nel settore dell’Acquacoltura” – Bando annualità 2009”, parte integrante del presente provvedimento con specificato, fra l’altro, per ogni singolo progetto, l’ammontare degli investimenti richiesti;
  2. di approvare l’Allegato 2) “Graduatoria dei progetti ammissibili a finanziamento FEP 2007/2013 – Asse 2 – Misura 2.1, Sottomisura 1 ‘Investimenti produttivi nel settore dell’Acquacoltura’ – Bando annualità 2009”, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, così come proposto dal Nucleo di Valutazione nominato con determinazione del Direttore generale Attività Produttive, Commercio, Turismo del 2/10/2009, n. 9750;
  3. di approvarel’Allegato 3) “Elenco delle domande non ammissibili FEP 2007/2013 – Asse 2 – Misura 2.1, Sottomisura 1 ‘Investimenti produttivi nel settore dell’Acquacoltura’ – Bando annualità 2009”, quale parte integrante e sostanziale del presente atto così come proposto dal citato Nucleo di Valutazione;
  4. di fissare nella misura massima del 40% dell’investimento ammesso la percentuale del contributo in c/capitale da concedere ai progetti di cui all’Allegato 2) in applicazione a quanto stabilito dal Regolamento (CE) n. 1198/2006, Allegato II “Intensità di aiuto”- Gruppo 4 nel seguente modo:
  • Quota FEP, pari al 50% del contributo concesso;
  • Quota Fondo di Rotazione, pari al 40% del contributo concesso;
  • Quota Regionale, pari al 10% del contributo concesso;

5. di rinviare a successivi atti del Responsabile del Servizio Economia Ittica Regionale, l’assunzione dell’impegno di spesa dei contributi indicati a fianco di ciascun richiedente di cui all’Allegato 2, parte integrante del presente provvedimento, fino alla concorrenza di quanto previsto dal Piano finanziario riportato nella premessa della più volte citata determinazione 7621/09, nei limiti delle disponibilità finanziarie a valere sul Bilancio regionale per l’esercizio finanziario 2011 e di eventuali fondi residui derivanti da economie su precedenti annualità sui seguenti capitoli di spesa:

  • 78400 “Contributi in conto capitale a imprese private singole e associate per investimenti in acquacoltura, pesca nelle acque interne, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura - Programma operativo FEP 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (Ce) C(2007)6792) – Mezzi UE”- UPB 1.4.2.3.14386;
  • 78402 “Contributi in conto capitale a imprese private singole e associate per investimenti in acquacoltura, pesca nelle acque interne, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura - Programma operativo FEP 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (Ce) C(2007)6792); L. 16 Aprile 1987, n. 183) - Mezzi statali” - UPB 1.4.2.3.14388;
  • 78404 “Contributi in conto capitale a imprese private singole e associate per investimenti in acquacoltura, pesca nelle acque interne, trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura - Programma operativo FEP 2007/2013 Asse 2 (Reg. (Ce) 1198/2006; Decisione (Ce) C(2007)6792) Quota regionale” - UPB 1.4.2.3.14384;

6. di dare atto che in conformità a quanto previsto dalla citata determinazione 7621/09 all’ Allegato 3), (Bando), il Dirigente competente, ai sensi dell’articolo 51 e 52 della Legge regionale 40/01, nonché della delibera 2416/08 e ss.mm., provvederà, con propri atti formali alla liquidazione dei contributi concessi ed alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, secondo le modalità e nel rispetto dei termini previsti al punto 15) della stessa determinazione;

7. di dare atto che avverso tale provvedimento, è possibile presentare ricorso al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR), entro il termine di 60 gg. ovvero al Presidente della Repubblica entro 120 gg. a decorrere dalla pubblicazione del medesimo nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

8. di prevedere la pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (BURER).

Il Responsabile del Servizio

Aldo Tasselli 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it