E-R | BUR

n.262 del 07.08.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Legge regionale 23 giugno 2017, n. 11, recante: "Sostegno all'editoria locale". Approvazione del programma degli interventi delle imprese dell'informazione operanti a livello locale da finanziare per l'anno 2018"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Vista la Legge Regionale 23 giugno 2017, n. 11, recante: “Sostegno all’editoria locale”;

 Richiamati in particolare:

- il comma 1 dell’art. 1, secondo cui la Regione Emilia-Romagna sostiene le imprese operanti nel settore dell’editoria in ambito locale, in primo luogo per la loro qualificazione e innovazione, perseguendo l'obiettivo di una sempre maggiore informazione ai cittadini e della loro partecipazione attiva alla formazione dei processi decisionali;

- il comma 2 dell’art. 1, secondo cui la Regione, tra gli altri obiettivi, promuove interventi a sostegno dell’editoria locale al fine di salvaguardarne i livelli occupazionali e contrastare la precarizzazione del lavoro giornalistico e dell'intera filiera tecnica di produzione dell'informazione tutelandone la qualità e la professionalità;

- l’art. 2, secondo cui sono imprese dell'informazione operanti in ambito locale le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, iscritte nel Registro degli operatori di comunicazione (ROC)che svolgono la propria attività in uno dei seguenti ambiti:

 emittenza televisiva digitale terrestre (DTT);

 emittenza radiofonica con trasmissione di segnale con tecnologia analogica e digitale ovvero con tecnologie DAB/DAB+ o DRM/DRM+;

 emittenza radio ed emittenza radio-televisiva via web, streaming/applicazione on demand su diverse piattaforme o con trasmissione di segnale con tecnologie satellitari;

 stampa quotidiana cartacea;

 testate giornalistiche online;

 agenzie di stampa quotidiana;

 stampa periodica regionale e locale;

- l’art. 3, che indica i requisiti per l’accesso a contributi e incentivi che devono essere posseduti da parte delle imprese dell'informazione operanti in ambito locale;

- il comma 1, lettera h) dell’art. 5, secondo cui la Regione, incentiva, tra gli aspetti, l’assunzione di personale giornalistico da parte delle imprese dell’informazione operanti in ambito locale;

- il comma 1 dell’art. 6, che prevede, tra le varie forme di contributi concedibili, quella degli incentivi all’occupazione;

- l’art. 7, recante: “Incentivi per l’occupazione del settore radiotelevisivo e dell’editoria;

- l’art. 11, recante: “Norma sugli aiuti di Stato”;

Richiamato, inoltre, il comma 3 dell’art. 6 della medesima Legge regionale, secondo cui la Giunta Regionale, sentita la competente Commissione assembleare e acquisito il parere del CORECOM, approva il “Programma annuale degli interventi da finanziare” che, tra gli altri elementi, definisce, per ogni intervento:

-  la tipologia delle spese ammissibili e la misura massima dell’agevolazione in percentuale della spesa ammessa;

- le modalità e i termini di riconoscimento di contributi e incentivi in conformità all'articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi) e al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 (Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59) nonché i soggetti amministrativi gestori delle procedure finalizzate alla loro concessione ed erogazione;

- le modalità di svolgimento dei controlli sulle attività svolte dai beneficiari dei contributi previsti dalla sopra indicata L.R.;

Considerata, alla luce di quanto previsto nella sopra citata Legge regionale n.11/2017, la necessità di dare una prima attuazione a quanto disposto nel citato comma 3 dell’art. 6 della legge regionale n. 11/2017 e di procedere, conseguentemente, all’approvazione del “Programma degli interventi delle imprese dell’informazione operanti a livello locale da finanziare per l’anno 2018”;

Viste:

- la Legge regionale 27 dicembre 2017, n. 27, recante “BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2018-2020”;

- la Legge regionale 27 dicembre 2017, n.26, recante: “DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2018-2020 (LEGGE DI STABILITÀ REGIONALE 2018)”;

- la Legge regionale 27 dicembre 2017, n. 25, recante: “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITÀ PER IL 2018”;

- la Legge regionale n. 11 del 27/07/2018 recante: “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE DI ASSESTAMENTO E PRIMA VARIAZIONE GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2018 – 2020”;

- la Legge regionale n. 12 del 27/07/2018 recante: “ASSESTAMENTO E PRIMA VARIAZIONE GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2018-2020”;

Considerato che sui pertinenti capitoli del bilancio di previsione del bilancio della Regione Emilia-Romagna 2018-2020 è stata stanziata una somma complessiva pari a € 600.000,00;

Considerato inoltre che, per l’anno 2018, debba essere data priorità al finanziamento di progetti sostenuti dalle suddette imprese che siano finalizzati all’assunzione di personale giornalistico iscritto all’Albo di cui all’articolo 26 della Legge n. 69 del 1963 e che, pertanto, la suddetta somma pari a € 600.000,00 debba essere destinata al finanziamento di detti progetti;

Ritenuto pertanto opportuno di approvare, con il presente provvedimento, l’Allegato A, quale sua parte integrale e sostanziale, contenente il “Programma degli interventi delle imprese dell’informazione operanti a livello locale da finanziare per l’anno 2018”;

Sentita la Commissione assembleare V, Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport e Legalità nella seduta del 31/7/2018;

Acquisito il parere del CORECOM in data 26/7/2018;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, recante "Testo unico in materia di Organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii., ed in particolare l'art. 37, comma 4;

 Richiamate:

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della Delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la propria deliberazione n. 270 del 29 febbraio 2016 recante "Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 622 del 28 aprile 2016 recante "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 702 del 16 maggio 2016 avente ad oggetto "Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante";

- la propria deliberazione n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R. 43/2001”;

- la propria deliberazione n. 1107 dell’11/07/2016, recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- la propria deliberazione n. 1059 del 3 luglio 2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”; 

Richiamata altresì la Determinazione n. 1174/2017 avente ad oggetto “Conferimento degli incarichi dirigenziali presso la Direzione generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa”;

Visti altresì:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Dato atto che, il Responsabile del Procedimento indicato nel sopra citato programma ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interesse;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma, Palma Costi;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le ragioni esposte in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate,

  1. di dare attuazione a quanto disposto nel comma 3 dell’art. 6 della legge regionale n. 11/2017;
  2. di approvare l’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, contenente il “Programma degli interventi delle imprese dell’informazione operanti a livello locale da finanziare per l’anno 2018”;
  3. di stabilire che la somma complessiva destinata al finanziamento degli interventi indicati nel programma di cui al punto 2 del presente dispositivo ammonta a complessivi € 600.000,00, a tale fine stanziati, per l’annualità 2018, sui pertinenti capitoli di bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020;
  4. di dare atto che all’assunzione dei relativi impegni di spesa, alle liquidazioni e alle richieste di emissione dei titoli di pagamento provvederà il Dirigente regionale competente con successivi atti formali, secondo quanto stabilito ai paragrafi M e P dell’Allegato A) ai sensi della normativa contabile vigente e della propria deliberazione n. 2416/2008 e ss.mm.ii., per quanto applicabile;
  5. di dare atto che, secondo quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it