E-R | BUR

n.430 del 27.12.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. n. 19/19. Concessione contributi alla Diocesi di Parma, al Comune di Alto Reno Terme e alla Fondazione Villa Emma-Ragazzi ebrei salvati per la realizzazione dei progetti di cui agli artt. 3, 4, 5

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina

1. di richiamare integralmente quanto espresso in premessa quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di prendere atto, in attuazione della L.R. n. 19/2019 artt. 3,4,5, dei progetti presentati dal Comune di Alto Reno Terme, dalla Diocesi di Parma e dalla Fondazione Villa Emma- Ragazzi ebrei salvati riportati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3. di concedere a favore dei medesimi soggetti ricompresi nell’Allegato 1) il contributo a fianco degli stessi indicato, per un importo complessivo di Euro 1.800.000,00, quale contributo regionale alla realizzazione dei progetti ivi indicati da realizzarsi negli anni 2019/2021;

4. di impegnare a favore del Comune di Alto Reno Terme (BO) per la realizzazione del progetto “Restauro Grottino del Chini-Porretta Terme”, il contributo di Euro 100.000,00 registrato al n. 8941 di impegno sul Cap 70954 “CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE AL COMUNE DI ALTO RENO TERME PER IL RESTAURO DELLA SALA BIBITA DELLE TERME ALTE DI PORRETTA TERME (ART. 4 L.R. 1 AGOSTO 2019, N.19)",sul bilancio finanziario gestionale 2019/2021, anno di previsione 2019, che presenta la necessaria disponibilità, approvato con deliberazione di G.R. 2301/2018 e ss.mm.;

5. di impegnare a favore della Diocesi di Parma per la realizzazione, nell’ambito dell’intervento complessivo di restauro della Chiesa di San Francesco di Parma, del progetto esattamente denominato “Restauro e consolidamento convento lotto 1”, il contributo di Euro 500.000,00, registrato al n.8942 di impegno sul Cap. 70952 “CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE ALLA DIOCESI DI PARMA PER IL RESTAURO DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO DEL PRATO DI PARMA (ART. 3 L.R. 1 AGOSTO 2019, N.19)” del bilancio finanziario 2019/2021, anno di previsione 2019 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con deliberazione di G.R. 2301/2018 e ss.mm.;

6. di impegnare a favore della Fondazione Villa Emma- Ragazzi ebrei salvati per la realizzazione di un complesso memoriale dedicato a Villa Emma, esattamente denominato “Davanti a Villa Emma. Luogo per la memoria dei ragazzi ebrei salvati a Nonantola”, il contributo di Euro 1.200.000,00 ripartito come segue:

– quanto a Euro 200.000,00 registrato al n. 1550 di impegno sul capitolo 70956 “CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE ALLA FONDAZIONE VILLA EMMA - RAGAZZI EBREI SALVATI - DI NONANTOLA PER LA REALIZZAZIONE DEL COMPLESSO MEMORIALE "VILLA EMMA" (ART. 5 L.R. 1 AGOSTO 2019, N.19)” del bilancio finanziario gestionale 2019/2021, anno di previsione 2020 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con deliberazione di G.R. 2301/2018 e ss.mm.;

– quanto a Euro 1.000.000,00 registrato al n. 449 di impegno sul capitolo 70956 “CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE ALLA FONDAZIONE VILLA EMMA - RAGAZZI EBREI SALVATI - DI NONANTOLA PER LA REALIZZAZIONE DEL COMPLESSO MEMORIALE "VILLA EMMA" (ART. 5 L.R. 1 AGOSTO 2019, N.19)” del bilancio finanziario gestionale 2019/2021, anno di previsione 2021 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con deliberazione di G.R. 2301/2018 e ss.mm.;

7. di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., le stringhe concernenti la codificazione della transazione elementare, come definite dal citato decreto, sono le seguenti:

Capitolo 70952 - Missione 5 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.04.01.001 - COFOG 08.2 - Transazione UE 8 - SIOPE 2030401001 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 70954 - Missione 5 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.01.02.003 - COFOG 08.2 - Transazione UE 8 - SIOPE 2030401003 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3

Capitolo 70956 - Missione 5 - Programma 02 - Codice Economico U.2.03.04.01.001 - COFOG 08.2 - Transazione UE 8 - SIOPE 2030401001 - C.I. Spesa 4 - Gestione ordinaria 3

8. di dare atto che in relazione ai codici CUP si rinvia all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

9. di dare atto inoltre che alla liquidazione dei contributi di cui ai punti 4,5,6 che precedono provvederà il dirigente regionale competente con propri atti formali, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e in attuazione della deliberazione della Giunta Regionale n. 2416/2008 e successive modificazioni, laddove applicabile, previo espletamento degli adempimenti previsti ai successivi punti 12 e 13, secondo le seguenti modalità stabilite dalla sopra citata Deliberazione della Giunta regionale n. 1857/2019 al punto 2.2 dell’Allegato A:

- I pagamenti saranno disposti per stati di avanzamento lavori (SAL), incluse le spese di progettazione, fino al raggiungimento del 90% dell'importo dei contributi, previa attestazione mediante apposito certificato di pagamento rilasciato dai rispettivi Responsabile Unico del Procedimento corredati delle relative fatture emesse e da apposite relazioni contenenti i dati in ordine allo stato di attuazione delle opere e alla contabilità dei lavori.

- Il saldo, nella misura minima del 10% dei contributi straordinari regionali concessi, a seguito dell'avvenuta ultimazione delle opere, sulla base della seguente documentazione comprovante l’avvenuta ultimazione dei lavori e la conclusione delle procedure di spesa:

- certificato di regolare esecuzione delle opere eseguite e Collaudo (se previsto) / certificato di conformità e regolarità delle forniture acquisite;

- rendiconto finanziario del progetto riepilogativo di tutti i costi sostenuti per il progetto, comprensivo di copia di fatture quietanzate;

- solo per gli enti locali, atto di approvazione del CRE/Collaudo e dello stato finale della spesa, comprensivo di tutte le spese sostenute.

è possibile un primo acconto, a titolo di anticipazione, nella misura massima del 10% del contributo regionale concesso, previa rilascio di garanzia fidejussoria. Qualora venga richiesto, sarà proporzionalmente recuperato nelle liquidazioni successive.

A fronte di variazioni in diminuzione dei costi sostenuti per la realizzazione dell’intervento, il Dirigente regionale competente per materia provvederà a rideterminare il finanziamento regionale. Il contributo resterà, invece, invariato in caso di aumento dei costi complessivi sostenuti per le opere.

10. di rinviare per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento alla predetta deliberazione di Giunta Regionale n. 1857/2019;

11. di vincolare il Comune di Alto Reno Terme, la Diocesi di Parma e la Fondazione Villa Emma- Ragazzi Ebrei Salvati ad evidenziare nei modi più opportuni che i progetti ammessi sono stati realizzati con il contributo della Regione Emilia-Romagna;

12. di dare atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall'articolo 56, comma 7, del citato D.Lgs. n.118/2011 e ss.mm.ii.;

13. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs.;

14. di pubblicare per estratto il presente atto nel BURERT (Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna).

Il Responsabile del Servizio

Gianni Cottafavi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it