E-R | BUR

n.135 del 31.08.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma di interventi di solidarietà da attuare nel territorio della regione Abruzzo colpito dal sisma del 6 aprile 2009. Approvazione schema di convenzione per la realizzazione della sede della Centrale Operativa 118 nel comune di L'Aquila

IL DIRETTORE

Premesso che la Legge regionale n. 9 del 23 luglio 2009, recante “Legge finanziaria regionale approvata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40, in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2009 e del bilancio pluriennale 2009-2011. Primo provvedimento generale di variazione” e, in particolare, l’art. 18 che ha disciplinato l’intervento del ‘Sistema Emilia-Romagna’ nel territorio della Regione Abruzzo, ha previsto che:

- la Giunta regionale autorizzi, con proprio atto, l’Agenzia regionale di protezione civile ad attivare un conto corrente postale finalizzato a raccogliere le donazioni provenienti da soggetti pubblici e privati e destinate al finanziamento di un programma di attività urgenti di soccorso alle popolazioni colpite nonché di interventi di realizzazione, ripristino o ricostruzione di infrastrutture pubbliche strategiche o di infrastrutture pubbliche o private di particolare rilevanza sociale, distrutte o danneggiate nel territorio dei comuni colpiti;

- il programma possa essere approvato anche per stralci successivi e possa prevedere sia l’erogazione di contributi a soggetti pubblici aventi sede nelle aree colpite dall’evento, sia l’acquisizione di beni o servizi finalizzati al superamento dell’emergenza ed al ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree interessate;

- l’Agenzia introiti periodicamente le risorse versate sul predetto conto corrente postale per iscriverle in appositi capitoli di entrata e di spesa all’uopo istituiti con determina del Direttore dell’Agenzia medesima;

- all’approvazione dei programmi provveda la Giunta regionale, su proposta della Cabina di regia costituita con il decreto del Presidente della Giunta regionale 125/09;

Dato atto che con deliberazione della Giunta regionale n. 1100 del 27 luglio 2009, l’Agenzia regionale di protezione civile è stata autorizzata ai sensi dell’art. 18 della Legge regionale 9/09 ad attivare un conto corrente postale per le finalità descritte sopra;

Vista la propria determinazione n. 210 del 4 agosto 2009, con la quale si è provveduto all’attivazione del predetto conto corrente postale;

Dato atto che ad integrazione delle risorse affluenti nel predetto conto corrente postale la Regione ha stanziato, ai sensi dei commi 7 e 8 del richiamato art. 18 della L.R. 9/09, la somma di Euro 1.000.000,00, sul Capitolo 47445 “Assegnazione all’Agenzia Regionale di Protezione Civile per interventi finalizzati alla realizzazione, al ripristino o alla ricostruzione di infrastrutture pubbliche distrutte o danneggiate, nel territorio dei comuni della provincia del L’Aquila, colpito dal sisma del 6 aprile 2009 (art.18, L.R. 23 luglio 2009, n. 9)” che verrà attribuita all’Agenzia regionale di protezione civile in sede di definizione degli interventi da realizzare e delle connesse modalità attuative;

Dato atto, inoltre, che con legge regionale n. 8 del 23 luglio 2010 “Assestamento del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2010 e del Bilancio pluriennale 2010-2012” la Regione Emilia-Romagna ha provveduto ad integrare il predetto stanziamento con Euro 300.000,00.

Evidenziato che:

- nel conto corrente postale citato sono stati accreditati versamenti in danaro da parte di soggetti privati ed enti pubblici;

- dal conto corrente postale citato sono stati effettuati, a decorrere dall’esercizio 2009 alla data del presente atto, prelievi per 871.732,00 Euro a favore del capitolo entrate del bilancio dell’Agenzia regionale di protezione civile E08501 “Trasferimenti da soggetti pubblici e donazioni da soggetti privati provenienti dal conto corrente postale n. 98060114 “Pro Abruzzo” destinati al finanziamento di un programma di attività urgenti di soccorso alle popolazioni colpite, nonché di interventi di realizzazione, ripristino o ricostruzione di infrastrutture pubbliche strategiche o di infrastrutture pubbliche o private di particolare rilevanza colpiti dal sisma del 6 aprile 2009”; 

Preso atto:

- che in data 10 giugno 2010 si è riunita la Cabina di regia regionale, nella quale si è convenuto di procedere alla programmazione di due interventi nel territorio della regione Abruzzo, da attuarsi in due stralci successivi, di cui il primo prevede la realizzazione di un Poliambulatorio di primo livello nel comune di Villa Sant’Angelo (AQ) posto a servizio anche della popolazione residente nel comune di Sant’Eusanio Forconese (AQ), ed il secondo la realizzazione della Centrale operativa del 118 presso l’Ospedale “San Salvatore” de L’Aquila;

- che la proposta di tale programma, maturata nell’ambito di una preliminare valutazione congiunta con gli enti pubblici interessati della Regione Abruzzo, nasce dall’esigenza di sopperire alla completa inutilizzabilità delle strutture preesistenti, rimaste gravemente danneggiate dal sisma del 6 aprile 2009;

Preso atto, altresì:

- che la Giunta regionale con propria deliberazione n. 1255 del 6 settembre 2010 ha approvato tale programma degli interventi da realizzarsi in due stralci successivi nel territorio della regione Abruzzo;

- che tale programma prevede il concorso di azioni e di interventi finanziari dei seguenti soggetti pubblici e privati:

  • Comune di Villa Sant’Angelo; Società G.D. SpA e Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile, per la realizzazione del Poliambulatorio;
  • Azienda Sanitaria Locale (ASL 1) de L’Aquila e Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile, per la realizzazione della Centrale Operativa del 118;

Rilevato che la Giunta regionale con la citata deliberazione 1255/10:

- ha definito ed articolato nelle linee generali le attività e gli interventi, da espletarsi a cura dei soggetti sopra indicati, e rinviato a successive convenzioni, tra i medesimi soggetti, la definizione delle disposizioni di dettaglio attuative del programma;

- ha dato atto che gli atti convenzionali in parola saranno sottoscritti, per quanto di competenza della Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile, dal Direttore dell’Agenzia ai sensi della deliberazione della Giunta regionale 652/07;

Dato atto che:

- con propria determinazione n. 431 dell’8 ottobre 2010 si è provveduto ad approvare lo schema di convenzione relativo alla realizzazione del sopraccitato poliambulatorio di primo livello nel comune di Villa Sant’Angelo e successivamente a sottoscriverla;

- la convenzione in parola, sottoscritta dalle parti, impegnava l’Agenzia regionale di protezione civile all’acquisto ed al posizionamento degli arredi del poliambulatorio per un importo stimato in euro 30.000,00 provenienti dalle donazioni versate nel citato conto corrente postale;

- con propria determinazione n. 25 del 3 febbraio 2011 si è provveduto ad assegnare al Comune di Villa S. Angelo - che si è impegnato a provvedere direttamente all’acquisto ed al posizionamento degli arredi come da sua proposta prot. 214/VI/2010 del 31 gennaio 2011 - la somma di Euro 30.000,00, da liquidarsi a rendicontazione della spesa sostenuta;

Ritenuto di dare attuazione anche alla parte del programma approvato con deliberazione della Giunta regionale 1255/10 che prevede la realizzazione della sede della Centrale Operativa del 118, procedendo alla sottoscrizione di apposita convenzione con l’Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila, il cui schema è riportato in Allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto;

Ritenuto di evidenziare che la Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile farà fronte agli impegni che si assume con l’atto convenzionale in parola con risorse finanziarie ammontanti ad Euro 2.100.000,00;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

1. di dare attuazione a quanto stabilito dalla Giunta regionale Emilia-Romagna con deliberazione n. 1255 del 6 settembre 2010, provvedendo a sottoscrivere la convenzione con l’Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila per la realizzazione della sede della Centrale Operativa del 118 preso l’Ospedale San Salvatore de L’Aquila, il cui schema è riportato nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di pubblicare il presente atto e il testo della convenzione in Allegato A e gli Allegati A1 e A2 nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Direttore

Demetrio Egidi

ALLEGATO A

Schema di Convenzione tra

  • la Regione Emilia-Romagna - Agenzia Regionale di Protezione Civile
  • l’Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila

per “La realizzazione della Sede della Centrale Operativa del 118 presso l’Ospedale San Salvatore de L’Aquila”

.

Con la presente Convenzione:

  • La Regione Emilia-Romagna - Agenzia Regionale di Protezione Civile (C.F.91278030373) di seguito denominata Agenzia, rappresentata dal Direttore dell’Agenzia Ing. Demetrio Egidi, domiciliato per la carica presso la sede dell’Agenzia sita in Bologna, Viale Silvani n. 6, il quale interviene nella presente Convenzione in forza della deliberazione della Giunta regionale n. 1255 del 6 settembre 2010, con la quale sono stati approvati i contenuti essenziali della presente convenzione;
  • L’Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila (C.F./P.I. 01792410662), di seguito denominata Azienda Sanitaria, rappresentata dal Direttore Generale, Dott. Giancarlo Silveri, nato ad Asciano (SI) il 10/6/1944, domiciliato per la carica presso la Sede sita in L’Aquila, via Saragat snc, il quale interviene nella presente Convenzione a seguito della deliberazione del D.G. n.__ del_____, con la quale è stato approvato lo schema della presente Convenzione;

Premesso

- che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 6 aprile 2009, pubblicato nella G.U. n. 81 del 7 aprile 2009, è stato dichiarato lo stato di emergenza ai sensi dell’art. 5 della legge n. 225/1992 nei territori della Regione Abruzzo colpiti dal gravissimo evento sismico verificatosi nella notte del 6 aprile 2009;

- che ai sensi dell’art. 14 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3782 del 17 giugno 2009, pubblicata nella G.U. n.145 del 25 giugno 2009, è previsto (art.14) che le Regioni e le Province Autonome sono autorizzate ad effettuare specifici interventi volti a contribuire alla realizzazione di nuovi edifici o complessi da edificare, nonché alla riparazione o ricostruzione di quelli esistenti ed alla sistemazione del territorio, mettendo a disposizione proprie risorse ovvero, provvedendo, a tal fine, anche all’utilizzo di somme provenienti da donazioni da parte di soggetti pubblici e privati;

- che con decreto del Presidente della Giunta regionale Emilia-Romagna n. 125 del 28 aprile 2009, è stata costituita una Cabina di regia regionale con il compito di promuovere e coordinare gli interventi del ‘Sistema Emilia-Romagna’ a favore delle aree terremotate della Regione Abruzzo, ne sono stati individuati i componenti e definite le procedure operative;

- che l’art. 18 della legge della Regione Emilia-Romagna n. 9 del 23 luglio 2009, recante ‘Legge finanziaria regionale approvata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2009 e del bilancio pluriennale 2009-2011. Primo provvedimento generale di variazione’ ha disciplinato l’intervento del ‘Sistema Emilia-Romagna’ nel territorio della Regione Abruzzo, prevedendo, in particolare, che:

  • la Giunta regionale autorizzi, con proprio atto, l’Agenzia regionale di protezione civile ad attivare un conto corrente postale finalizzato a raccogliere le donazioni provenienti da soggetti pubblici e privati e destinate al finanziamento di un programma di attività urgenti di soccorso alle popolazioni colpite nonché di interventi di realizzazione, ripristino o ricostruzione di infrastrutture pubbliche strategiche o di infrastrutture pubbliche o private di particolare rilevanza sociale, distrutte o danneggiate nel territorio dei comuni colpiti;
  • il programma possa essere approvato anche per stralci successivi e possa prevedere sia l’erogazione di contributi a soggetti pubblici aventi sede nelle aree colpite dall’evento, sia l’acquisizione di beni o servizi finalizzati al superamento dell’emergenza ed al ritorno alle normali condizioni di vita nelle aree interessate;
  • l’Agenzia introiti periodicamente le risorse versate sul predetto conto corrente postale per iscriverle in appositi capitoli di entrata e di spesa all’uopo istituiti con determina del Direttore dell’Agenzia medesima;
  • all’approvazione dei programmi provveda la Giunta regionale, su proposta della Cabina di regia costituita con il richiamato decreto del Presidente della Giunta regionale n. 125/09;

- che in data 10 giugno 2010 si è riunita la Cabina di regia regionale nella quale si è convenuto, come da verbale acquisito agli atti dell’Agenzia regionale di protezione civile, di procedere alla programmazione di due interventi nel territorio della regione Abruzzo, da attuarsi in due stralci successivi, di cui il primo prevede la realizzazione di un Poliambulatorio di primo livello nel comune di Villa Sant’Angelo (AQ) posto a servizio anche della popolazione residente nel comune di Sant’Eusanio Forconese (AQ), ed il secondo la realizzazione della Centrale Operativa del 118 presso l’Ospedale San Salvatore di L’Aquila;

- che la proposta di tale programma, maturata nell’ambito di una preliminare valutazione congiunta con gli enti pubblici interessati della regione Abruzzo, nasce dall’esigenza di sopperire alla completa inutilizzabilità delle strutture preesistenti, rimaste gravemente danneggiate dal sisma del 6 aprile 2009;

- che la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha approvato con propria deliberazione n. 1255 in data 6/9/2010 il programma degli interventi proposto dalla Cabina di regia, così come previsto dall’art. 18 della L.R. n. 9 del 23/7/2009;

- che su tale programma è stata acquisita l’intesa del Presidente della Regione Abruzzo, come da nota prot. n. 13792/AG del 12 luglio 2010 trasmessa alla Regione Emilia-Romagna;

- che il programma in parola prevede, per la realizzazione della Centrale Operativa del 118, il concorso di azioni e di interventi finanziari della Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile e della Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila;

Tutto ciò premesso e considerato, le Parti di cui in epigrafe convengono e stipulano quanto segue:

Articolo 1

Premessa

1. La premessa che precede costituisce parte integrante e sostanziale della presente Convenzione.

Articolo 2

Oggetto e finalità della Convenzione

1. Le Parti manifestano congiuntamente la volontà di realizzare presso l’Ospedale San Salvatore de L’Aquila, come specificato nella scheda progettuale riassuntiva e planimetrie dell’intervento (Allegato A1 e Allegato A2), una struttura da destinare a sede della Centrale Operativa del 118.

2. Gli Allegati A1 e A2 costituiscono parte integrante della presente Convenzione.

3. La struttura da realizzare prevede:

- piazzola di atterraggio

- impianti elettrici e speciali con segnaletica ed illuminazione in grado di consentire le operazioni di volo in notturno

- impianto di rifornimento del carburante avio

- impianto antincendio

- piazzale di sosta per elicotteri interposto tra la zona di approdo e l’hangar, compreso la viabilità circostante

- hangar delle dimensioni adatte a contenere in sicurezza due elicotteri

- piano interrato di altezza tale da consentire la manutenzione degli isolatori sismici installati alla base del fabbricato

- cunicolo interrato di collegamento con l’ospedale

- piano terra eseguito al grezzo destinato a rimessa ambulanze e locali di servizio per una sup. 700mq circa

- Piano primo destinato a contenere la centrale operativa; per circa 700mq

- Sistema di collegamenti verticali e ai piani; sup. 150mq

- Piazzale di manovra centrale 118 e parcheggi del personale operativo

Articolo 3

Validità

1. La presente Convenzione entrerà in vigore alla data della relativa sottoscrizione e rimarrà in vigore per un periodo di 3 anni e comunque fino alla realizzazione della struttura di cui all’Allegato A1.

2. Qualora, durante il periodo di validità della Convenzione, dovessero emergere elementi tali da comportare il venir meno dei presupposti di cui agli intendimenti sottoscritti tra le Parti, le stesse procederanno congiuntamente e consensualmente a formalizzare la cessazione della presente Convenzione.

Articolo 4

Compiti delle Parti

1. La Regione Emilia-Romagna -Agenzia Protezione Civile:

1) si incarica di predisporre il progetto sulla base dei contenuti indicati dalla ASL 1 in riferimento a quanto previsto dall’Allegato A1;

2) provvede ad affidare l’incarico per la predisposizione del progetto per l’appalto;

3) individua la direzione dei lavori e il responsabile della sicurezza e provvede a conferire i relativi incarichi;

4) provvede al finanziamento dei conseguenti oneri nell’ambito della complessiva disponibilità di € 2.100.000; 

5) versa alla ASL 1 L’Aquila i fondi al netto delle spese sostenute per i punti 2) e 3) a concorrenza dell’importo di cui al punto 4).

2. L’ASL 1 L’Aquila:

1) reperisce i finanziamenti necessari per il differenziale tra l’importo originale dei lavori (Euro 2.100.000) e l’importo stimato come necessario (Euro 5.830.000);

2) si incarica delle procedure di affidamento dei lavori nonché della gestione amministrativa e contabile degli stessi.

Articolo 5

Tempi di esecuzione delle attività

1. Le parti si impegnano a procedere con ogni sollecitudine allo svolgimento dei procedimenti di competenza per realizzare le attività previste all’art. 4.

Articolo 6

Referenti

1. Sono individuati, quali Referenti per l’attuazione della presente Convenzione:

  • per la Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di protezione civile: Dott. Ferruccio Melloni;
  • per l’Azienda Sanitaria Locale 1: Geom. Paolo Gioia - U.O.C. Interventi post-sisma;

2. I predetti Referenti provvederanno all’organizzazione e alla gestione delle attività e dei programmi, nonché ad ogni adempimento necessario per l’attuazione della presente Convenzione.

Articolo 7

Attività di verifica

1. È prevista, entro il 31 dicembre 2012, una verifica sullo stato di attuazione dell’accordo. In tale sede, le Parti potranno procedere d’intesa alla revisione della Convenzione, qualora si manifesti l’esigenza di adeguarne il contenuto a disposizioni normative di carattere innovativo o integrativo ovvero di migliorarne gli aspetti organizzativi e gestionali, anche in relazione a situazioni o circostanze intervenute successivamente alla stipula.

Articolo 8

Controversie

1. La risoluzione di eventuali controversie, derivanti dall’attuazione della presente Convenzione, è demandata ad un Collegio Arbitrale composto da tre membri nominati, il primo, dalla Regione Emilia-Romagna - Agenzia regionale di Protezione Civile; il secondo dalla Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila, il terzo di comune accordo tra le parti.

2. La sede esclusiva dell’arbitrato è Bologna.

Articolo 9

Rinvio

1. Per tutto quanto non espressamente riportato nella presente Convenzione si applicano le norme del Codice Civile. 

Articolo 10

Registrazione

1. La registrazione della presente Convenzione è prevista, in caso di uso, a cura e a spese della Parte che ne ha interesse.

Letto, approvato e sottoscritto.

  • per la Regione Emilia-Romagna - Agenzia Regionale di Protezione Civile ___________
  • per l’Azienda Sanitaria Locale 1 Avezzano Sulmona L’Aquila ___________

ALLEGATO A1

Scheda riepilogativa dell’intervento (Ipotesi Fbis).

ALLEGATO A2

Elaborato rappresentativo della struttura da realizzare come Sede della Centrale Operativa 118 (Pianta) e Stralcio Planimetrico localizzazione intervento.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it