E-R | BUR

n.191 del 27.06.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma pluriennale per la concessione di contributi per interventi di promozione dell'associazionismo e della cooperazione creditizia di cui agli artt. 6 e 7 della L.R. 41/97 e ss.mm.ii.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il D.Lgs n. 118/2011 avente ad oggetto “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modifiche ed integrazioni;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40, per quanto applicabile;

- L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii, per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione Prima fase della riorganizzazione avviate con delibera 2189/2015”;

- la propria deliberazione n. 622 del 28 aprile 2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 702 del 16 febbraio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali – Agenzie – Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe della stazione appaltante”;

- la propria deliberazione n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R. 43/2001”;

- la propria deliberazione n. 1107 del 11 luglio 2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- la propria deliberazione n. 121 del 6 febbraio 2017 “Nomina del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza”;

- la determinazione del Direttore generale n. 7288 del 29/4/2016 avente ad oggetto “Assetto organizzativo della Direzione generale "Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa" in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 622/2016. Conferimento incarichi dirigenziali in scadenza al 30/4/2016”;

- la propria deliberazione n. 975 del 3/7/2017 avente ad oggetto: “Aggiornamenti organizzativi nell’ambito della direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa e della direzione generale Risorse, Europa, innovazione e istituzioni”;

- la determinazione n. 12466 del 29/7/2016 di conferimento al Dott. Marco Borioni dell’incarico di Responsabile del Servizio "Sviluppo degli strumenti finanziari, regolazione e accreditamenti";

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 1;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Visti in particolare:

- la L.R. 41/97 “Interventi nel settore del commercio per la valorizzazione e la qualificazione delle imprese minori della rete distributiva - Abrogazione della L.R. 7 dicembre 1994, n. 49" e successive modifiche ed integrazioni ed in particolare l'art. 5 della L.R. 22 del 29 dicembre 2015;

- la propria deliberazione n. 490 del 14 aprile 2014, concernente “Programma pluriennale per la concessione di contributi per interventi di promozione dell’associazionismo e della cooperazione creditizia di cui agli artt. 6 e 7 della L.R. 41/1997”;

- la L.R. 29 dicembre 2015, n. 22 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2016” ed in particolare l'art. 5 concernente “Modifiche alla legge regionale n. 41 del 1997”;

- la propria deliberazione n. 657 del 15 aprile 2016, concernente “Modifiche e integrazioni alla propria deliberazione n. 490/2014 concernente "Programma pluriennale per la concessione di contributi per interventi di promozione dell'associazionismo e della cooperazione creditizia di cui agli articoli 6 e 7 della Legge Regionale n. 41/97”;

Ritenuto opportuno procedere a modifiche e integrazioni, con riferimento ai paragrafi 2, 4, 5, 7, 8, 9, 10 e 11 del suddetto Programma pluriennale di cui alle citate proprie deliberazioni n. 490/2014 e 657/2016, a seguito:

- delle modificazioni normative intervenute nel tempo, in particolare riguardo gli adempimenti relativi al Registro Nazionale Aiuti,

- delle mutate condizioni del contesto operativo delle imprese che hanno reso necessario esplicitare alcune categorie di intervento ammissibili quali gli investimenti immateriali e le spese di avviamento dell’attività commerciale,

- dell’intento, al fine di valorizzare, nella distribuzione delle risorse, i confidi maggiormente in grado di trasferire alle imprese i vantaggi previsti dalla Legge Regionale n. 41/97, di modificare le percentuali relative ai punti a e b di cui al comma 1, art. 6 della L.R. n. 41/97;

Sentiti i Confidi interessati il 10 aprile 2018;

Visto il D.Lgs n. 159/2011 avente ad oggetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13/8/2010, n. 136” ed in particolare l’art. 83, comma 3, lettera e);

Visti altresì il D.Lgs n. 218/2012 nonché il D.Lgs n. 153/2014, recanti disposizioni integrative e correttive al D.Lgs n. 159/2011;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Turismo e Commercio;

 delibera:

per le motivazioni e con le precisazioni in premessa descritte e che si intendono integralmente richiamate:

1. di approvare l’Allegato A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento avente ad oggetto “Programma pluriennale per la concessione di contributi per interventi di promozione dell’associazionismo e della cooperazione creditizia di cui agli artt. 6 e 7 della L.R. n. 41/97 – Testo coordinato”;

2. di pubblicare il presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://imprese.regione-emilia-romagna.it/;

 3. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it