E-R | BUR

n.187 del 24.06.2016 (Parte Seconda)

XHTML preview

Influenza aviaria - Revoca della zona di sorveglianza e aggiornamento delle misure di contenimento sul territorio della regione Emilia-Romagna

IL PRESIDENTE

Visti:

  • il T.U.L.L.S.S approvato con R.D. n. 1265/34;
  • l’art. 32 della Legge 23/12/1978 n. 833 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • il Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con D.P.R. 8/2/54 n. 320 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • il Decreto Legislativo 25 gennaio 2010 n. 9 “Attuazione della Direttiva 2005/94/CE relativa a misure comunitarie di lotta contro l’influenza aviaria che abroga la Direttiva 92/40/CE;
  • l’ordinanza del Ministero della Salute 26 agosto 2005 e s.m.i. “Misure di polizia veterinaria in materia di malattie infettive e diffusive dei volatili da cortile”;
  • il dispositivo del Ministero della Salute 011103-
04/05/2016-DGSAF-COD_UO-P “Influenza aviaria - Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria.” e s.m.i;
  • l’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 116 del 9/6/2016;
  • i referti della sezione di Forlì dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna emessi in data 14/5/2016 che riportano l’esito positivo agli esami virologici nei confronti di un virus di influenza aviaria sottotipo H7 da campioni prelevati nell’allevamento di tacchini da carne sito nel comune di Portomaggiore (FE), Cod. Az. 019FE041;
  • i referti del centro di referenza nazionale (IZS delle Venezie) per l’azienda 019FE041 che in data 16/5/2016 confermavano la positività virologica nell’azienda 019FE041 con riferimento a virus dell’influenza aviaria H7N7 HPAI;
  • la comunicazione del Servizio Veterinario della AUSL di Ferrara del 19/5/2016 relativa alla conclusione delle operazioni di disinfezione preliminare avvenute in data 18/5/2016.

Considerati:

  • l'esito dei controlli straordinari effettuati negli allevamenti avicoli situati nella zona di sorveglianza istituita intorno al focolaio 019FE041, risultati tutti con esito favorevole.
  • gli ulteriori controlli straordinari effettuati negli allevamenti avicoli del territorio regionale, risultati anch’essi tutti con esito favorevole;
  • la situazione epidemiologica regionale e nazionale.

Ritenuto opportuno revocare la zona di sorveglianza ancora in vigore istituita intorno al focolaio insorto nell’azienda 019FE041 nel comune di Portomaggiore (FE) e le relative misure di controllo, essendo trascorso il termine per la durata minima di tale zona ai sensi del decreto Legislativo 9/2010 sopra richiamato e sulla base delle considerazioni sopra riportate;

Ritenuto altresì opportuno revocare alcune disposizioni stabilite dall’ordinanza 116/2016 relative al territorio regionale, mantenendo l’obbligo di tenere tutto il pollame all'interno di edifici dell'azienda nelle aree a rischio di introduzione dell’influenza aviaria, in quanto permane il rischio di trasmissione delle malattia da parte di volatili selvatici;

Ritenuto necessario garantire l’applicazione dei controlli straordinari previsti dal Ministero della Salute, fino a eventuale revoca degli stessi;

Ritenuto necessario aggiornare le disposizioni adottate con propria ordinanza n. 116 del 9/6/2016 sostituendola integralmente con la presente ordinanza;

Dato atto del parere allegato

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la salute

ordina:

  1. La zona di sorveglianza istituita attorno al focolaio 019FE041 e le relative misure di restrizione sono revocate.
  2. Nelle provincie di Bologna, Ferrara e Ravenna, nel territorio a nord dell’autostrada A14 tutto il pollame è tenuto all'interno di edifici dell'azienda. Qualora ciò sia irrealizzabile o qualora il loro benessere sia compromesso, essi sono confinati in altro luogo della stessa azienda che non consenta contatti con altro pollame o altri volatili di altre aziende. È adottata ogni misura ragionevole per ridurre al minimo i contatti con i volatili selvatici.
  3. Su tutto il territorio della Regione Emilia-Romagna sono attuati i controlli straordinari previsti dal provvedimento del Ministero della Salute 011103-04/05/2016-DGSAF-COD_UO-P “Influenza aviaria - Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria.” e s.m.i del e successive modifiche.
  4. La presente ordinanza sostituisce integralmente l’ordinanza della Giunta regionale n. 116 del 9/6/2016 che è revocata.

Il presente atto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Il Presidente 

Stefano Bonaccini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it