E-R | BUR

n.263 del 08.08.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento relativo alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA (screening) riguardante il progetto di aumento delle potenzialità e riorganizzazione dell'impianto di recupero rifiuti plastici per l'impianto sito in Via P.H. Spaak, Loc. Corcagnano in comune di Parma. Proponente: Starplastick Srl

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina:

a) di fare propria la Relazione Istruttoria redatta dalla Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell’Arpae Parma, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot. PGPR/2018/14996 del 17/07/2018, che costituisce l’ALLEGATO 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 e dell’art. 19, comma 8, del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto di aumento delle potenzialità e riorganizzazione dell’impianto di recupero rifiuti plastici per l’impianto della ditta Starplastick, sito in via P.H. Spaak, loc. Corcagnano in comune di Parma, dalla ulteriore procedura di V.I.A., a condizione che vengano rispettate le prescrizioni di seguito indicate: 

1. dovrà essere predisposta opportuna segnaletica e messe in atto misure gestionali per segnalare la fascia di rispetto dell’elettrodotto e limitare lo stazionamento in tale area nel rispetto della normativa D.P.C.M. 8/7/2003 e del DM 29/5/2008;

2. i quantitativi di materiali evidenziati nella procedura di screening devono essere congruenti con la valutazione rischio incendio presentata in concomitanza con la valutazione del progetto presentato al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e di cui il parere espresso con prot. 282 del 9/1/2018. In caso di modifica dovrà essere presentata nuova valutazione del rischio incendio attuando la procedura ai sensi dell’art. 3 del DPR 151/11;

3. dovrà essere chiesta la modifica dell’AUA rilasciata dal SUAP del Comune di Parma con atto n. 203878 del 04/11/2014 (in seguito ad atto di adozione dell'AUA emesso dalla Provincia di Parma con prot. Prov. n.70422 del 29/10/2014), modificato con atto SUAP n.213091 del 28/10/2016 (in seguito ad atto emesso da Arpae con DET-AMB-2016-4079 del 21/10/2016); 

c) di dare atto che la non ottemperanza alle prescrizioni sarà soggetta a sanzione come definito dall’art. 29 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.;

d) di stabilire, ai sensi dell’art. 25 della LR 4/2018, che la relazione di verifica di ottemperanza delle prescrizioni dovrà essere presentata alla Regione Emilia-Romagna o ad Arpae SAC Parma o eventualmente agli altri soggetti individuati per la verifica;

e) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500,00 (CINQUECENTO/00) ai sensi dell’articolo 31 della Legge Regionale 20/04/2018, n. 4; importo correttamente versato ad Arpae all’avvio del procedimento;

f) di trasmettere copia della presente determina al proponente, ad ARPAE di Parma, al Comune di Parma, al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Parma e al Dipartimento Sanità Pubblica dell’ AUSL di Parma;

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

h) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it