E-R | BUR

n.45 del 24.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Proroga del Programma triennale per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare approvato con deliberazione dell'Assemblea legislativa n. 140 del 24 settembre 2013". (Proposta della Giunta regionale in data 14 dicembre 2015, n. 2093)

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n.2093 del 14 dicembre 2015, recante ad oggetto “Proroga del Programma triennale per l’orientamento dei consumi e l’educazione alimentare approvato con deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 140 del 24 settembre 2013.";

Preso atto del favorevole parere espresso dalla commissione referente "Politiche Economiche" di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. AL/2016/1687 in data 15 gennaio 2016;

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera:

- di approvare le proposte contenute nella deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 2093 del 14 dicembre 2015, sopra citata e qui allegata quale parte integrante e sostanziale;

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Vista la L.R. 4 novembre 2002, n. 29 "Norme per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare e per la qualificazione dei servizi di ristorazione collettiva" e in particolare l'art. 3 che attribuisce alla competenza dell'Assemblea Legislativa regionale, attraverso apposito programma di durata triennale, la definizione delle linee di orientamento dei consumi e di educazione alimentare, degli interventi di dimensione regionale e dei criteri per la ripartizione delle risorse alle Province;

Vista la deliberazione dell'Assemblea Legislativa n. 140 del 24 settembre 2013 di approvazione del “Programma per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare. Triennio 2013/2015” (proposta della Giunta regionale in data 2 agosto 2013, n. 1114);

Dato atto che le linee regionali per l'orientamento dei consumi e l’educazione alimentare contenute nel programma triennale sono uno strumento per promuovere i principi della corretta alimentazione in tutti i contesti, dalla scuola, agli operatori del settore, alla società civile;

Richiamata la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” ed in particolare gli artt. 37 e 38 che prevedono che spetta alla Regione l’esercizio di tutte le funzioni amministrative in materia di agricoltura e l’art. 68 che demanda ad atto della Giunta regionale l’individuazione della decorrenza della funzione;

Atteso che la revisione dell’assetto delle funzioni in materia di agricoltura impatta anche con le attività dell’orientamento ai consumi e dell’educazione alimentare - dapprima attribuite alla competenza delle Province ai sensi della L.R. 30 maggio 1997, n. 15 - che rientrano, in attuazione della citata L.R. n. 13/2015, integralmente nella titolarità della Regione;

Ritenuto, nelle more del completamento del processo di riordino di cui alla L.R. n. 13/2015, di assicurare continuità alle linee regionali per l'orientamento dei consumi e l’educazione alimentare di cui al citato “Programma per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare. Triennio 2013/2015”, i cui contenuti, possono ritenersi ancora attuali e rispondenti alle esigenze dei destinatari degli interventi, con esclusione del paragrafo 3 “Funzioni delle Province e criteri per la ripartizione delle risorse” che risulta superato dalla successione delle norme citate;

Ritenuto pertanto di sottoporre, per le ragioni sopra richiamate, all’Assemblea Legislativa la proroga del "Programma per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare 2013-2015", approvato con deliberazione assembleare n. 140 del 24 settembre 2013, per l’annualità 2016, con espressa esclusione del paragrafo 3 “Funzioni delle Province e criteri per la ripartizione delle risorse”;

Viste:

  • la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 1950 del 13 dicembre 2010 “Revisioni della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività Produttive, Commercio e Turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca Simona Caselli;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

  1. di proporre all'Assemblea Legislativa regionale la proroga del "Programma per l'orientamento dei consumi e l'educazione alimentare 2013-2015", approvato con deliberazione assembleare n. 140 del 24 settembre 2013, per l’annualità 2016, con espressa esclusione del paragrafo 3 “Funzioni delle Province e criteri per la ripartizione delle risorse”;
  2. di pubblicare ad avvenuta approvazione l’atto dell’Assemblea Legislativa nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it