E-R | BUR

n.248 del 29.09.2015 (Parte Seconda)

XHTML preview

Contributi per la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l' attività motoria e sportiva (L.R. 13/2000 ) obiettivi, azioni prioritarie e procedure per l'anno 2015

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la L.R. 25 febbraio 2000, n. 13 "Norme in materia di sport" e successive modificazioni ed in particolare, l’art. 2 che prevede al comma 1, lettera d), tra le funzioni regionali, la promozione dell’avviamento alla pratica sportiva, in particolare dei bambini e dei e, al comma 4, lettera a) il sostegno, tramite la concessione di contributi regionali di iniziative di promozione dell’attività motorio-sportiva;

Vista la deliberazione della Giunta Regionale n. 771/2015 ”Approvazione del Piano regionale della prevenzione 2015-2018”, ed in particolare il progetto 2.8 “Creare occasioni di attività motoria nel tempo libero accessibili alla cittadinanza, attraverso l’attivazione delle risorse delle comunità locali” che prevede l’attuazione di forme di collaborazione, tra sistema sanitario ed il mondo dello Sport;

Rilevata la necessità di definire le nuove linee regionali di indirizzo di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento contenente “Contributi per la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria e sportiva (L.R. 13/2000). Obiettivi, azioni prioritarie e procedure per l’anno 2015";

Ritenuto di stabilire che l'attuazione gestionale, in termini amministrativo-contabili delle attività progettuali che saranno oggetto operativo dei presenti bandi verranno realizzate ponendo a base di riferimento i principi e postulati che disciplinano le disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.;

In specifico, al fine di meglio realizzare gli obiettivi che costituiscono l'asse portante delle prescrizioni tecnico-contabili previste per le Amministrazioni Pubbliche dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm., con particolare riferimento al principio della competenza finanziaria potenziata, le successive fasi gestionali nelle quali si articola il processo di spesa della concessione, impegno, liquidazione, ordinazione e pagamento saranno soggette a valutazioni ed eventuali rivisitazioni operative per renderli rispondenti al percorso contabile tracciato dal Decreto medesimo;

Ne deriva in ragione di quanto sopra indicato, che le successive fasi gestionali caratterizzanti il ciclo della spesa saranno strettamente correlate ai possibili percorsi contabili indicati dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm. con riferimento ai cronoprogrammi di spesa presentati dai soggetti attuatori individuati;

Alla luce di ciò la copertura finanziaria prevista nell'articolazione dei capitoli di spesa indicati nel presente provvedimento, riveste carattere di mero strumento programmatico-conoscitivo di individuazione sistemica ed allocazione delle risorse disponibili destinate, nella fase realizzativa, ad essere modificate anche nella validazione economico-temporale in base agli strumenti resi disponibili dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm. per il completo raggiungimento degli obiettivi in esso indicati;

Viste le leggi regionali:

- n. 3/2015 “Disposizioni per la formazione del Bilancio annuale di previsione 2015 e del Bilancio pluriennale 2015-2017 (Legge Finanziaria 2015)”;

- n. 4/2015 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2015 e bilancio pluriennale 2015-2017”;

Dato atto che la spesa necessaria all’attuazione del presente provvedimento, pari a complessivi Euro 300.000,00, trova copertura finanziaria sui capitoli relativi alla L.R. 13/00 del bilancio per l’esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017;

Richiamati:

- la L.R. n. 40 del 15 novembre 2001 per quanto applicabile;

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 e successive modifiche;

- il D.lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42” e successive modifiche ed integrazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. modif.;

- le proprie deliberazioni n. 1621/2013 ”Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di trasparenza previsti dal D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33” e n. 57/2015 “Programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamento per il triennio 2015-2017”;

- le proprie deliberazioni n. 1057/2006, n. 1663/2006, n. 2416/2008 e ss. mm., n. 1377/2010 così come rettificata dalla deliberazione n. 1950/2010, n. 2060/2010, n. 1642/2011 e n. 866/2015;

Dato atto che con Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 220 del 29/12/2014, successivamente modificato ed integrato con il Decreto n. 4/2015, sono stati nominati i componenti della Giunta Regionale e definite le rispettive attribuzioni sulla base delle quali competono al Presidente le “politiche correlate con quelle turistiche e culturali in materia di promozione delle attività sportive con particolare riferimento allo sport non professionistico ed al tempo libero”;

Dato atto, inoltre, del parere allegato;

Su proposta del Presidente della Giunta Regionale;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente riportate, gli Allegati A e B al presente provvedimento quali parti integranti e sostanziali dello stesso, contenenti rispettivamente:

- Allegato A) “Contributi per la realizzazione di progetti finalizzati al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria e sportiva (L.R. 13/2000). Obiettivi, azioni prioritarie e procedure per l’anno 2015”;

- Allegato B) “Fac-simile di domanda di contributo”;

2) di dare atto che le risorse finanziarie necessarie all'attuazione del presente provvedimento, pari a complessivi Euro 300.000,00 trovano copertura finanziaria sui capitoli relativi alla L.R. 13/00 del bilancio per l’esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017;

3) di stabilire, in ragione delle argomentazioni indicate in premessa, che le fasi gestionali nelle quali si articola il processo di spesa della concessione, liquidazione, ordinazione e pagamento saranno soggette a valutazioni ed eventuali rivisitazioni operative per dare piena attuazione ai principi e postulati contabili dettati dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.;

4) di precisare che la copertura finanziaria prevista nell'articolazione del capitolo di spesa indicato nel presente provvedimento riveste carattere di mero strumento programmatico-conoscitivo di individuazione sistematica ed allocazione delle risorse destinate, nella fase realizzativa, ad essere modificate anche nella validazione economico-temporale in base agli strumenti resi disponibili dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm. per il completo raggiungimento degli obiettivi in esso indicati;

5) di stabilire che, come meglio precisato nell’Allegato A di cui sopra, con propri successivi provvedimenti si provvederà:

- ad approvare la graduatoria dei progetti ammessi ai contributi regionali, a definire i relativi importi da assegnare a ciascun beneficiario e all’assegnazione e concessione dei contributi;

- ad assumere l’impegno di spesa, nei limiti delle disponibilità di bilancio di cui al punto 2) che precede, a favore dei beneficiari dei contributi sulla base della graduatoria dei progetti ammessi;

- a definire le procedure inerenti la rendicontazione finale dei progetti realizzati, le verifiche sulle attività svolte e le modalità di liquidazione ai beneficiari dei contributi assegnati;

6) di stabilire, altresì, che la valutazione dei progetti sarà effettuata da un Nucleo di valutazione, nominato con successivo atto del Direttore Generale Cultura, Formazione e Lavoro d’intesa con il Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali, costituito come segue:

- n. 2 esperti indicati dalla Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro;

- n. 2 esperti indicati dalla Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali;

7) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT), nonché sul sito regionale (tematico) all’indirizzo: http://www.regione.emilia-romagna.it/temi/sport/sviluppo-del-sistema-sportivo/promozione-delle-attivita-sportive

8) di dare atto, infine, che secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 33 del 14/3/2014, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nelle proprie deliberazioni n. 1621/2013 e n. 57/2015, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it