E-R | BUR

n.185 del 29.07.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1308/2014 e Reg. (CE) n. 555/2008. Disposizioni in merito al finanziamento integrale delle domande ammissibili sulla misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti, campagna 2014-2015

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visti:

  • il Regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 22 ottobre 2007, nella formulazione definita a seguito del Regolamento (CE) n. 491/2009 del Consiglio del 25 maggio 2009 – di modifica dello stesso Regolamento (CE) n. 1234/2007 ed abrogazione del Regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio del 29 aprile 2008 - e successive modificazioni ed integrazioni, ed in particolare il Titolo I, Capo III, Sezione IV bis in materia di “Potenziale produttivo nel settore vitivinicolo”;
  • il Regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione del 27 giugno 2008 relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo, in ordine ai programmi di sostegno, agli scambi con i Paesi terzi, al potenziale produttivo e ai controlli nel settore vitivinicolo e successive modificazioni ed integrazioni e, in particolare gli articoli da 6 a 10 bis (Sezione II) relativi alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti e successive modifiche ed integrazioni;

Visto in particolare del predetto Regolamento (CE) n. 1234/2007:

  • la Sezione IV ter che disciplina l’assegnazione di risorse comunitarie agli Stati membri e l’uso di tali risorse per finanziare misure specifiche di sostegno al settore vitivinicolo attraverso un programma nazionale;
  • l’articolo 103 octodecies che disciplina la Misura della ristrutturazione e riconversione vigneti;

Richiamato il Programma nazionale di sostegno nel settore del vino 2014-2018, predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) - sulla base dell’accordo tecnico del 26 febbraio 2013 con i rappresentanti delle Regioni, delle Province autonome e delle Organizzazioni professionali - inviato alla Commissione europea con nota protocollo n. 1834 del 1° marzo 2013, in conformità a quanto previsto dall’articolo 2 del Regolamento (CE) n. 555/2008 sopra citato;

Visto, inoltre, il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio ed in particolare:

  • l'articolo 46 che, nel quadro del confermato sistema di attivazione degli aiuti al settore vitivinicolo attraverso programmi nazionali quinquennali di sostegno, regola la Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti;
  • l’art. 231 che prevede che i programmi pluriennali adottati anteriormente al 1° gennaio 2014 continuano ad essere disciplinati dalle pertinenti disposizioni del Regolamento (CE) n. 1234/2007 dopo l’entrata in vigore dello stesso Regolamento (UE) n. 1308/2013 e fino alla loro scadenza;

Atteso che il suddetto Programma attribuisce particolare rilievo al sostegno finanziario per la Misura “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti”, finalizzata all’incremento della capacità competitiva dei vigneti regionali mediante il miglioramento dei sistemi di allevamento e delle tecniche di coltivazione tese a migliorare la qualità della produzione, ridurre i costi e adeguare il potenziale produttivo alle richieste del mercato;

Richiamati del Regolamento (CE) n. 555/2008:

  • l'articolo 7, paragrafo 1 che prevede che gli Stati membri stabiliscono, tra l'altro i limiti temporali per la realizzazione delle operazioni di ristrutturazione, che non possono superare cinque anni;
  • l'articolo 37 che stabilisce, tra l'altro, che gli Stati membri effettuano i pagamenti ai beneficiari entro sette mesi per misure che possono essere portate a termine e controllate entro un anno oppure entro un periodo ragionevole di tempo per le misure che non possono essere portate a termine e controllate entro un anno, a partire dalla data di presentazione di un fascicolo di domanda completo e valido;

Richiamati inoltre:

  • il Decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 15938 del 20 dicembre 2013, che individua le disposizioni nazionali di attuazione dei Regolamenti (CE) n. 1234/2007 del Consiglio e n. 555/2008 della Commissione per quanto riguarda l’applicazione della Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti;
  • il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 3741 del 20 giugno 2014, recante “Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo – Ripartizione della dotazione finanziaria relativa all’anno 2015” che attribuisce alla Regione Emilia-Romagna la somma di Euro 24.202.220, di cui Euro 12.754.431 destinati alla Misura “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti”;
  • il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 3280 del 22 maggio 2015, recante “Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo – Ripartizione della dotazione finanziaria relativa alla campagna 2015-2016” che attribuisce alla Regione Emilia-Romagna la somma di Euro 24.202.220, di cui Euro 12.754.431 destinati alla Misura “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti”;

Dato atto che con deliberazione di Giunta regionale n. 1020 del 7 luglio 2014 sono state approvate le disposizioni applicative della Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti per le campagne 2014-2015 e successive;

Preso atto delle determinazioni dirigenziali sotto riportate:

  • n. 651 del 17 luglio 2014 del Direttore di AGREA, recante “Regg.(UE) nn. 1308/2013 e 555/2008 – Ristrutturazione e riconversione dei vigneti – Disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione campagna 2014/2015”;
  • n. 1094 del 25 novembre 2014 del Direttore di AGREA, recante “Regg. (UE) nn. 1308/2013 e 555/2008 - Ristrutturazione e riconversione vigneti - Disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione – campagna 2014/2015 - proroga termini presentazione domande di aiuto”;
  • n. 4530 del 15 aprile 2015 del Responsabile del Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali, recante “Delibera di Giunta regionale n. 1020/2014 - Ristrutturazione e riconversione vigneti campagna 2014-2015 - modifica termini istruttori e termine fine lavori” che fissa, tra l'altro il termine di fine lavori al 19 giugno 2015;

Considerato che:

  • l'ammontare complessivo delle domande di aiuto ammissibili relative alla ristrutturazione e riconversione vigneti sulla campagna 2014-2015 ammonta ad Euro 15.383.128,49;
  • la dotazione finanziaria regionale per la Misura della Ristrutturazione e riconversione vigneti campagna 2014/2015 - a seguito della rimodulazione comunicata al MIPAAF con nota PG/2015/0246435 del 16 aprile 2015 - è di Euro 14.206.616,24;

Preso atto che la dotazione finanziaria disponibile per la Misura non ha consentito di finanziare tutte le domande ammissibili;

Vista la determinazione del Responsabile del Servizio sviluppo delle produzioni vegetali n. 6398 del 22 maggio 2015 recante il riparto alle amministrazioni competenti per territorio della disponibilità finanziaria per la campagna 2014/2015 per la Misura della ristrutturazione e riconversione vigneti;

Visto il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 3914 del 25 giugno 2015 relativo al “Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo - Rimodulazione della dotazione finanziaria relativa all’anno 2015” con il quale il MIPAAF, al fine di attribuire alle Regioni, con fabbisogni eccedenti la dotazione regionale, le economie derivanti dall'utilizzo dei fondi del programma nazionale di sostegno, ha rimodulato la ripartizione della dotazione finanziaria per l'anno 2015 ed assegnato alla Regione Emilia-Romagna ulteriori Euro 302.743,49 per la Misura della ristrutturazione e riconversione;

Considerato che:

  • le aziende che hanno presentato domanda di aiuto hanno utilizzato o un diritto di impianto in portafoglio proveniente da precedente estirpazione o un diritto acquistato da altro produttore;
  • in relazione alle disposizioni regionali vigenti alla data di presentazione delle domande di aiuto i diritti acquistati da altri produttori dovevano essere utilizzati entro e non oltre la fine della seconda campagna successiva a quella in cui è stato utilizzato il trasferimento;
  • il 31 dicembre 2015 termina il regime transitorio dei diritti di reimpianto e che, pertanto, dal 1° gennaio 2016 non sarà più possibile il trasferimento dei diritti di reimpianto tra i produttori;

Rilevato che la situazione sopra descritta ha comportato che diverse aziende si sono affrettate a presentare domanda di aiuto e ad effettuare i relativi interventi sui vigneti, secondo le tempistiche previste dalle disposizioni sopra richiamate;

Considerato che è interesse dell'Amministrazione regionale rilanciare una riqualificazione della vitivinicoltura del proprio territorio e, conseguentemente, sostenere le aziende che hanno effettuato investimenti produttivi anche facendo affidamento sulla possibilità di accedere agli aiuti previsti dalla Misura della Ristrutturazione e riconversione dei vigneti;

Ritenuto:

  • di assicurare la copertura finanziaria a tutte le domande ammissibili a contributo utilizzando le ulteriori risorse assegnate alla Regione con il citato D.M. del 25 giugno 2015, nonché quelle derivanti da economie che risulteranno a seguito dei collaudi e dei pagamenti e prevedendo, se necessario, di utilizzare anche parte delle risorse assegnate alla Regione per la campagna 2015-2016;
  • di predisporre, al fine di un utilizzo più razionale delle risorse disponibili, una graduatoria unica regionale delle domande ammissibili non finanziate per carenza di fondi, in deroga a quanto previsto dalla citata deliberazione n. 1020/2014 che prevede il riparto delle risorse alle amministrazioni competenti;

Ritenuto di disciplinare le modalità procedimentali per il finanziamento delle domande ammissibili inevase per carenza di risorse rispetto all'originaria dotazione finanziaria della Misura per la campagna 2014-2015 secondo le disposizioni di seguito riportate:

“Entro il 17 luglio 2015 il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali predispone una graduatoria unica regionale delle domande ammissibili non finanziate sulla base dei punteggi risultanti dalle graduatorie approvate dalle amministrazioni competenti, escluse le domande finanziate parzialmente alla quali è assegnata la priorità nell'utilizzo dei fondi disponibili. A tal fine, entro il 10 luglio, le amministrazioni competenti provvederanno ad inviare al Servizio gli elenchi delle domande inevase indicando per ciascuna istanza le informazioni relative alla spesa ammissibile e ai criteri di precedenza, nonché gli elenchi delle domande finanziate.

Il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali in funzione delle ulteriori risorse assegnate dal Ministero e di quelle derivanti da economie per minori realizzazioni e rinunce al contributo scorre la graduatoria unica regionale e comunica alle amministrazioni competenti l'elenco delle aziende in posizione utile per il successivo rilascio della relativa concessione.

Tutti i richiedenti inseriti nella graduatoria unica regionale devono realizzare i lavori entro il termine massimo del 31 luglio 2015.

I beneficiari che hanno ricevuto comunicazione di concessione, entro il termine del 20 agosto 2015 fanno pervenire alle Amministrazioni competenti la richiesta di collaudo degli interventi realizzati con la necessaria documentazione di rendicontazione.

Il contributo è erogato previa verifica dell’esecuzione degli interventi attraverso specifico controllo in loco delle operazioni indicate nella domanda di collaudo.

L’aiuto può essere altresì erogato in anticipo, prima della completa esecuzione delle operazioni, a condizione che l’esecuzione sia iniziata e che il beneficiario abbia costituito una fideiussione a favore di AGREA, secondo le modalità previste dall'Organismo pagatore.

In via prioritaria, le amministrazioni competenti comunicano alle aziende finanziate parzialmente per insufficienza di risorse la copertura integrale del contributo.

Il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali alla data del 10 settembre effettua un'ulteriore verifica di carattere finanziario presso l e amministrazioni competenti ed Agrea per accertare la sussistenza di ulteriori economie. In esito a tale verifica il Servizio comunica alle amministrazioni competenti le aziende per le quali è possibile dar luogo al pagamento del contributo richiesto a valere sui fondi della campagna 2014-2015. Nel caso in cui, successivamente all'espletamento della procedura sopra indicata, risultino ancora domande prive di copertura finanziaria verranno utilizzati i fondi della campagna successiva.

Entro il termine del 14 settembre 2015 le Amministrazioni competenti provvedono al rilascio della concessione in favore di tutti i soggetti collocati in graduatoria e non ancora finanziati, indicando i beneficiari che saranno pagati a valere sulle risorse della campagna 2014-2015 e quelli sulle risorse della campagna 2015-2016.

Entro il termine del 20 settembre 2015 tutti i soggetti in graduatoria non ancora finanziati fanno pervenire alle Amministrazioni competenti la richiesta di collaudo degli interventi realizzati con la necessaria documentazione di rendicontazione.

Il contributo è erogato previa verifica dell’esecuzione degli interventi attraverso specifico controllo in loco delle operazioni indicate nella domanda di collaudo.

L’aiuto può essere altresì erogato in anticipo, prima della completa esecuzione delle operazioni, a condizione che l’esecuzione sia iniziata e che il beneficiario abbia costituito una fideiussione a favore di AGREA, secondo le modalità previste dall'Organismo pagatore.

Per le domande per le quali verranno utilizzati i fondi della campagna 2015-2016 il pagamento sarà effettuato a partire dal 16 ottobre ed entro il termine del 31 dicembre 2015.”;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare art. 37, comma 4;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 1950 del 13 dicembre 2010 recante “Revisioni della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività produttive, commercio e turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Simona Caselli;

A voti unanimi e palesi

delibera:

Per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

1. di disciplinare le modalità procedimentali per il finanziamento delle domande ammissibili inevase per carenza di risorse rispetto all'originaria dotazione finanziaria della Misura della ristrutturazione e riconversione vigneti – campagna 2014-2015 - secondo le disposizioni di seguito riportate:

“Entro il 17 luglio 2015 il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali predispone una graduatoria unica regionale delle domande ammissibili non finanziate sulla base dei punteggi risultanti dalle graduatorie approvate dalle amministrazioni competenti, escluse le domande finanziate parzialmente alla quali è assegnata la priorità nell'utilizzo dei fondi disponibili. A tal fine, entro il 10 luglio, le amministrazioni competenti provvederanno ad inviare al Servizio gli elenchi delle domande inevase indicando per ciascuna istanza le informazioni relative alla spesa ammissibile e ai criteri di precedenza, nonché gli elenchi delle domande finanziate.

Il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali in funzione delle ulteriori risorse assegnate dal Ministero e di quelle derivanti da economie per minori realizzazioni e rinunce al contributo scorre la graduatoria unica regionale e comunica alle amministrazioni competenti l'elenco delle aziende in posizione utile per il successivo rilascio della relativa concessione.

Tutti i richiedenti inseriti nella graduatoria unica regionale devono realizzare i lavori entro il termine massimo del 31 luglio 2015.

I beneficiari che hanno ricevuto comunicazione di concessione, entro il termine del 20 agosto 2015 fanno pervenire alle Amministrazioni competenti la richiesta di collaudo degli interventi realizzati con la necessaria documentazione di rendicontazione.

Il contributo è erogato previa verifica dell’esecuzione degli interventi attraverso specifico controllo in loco delle operazioni indicate nella domanda di collaudo.

L’aiuto può essere altresì erogato in anticipo, prima della completa esecuzione delle operazioni, a condizione che l’esecuzione sia iniziata e che il beneficiario abbia costituito una fideiussione a favore di AGREA, secondo le modalità previste dall'Organismo pagatore.

In via prioritaria, le amministrazioni competenti comunicano alle aziende finanziate parzialmente per insufficienza di risorse la copertura integrale del contributo.

Il Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali alla data del 10 settembre effettua un'ulteriore verifica di carattere finanziario presso l e amministrazioni competenti ed Agrea per accertare la sussistenza di ulteriori economie. In esito a tale verifica il Servizio comunica alle amministrazioni competenti le aziende per le quali è possibile dar luogo al pagamento del contributo richiesto a valere sui fondi della campagna 2014-2015. Nel caso in cui, successivamente all'espletamento della procedura sopra indicata, risultino ancora domande prive di copertura finanziaria verranno utilizzati i fondi della campagna successiva.

Entro il termine del 14 settembre 2015 le Amministrazioni competenti provvedono al rilascio della concessione in favore di tutti i soggetti collocati in graduatoria e non ancora finanziati, indicando i beneficiari che saranno pagati a valere sulle risorse della campagna 2014-2015 e quelli sulle risorse della campagna 2015-2016.

Entro il termine del 20 settembre 2015 tutti i soggetti in graduatoria non ancora finanziati fanno pervenire alle Amministrazioni competenti la richiesta di collaudo degli interventi realizzati con la necessaria documentazione di rendicontazione.

Il contributo è erogato previa verifica dell’esecuzione degli interventi attraverso specifico controllo in loco delle operazioni indicate nella domanda di collaudo.

L’aiuto può essere altresì erogato in anticipo, prima della completa esecuzione delle operazioni, a condizione che l’esecuzione sia iniziata e che il beneficiario abbia costituito una fideiussione a favore di AGREA, secondo le modalità previste dall'Organismo pagatore.

Per le domande per le quali verranno utilizzati i fondi della campagna 2015-2016 il pagamento sarà effettuato a partire dal 16 ottobre ed entro il termine del 31 dicembre 2015.”

2. di dare atto che per quanto non disciplinato dalla presente deliberazione resta applicabile quanto previsto dalla deliberazione di Giunta regionale n. 1020/2014;

3. di disporre la pubblicazione integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando mandato al Servizio Sviluppo delle produzioni vegetali di assicurarne la diffusione attraverso il sito E-R Agricoltura e pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it