E-R | BUR

n.258 del 28.09.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

Assegnazioni a destinazione vincolata in materia di diritto allo studio, ricerca sanitaria e turismo. Variazione di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modificazioni e integrazioni;

Considerati in particolare l’articolo 51, il quale stabilisce:

- al comma 2 che “Nel corso dell'esercizio la giunta, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del documento tecnico di accompagnamento e le variazioni del bilancio di previsione riguardanti:

a) l'istituzione di nuove tipologie di bilancio, per l'iscrizione di entrate derivanti da assegnazioni vincolate a scopi specifici nonché per l'iscrizione delle relative spese, quando queste siano tassativamente regolate dalla legislazione in vigore.”;

- al comma 3 che “L'ordinamento contabile regionale disciplina le modalità con cui la giunta regionale o il Segretario generale, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del bilancio gestionale che non sono di competenza dei dirigenti e del responsabile finanziario.”,

Viste:

- la legge regionale n. 26 del 23/12/2016 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2017-2019 (legge di stabilità regionale 2017)”;

- la legge regionale n. 27 del 23/12/2016 recante “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017-2019”;

- la legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 2338 del 21/12/2016 recante "Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2017 – 2019";

Richiamata la propria deliberazione n. 104 del 1 febbraio 2016 avente ad oggetto “Disposizioni transitorie per la gestione delle variazioni al Bilancio di Previsione” ed in particolare il punto B) lettera a) dell’allegato parte integrante al medesimo provvedimento, che attribuisce alla Giunta la competenza per le variazioni al documento tecnico di accompagnamento, al bilancio di previsione e al bilancio gestionale per l'iscrizione delle entrate derivati da assegnazioni vincolate nonché delle relative spese;

Preso atto delle assegnazioni a destinazione vincolata di seguito illustrate;

Trasferimenti dalle Regioni Abruzzo, Campania, Lombardia e Veneto per la realizzazione del progetto interregionale di valorizzazione turistica “Borghi – Viaggio italiano”

Visti:

- la Legge 29/3/2001, n. 135 "Riforma della legislazione nazionale del Turismo" ed il particolare il comma 5 dell’art. 5 che prevede che il Ministero delle Attività Produttive provveda ad interventi di cofinanziamento a favore dei Sistemi Turistici Locali per i progetti di sviluppo che presentino ambiti interregionali o sovraregionali;

- il D.P.R. n. 158 del 24/7/2007 "Regolamento recante criteri, procedure e modalità di attuazione degli interventi a sostegno del settore turistico a norma dell’articolo 1, comma 1227, della L. 27 dicembre 2006, n. 296";

Preso atto che:

- l’Assessorato Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna è capofila dei progetti interregionali “Mare e Miniere di Mare“, “Itinerari culturali e tematici nei borghi storici italiani”, “Eccellentissime Signorie Vostre: Terre dei Malatesta e del Montefeltro" e "Paesaggi d'Autore” che coinvolgono complessivamente 14 Regioni italiane (Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sardegna, Sicilia);

- al fine di ottimizzare le risorse destinate alla attuazione delle azioni a carattere interregionale previste dai singoli quattro progetti, l’Assessorato Turismo e Commercio ha predisposto una proposta di piano operativo articolato denominato "Borghi - Viaggio Italiano”;

- il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, (di seguito indicato come MIBACT), con Direttiva del 2 dicembre 2016, ha indetto per il 2017 l’“Anno dei borghi”, con la finalità di “valorizzare il patrimonio artistico, culturale, naturale ed umano dei Borghi italiani che costituiscono una componente determinante dell’offerta culturale e turistica del Paese, così come definito nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017- 2020”;

- nella stessa Direttiva il MIBACT ha riconosciuto il progetto "Borghi Viaggio Italiano" delle 14 Regioni come progetto di rilievo nazionale, invitando ad aderire ad esso tutte le Regioni italiane;

- a seguito di tale indicazione ministeriale, le Regioni Abruzzo, Campania, Lombardia e Veneto, che non avevano inizialmente aderito ai diversi progetti interregionali, hanno manifestato formalmente l’intenzione di compartecipare all’iniziativa;

Visti altresì:

- il protocollo d’intesa sottoscritto in data 1 agosto 2017 tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Abruzzo, che si impegna a trasferire l’importo di euro 55.000,00 per la realizzazione del progetto;

- la deliberazione della Giunta della Regione Campania n. 204 del 11 aprile 2017, che prevede una partecipazione al progetto per un importo di euro 55.000,00;

- la deliberazione della Giunta della Regione Lombardia n. X/ 6912 del 13 febbraio 2017, che prevede una partecipazione al progetto per un importo di euro 35.000,00;

- la deliberazione della Giunta della Regione Veneto n. 342 del 22 marzo 2017, che prevede una partecipazione al progetto per un importo di euro 55.000,00;

Dato atto che le Regioni Campania e Lombardia hanno già provveduto ad accreditare le somme di propria competenza;

Vista infine la richiesta di variazione di bilancio dell’Assessorato al Commercio e Turismo Prot. NP/2017/0018448 del 6 settembre 2017;

Trasferimenti dalla ASST di Lecco e dall’Arpae per la realizzazione di progetti di ricerca sanitaria

Visti:

- l’Accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute, la Regione Lombardia e l’Azienda Socio Territoriale (ASST) di Lecco, approvato dal Ministero con Decreto Dirigenziale del 19/12/2016 registrato dall’Ufficio centrale di Bilancio il 19/1/2017 al visto nr.439, per la realizzazione del progetto CCM “Percorsi di cura nei disturbi mentali gravi, tra valutazione della qualità della cura e nuovi modelli di finanziamento”, che assegna all’intero progetto un finanziamento di euro 449.500,00, ed alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Assistenza Territoriale, Unità Operativa nr. 2, un finanziamento di euro 34,500,00;

- la convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e l’Azienda Socio Territoriale di Lecco per la realizzazione del progetto di cui al punto precedente, perfezionata con la sottoscrizione da parte della Regione Emilia-Romagna in data 24/5/2017, ove si ribadisce un finanziamento alla Regione Emilia-Romagna di euro 34.500,00;

- la convezione tra il Ministero della Salute e la Regione Lazio per la realizzazione del progetto di Ricerca Finalizzata “Long term exposure to ambient air pollution and pregnancy outcomes in women of three large Italian longitudinal studies”, (codice RF-2011-02352442 - CUP F86D14001460001) cui partecipa, quale Unità operativa nr.3, l’Agenzia Regionale per la Prevenzione, l’Ambiente e l’Energia (ARPAE) dell’Emilia-Romagna;

- la convenzione tra la ASL Roma-E, unità operativa di coordinamento del progetto e ARPAE;

- la convenzione tra ARPAE e la Regione Emilia-Romagna - Agenzia sanitaria e sociale regionale, per la realizzazione di attività previste nell’ambito del progetto in questione, perfezionata con la sottoscrizione da parte di ARPAE in data 13/7/2017, ove è previsto un finanziamento complessivo per la Regione di euro 25.000,00;

Vista infine la richiesta di variazione di bilancio dell’Assessorato Politiche per la Salute Prot. NP/2017/18117 del 31/8/2017;

Assegnazione dello Stato per il sostegno all’acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici

Visti:

- la Legge 23 dicembre 1998, n. 448 ed in particolare l’art. 27 relativo alla fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo a favore degli alunni meno abbienti delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori;

- il D.P.C.M. 5 agosto 1999, n. 320, come modificato ed integrato dal successivo D.P.C.M. 6 aprile 2006, n. 211, recante disposizioni di attuazione dell’art. 27 della sopracitata legge;

- il decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – D.G. per lo studente, l’integrazione e la partecipazione - n. 781 del 18 luglio 2017, che ripartisce le risorse per l’anno scolastico 2017/2018 e dispone l’impegno e il pagamento in favore della Regione Emilia-Romagna di euro 1.161.349,85;

- l’art.1, comma 258, della Legge 28 dicembre 2015 n. 208 258, che testualmente prevede: ”Per concorrere alle spese sostenute e non coperte da contributi o sostegni pubblici di altra natura per l'acquisto di libri di testo e di altri contenuti didattici, anche digitali, relativi ai corsi d'istruzione scolastica fino all'assolvimento dell'obbligo di istruzione scolastica, è istituito, presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabiliti i criteri e le modalità di individuazione dei destinatari del suddetto contributo sulla base dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), nonché di assegnazione e di erogazione dello stesso.”;

- il decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - D.G. per lo studente, l’integrazione e la partecipazione - n. 784 del 18 luglio 2017, che ripartisce le risorse per l’esercizio finanziario 2017 e dispone l’impegno e il pagamento in favore della Regione Emilia-Romagna di euro 707.609,61;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio dell'Assessore al Coordinamento delle Politiche europee allo sviluppo, Scuola, Formazione professionale, Università, Ricerca e Lavoro, Prot. NP/2017/17989 del 30 agosto 2017;

Ritenuto di dover provvedere alle relative variazioni di bilancio;

Richiamate le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

- n. 66 del 25 gennaio 2016 avente ad oggetto: “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l'integrità. Aggiornamenti 2016-2018” e successive modifiche e integrazioni;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 702 del 16 maggio 2016 “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito delle direzioni generali - agenzie - istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell'anagrafe per la stazione appaltante”;

- n. 89 del 30 gennaio 2017 avente ad oggetto “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino istituzionale, Risorse Umane e pari opportunità;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di prendere atto delle assegnazioni indicate in premessa;

2) di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017 – 2019 le variazioni ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2017-2019 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

4) di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2017-2019 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;

5) di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n.118, da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto);

6) di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

7) di pubblicare nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, la presente deliberazione ai sensi del comma 8 dell'art. 31 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it