E-R | BUR

n.349 del 31.10.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Assunzione di dirigente per la nomina del Direttore dell'IBACN - Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la L.R. n. 29 del 10/4/1995 e ss. mm. concernente "Riordinamento dell'Istituto dei beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna", ed in particolare:

 - l’art. 1, che riconosce all’Istituto personalità giuridica, autonomia statutaria e finanziaria;

- l’art. 8 che, ai co. 3 e 4, disciplina le modalità di nomina dei Responsabili delle strutture di livello dirigenziale dell'Istituto da parte del Consiglio direttivo, d'intesa con la Giunta;

- l’art. 9 che prevede che il direttore venga nominato dal Consiglio direttivo dell’Istituto, d’intesa con la Giunta e che l’incarico duri tre anni e sia rinnovabile. La Giunta, sentito il Consiglio direttivo, fissa i criteri per la determinazione del trattamento economico del direttore nell'ambito della complessiva graduazione delle funzioni e dei corrispettivi retributivi per gli incarichi dirigenziali della Regione Emilia-Romagna;

- lo Statuto dell’IBACN approvato con Deliberazione della Giunta Regionale n. 942/1997, così come modificato con successive deliberazioni n. 1610/2011 e n.1074/2013;

- la L.R. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”, ed in particolare l’art. 1 co. 3 bis ove si precisa che l’Istituto dei beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna rientra tra gli istituti e agenzie regionali e l’art. 18 che stabilisce: “È facoltà della Regione provvedere alla copertura dei posti della qualifica dirigenziale con contratti a tempo determinato di durata non superiore a cinque anni nel limite del dieci per cento delle dotazioni organiche del Consiglio e della Giunta regionali”. Le predette assunzioni “avvengono con deliberazione della Giunta Regionale o dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa, per le rispettive dotazioni organiche, a seguito di selezione pubblica. La procedura selettiva è disciplinata con deliberazione assunta dai precitati organi politici, d’intesa tra loro”;

- la L.R. n. 6 del 24/3/2004, recante “Riforma del sistema amministrativo regionale e locale. Unione europea e relazioni internazionali. Innovazione e semplificazione. Rapporti con l'università” che, all’art. 43, detta disposizioni al fine di uniformare e armonizzare la disciplina delle agenzie regionali – quali enti strumentali della Regione Emilia-Romagna;

- la deliberazione n. 533 del 16/4/18 avente ad oggetto “Approvazione della proposta di modifica allo Statuto dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali Naturali della Regione Emilia-Romagna (art. 3 comma 3 L.R. 29/95 e ss.mm.ii)”;

Vista la propria deliberazione n. 53 del 22/1/18 “Approvazione avviso di selezione per l'assunzione del direttore dell'IBACN - Istituto per i beni artistici, culturali e naturali”;

Dato atto che:

- in data 29/01/18 è stato pubblicato sul sito istituzionale e nel BURERT della Regione Emilia-Romagna n. 20/2018 l’Avviso di selezione per l'assunzione del Direttore dell'IBACN di cui alla deliberazione n. 53/2018, in cui sono individuati i requisiti generali e specifici, coerenti con l’esigenza di acquisire una professionalità di livello dirigenziale che garantisca l’esercizio della funzione specifica, nonché i criteri e le modalità di svolgimento della procedura di valutazione delle candidature;

- con determinazione del Responsabile del Servizio Sviluppo delle Risorse Umane della Giunta Regionale e del Sistema degli Enti del SSR n. 5672 del 20/4/2018 sono stati ammessi alla procedura selettiva i candidati in possesso dei requisiti previsti dall’avviso;

- con determinazione del Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni n. 5726 del 23/4/18 è stata nominata la commissione esaminatrice per lo svolgimento della selezione di cui in oggetto;

- la Commissione esaminatrice ha esaurito i propri lavori con la seduta del 15/6/2018 e ha individuato una rosa di 5 candidati - come risulta dagli atti trasmessi al Responsabile del procedimento con nota prot. PG/2018/444025 del 15/6/2018 - da sottoporre alla Giunta regionale;

- il Responsabile del procedimento ha verificato la regolarità delle operazioni svolte dalla commissione esaminatrice;

Dato atto che la rosa di candidati risulta così composta:

- AMBROSINI CRISTINA

- CALZOLARI MARCO

- COZZOLINO GIORGIO

- MASETTI FERRUCCIO

- MORO LAURA

Atteso che con nota prot. IB/2018/3328 dell’8/8/2018 il Presidente dell’IBACN ha comunicato che il Consiglio Direttivo dell’Istituto nella seduta del 7/8/18, esaminati i curricula trasmessi in esito alla selezione, ha individuato quale candidata più idonea per lo svolgimento dell'incarico di Direttore l’Arch. Laura Moro;

Vista la nota prot. n. PG/2018/0549116 del 24/8/2018 con cui l’Assessore alla Cultura, Politiche Giovanili e Politiche per la Legalità ha richiesto di procedere agli adempimenti relativi ai provvedimenti di assunzione e di incarico del suddetto dirigente;

Ritenuto pertanto di procedere all’assunzione con contratto di lavoro a tempo determinato ai sensi dell’art. 18 della L.R. n. 43/2001 dell’Arch. Laura Moro, per la nomina di Direttore dell’IBACN – Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali;

Atteso che il rapporto di servizio tra il soggetto individuato e la Regione è regolato secondo lo schema di contratto individuale allegato al presente atto come parte integrante e sostanziale, - Allegato A) – con la precisazione che l'assunzione a tempo determinato ed il relativo incarico di Direttore dell’IBACN avranno durata di 3 anni, con decorrenza dalla data indicata nel contratto individuale;

Richiamata altresì la delibera n. 56 del 25/1/16 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001” che definisce, tra l'altro, il trattamento economico spettante ai direttori in un importo annuo lordo, incrementabile di un ulteriore 5% massimo, in ragione del raggiungimento dei risultati, verificati secondo la metodologia ed il processo di valutazione previsti;

Precisato che, in via preliminare alla sottoscrizione del contratto individuale, con riferimento all'attribuzione dell’incarico di Direttore dell’IBACN, da parte dell’Arch. Laura Moro dovrà essere presentata la dichiarazione relativa all’insussistenza di cause di inconferibilità e incompatibilità di cui al D.Lgs. 39/2013, che verrà acquisita agli atti della Direzione Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni e pubblicata sul sito dell’Amministrazione; 

Visti inoltre i seguenti provvedimenti:

- la L. n. 190 del 6/11/2012 recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

- il D.Lgs. n. 39 dell’8/4/2013 recante “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n.190”;

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Richiamate infine le seguenti deliberazioni:

- n. 1621 dell’11/11/2013 ad oggetto “Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;

- n. 1059 del 3/7/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e nell’ambito delle direzioni generali, agenzie e istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della Protezione dei dati (DPO);

- n. 93 del 29/1/2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B)“Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

- n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al Bilancio, Riordino Istituzionale, Risorse Umane e Pari Opportunità, Emma Petitti;

A voti unanimi e palesi

delibera:

per le ragioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate:

  1. di disporre, in esito alla selezione pubblica per l’individuazione del Direttore dell’IBACN – Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali, l’assunzione con contratto a tempo determinato ai sensi dell'art. 18 della L.R. n. 43/2001, dell’Arch. Laura Moro, per la successiva nomina a Direttore, rispetto alla quale il presente atto costituisce intesa;
  2. di stabilire che i termini e le condizioni del rapporto di lavoro a tempo determinato di cui trattasi siano definiti nello schema di contratto riportato all'Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, che si approva con il presente atto;
  3. di stabilire che l’assunzione decorra dalla data indicata nell'art. 3 del contratto per la durata di 3 anni;
  4. di dare atto che il contratto con l’Arch. Laura Moro sarà sottoscritto, per l'Amministrazione, dal Direttore Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni;
  5. di dare atto che, anteriormente alla sottoscrizione del contratto, l’Arch. Laura Moro dovrà presentare la dichiarazione relativa all’insussistenza di cause di inconferibilità e incompatibilità con l’incarico di Direttore, secondo le previsioni del D.Lgs. 39/2013;
  6. di dare atto, inoltre, che gli oneri derivanti dall’assunzione per il personale a tempo determinato di cui al presente atto sono da imputare, per l’anno 2018, così come per gli anni successivi, sui capitoli di spesa del personale, istituiti per missione e programma a norma del D.Lgs. n. 118/2011 e che saranno dotati della necessaria disponibilità;
  7. di dare atto che ai sensi della normativa contabile vigente il Responsabile del Servizio competente per materia provvederà con proprio atto formale alla liquidazione di quanto dovuto sulla base dei conteggi elaborati mensilmente;
  8. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, nonché nelle forme previste dall’ordinamento regionale, nel rispetto delle disposizioni di cui al Decreto legislativo n. 33 del 3013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte di pubbliche amministrazioni”, come modificato dal D.Lgs. n.97 del 2016 e delle relative disposizioni applicative nell’ordinamento regionale.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it