E-R | BUR

n.411 del 27.12.2018 (Parte Prima)

XHTML preview

Oggetto n. 7699 - Ordine del giorno n. 7 collegato all’oggetto 7567 Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2019-2021”. A firma dei Consiglieri: Molinari, Calvano, Taruffi, Torri, Cardinali, Bagnari, Rossi, Montalti, Pruccoli, Bessi, Rontini, Poli, Mori, Marchetti Francesca, Zoffoli, Benati, Serri, Zappaterra, Mumolo, Delmonte, Tarasconi

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

con L.R. 23 del 2017 questa Aula è intervenuta in modifica della vigente normativa sul commercio per disegnare strumenti più puntuali ed efficaci a sostegno dei piccoli esercizi situati nelle zone più marginali della nostra Regione;

 tale provvedimento, che parte dalla consapevolezza del ruolo sociale svolto da questi esercizi, spesso ultimo baluardo ad evitare lo spopolamento di interi territori, prevede la possibilità di agevolazioni ed esenzioni e l’erogazione di contributi regionali a fronte dell’insediamento di esercizi polifunzionali in aree soggette a rarefazione commerciale, a condizione che venga garantita continuità di esercizio e che siano svolti contestualmente servizi di interesse per la collettività.

Rilevato che

recentemente, con DGR 2022 del 26 novembre scorso, sono stati definiti i criteri per l'individuazione delle aree interessate da fenomeni di rarefazione del sistema distributivo e dei servizi e dei criteri e delle caratteristiche che le attività commerciali devono possedere ai fini dell'attribuzione della denominazione di esercizio commerciale polifunzionale;

si apre così la fase durante la quale i Comuni, ai sensi del comma 3 dell’articolo 9 della modificata L.R. 14/99, individuano le aree del proprio territorio soggette ai fenomeni di rarefazione. Solo successivamente potrà essere emanato il bando che, stante il dettato normativo, potrà concedere contributi sia per sostenere gli investimenti che per supportare l’attività ordinaria attraverso la spesa corrente.

Evidenziato che

in ragione della tempistica descritta, col bilancio di previsione 2019-21 la Regione ha stanziato 400.000 € per ciascuna annualità nella parte investimenti, ritenendo invece più utile avviare il finanziamento di parte corrente alle annualità 2020 e 2021, ciascuna delle quali si trova destinati 200.000 €. Questa previsione è stata in parte integrata da un emendamento in commissione, che ha aggiunto 50.000 € per il 2019;

tuttavia, una anticipazione al 2020 delle risorse stanziate sul 2021 sulla parte corrente consentirebbe di partire con la piena operatività di un bando regionale già sull’anno 2019, una volta espletate tutte le necessarie attività precedenti di individuazione delle aree da parte dei comuni.

Impegna la Giunta

in sede di assestamento e nel rispetto degli equilibri di bilancio, ad anticipare al 2020 le risorse in parte corrente stanziate nel 2021 per la voce “esercizi polifunzionali”, così da garantire piena attuabilità alle misure di sostegno già con il bando che sarà emanato nel 2019.

Approvato all'unanimità dei presenti nella seduta pomeridiana del 19 dicembre 2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it