E-R | BUR

n.266 del 21.10.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso per le opere d’interesse pubblico/di pubblica utilità dell’avvenuto deposito degli elaborati per la procedura di verifica (screening) per la ditta IGED srl

Procedure in materia di impatto ambientale: L.R. 18/5/1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, DLgs n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni. Procedura di verifica (screening). Si avvisa che, ai sensi del titolo II della legge regionale 18/5/1999, n. 9 e del decreto legislativo n. 152/2006, sono stati depositati presso l’autorità competente Provincia di Ravenna, Ufficio VIA, Settore Ambiente e Territorio, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening) relativi al progetto di modifica dell'impianto esistente adibito all'attività di recupero rifiuti non pericolosi tramite messa in riserva (R13) e recupero (R5) con incremento dei quantitativi trattati, localizzato in Via Carraia Baruzzi, frazione di Mezzano, Comune di Ravenna, presentato da Impresa Generale Escavazioni e Demolizioni srl con sede in V. Foro Boario n.10 - Comune di Lugo.

Il progetto appartiene alla categoria B.2.68: "Modifiche o estensioni di progetti di cui all'allegato A.2 o all'allegato B.2 già autorizzati, realizzati o in fase di realizzazione, che possono avere notevoli ripercussioni negative sull'ambiente (modifica o estensione non inclusa nell'allegato A.2)" in quanto trattasi di modifica in potenziamento d'impianto di cui al punto B.2.57: "Impianti di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 t/giorno, mediante operazioni di cui all'allegato C, lettere da R1 a R9, della parte quarta del decreto legislativo n. 152 del 2006 [omissis]".

Il progetto interessa il territorio (in relazione sia alla localizzazione degli impianti, opere o interventi principali ed agli eventuali cantieri o interventi correlati sia ai connessi impatti ambientali attesi) del comune di Ravenna e della provincia di Ravenna.

Il progetto prevede la modifica dell'impianto esistente per il recupero di rifiuti speciali non pericolosi sottoposti a procedura semplificata di cui al D.M. 5/2/1998 con richiesta d'aumentare il quantitativo di rifiuti da estinare alla messa in riserva (R13) e di trattamento di recupero (R5), passando dall'attuale classe 6 alla classe 2 del suddetto decreto.

L’autorità competente è la Provincia di Ravenna.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening), presso la sede dell’autorità competente Provincia di Ravenna, Ufficio VIA Settore Ambiente e Territorio, sita in Piazza Caduti per la Libertà n. 2, 48121 Ravenna e presso la sede del Comune di Ravenna interessato, sito in Piazzale Farini n. 21 - Ravenna.

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) sono depositati per 45 (quarantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna. Entro lo stesso termine di 45 (quarantacinque) giorni chiunque, ai sensi dell’art. 9, comma 4, della legge regionale n. 9/1999 può presentare osservazioni all’autorità competente: Provincia di Ravenna - Ufficio VIA Settore Ambiente e Territorio, al seguente indirizzo: Piazza Caduti per la Libertà n. 2 - 48121Ravenna. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it