E-R | BUR

n.380 del 21.12.2016 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Selezione pubblica per il conferimento di n. 1 borsa di studio riservata a candidati in possesso di Laurea in Farmacia Ospedaliera o in Chimica e Tecnologie Farmaceutica finalizzata ad attività di studio e ricerca nell’ambito di un Progetto di Farmacovigilanza attiva finalizzato a sviluppare strumenti sicuri per ridurre il rischio di reazioni avverse nei pazienti anziani

In esecuzione di atto del Direttore del Servizio Gestione Giuridica del Personale si procederà al conferimento di n. 1 borsa di studio riservata a candidati in possesso di Laurea in Farmacia Ospedaliera o in Chimica e Tecnologie Farmaceutica finalizzata ad attività di studio e ricerca nell’ambito di un Progetto di Farmacovigilanza attiva finalizzato a sensibilizzare la cittadinanza all’uso sicuro dei farmaci.

Requisiti richiesti (da possedere contemporaneamente alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle domande di ammissione)

- Laurea in Farmacia o in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche;

- Abilitazione all’esercizio della professione di Farmacista. 

Durata, compenso

La borsa di studio, avrà durata pari a 24 (ventiquattro) mesi.

Il Borsista ha l’obbligo di frequentare le strutture al fine di compiere l’attività cui la borsa di studio è finalizzata, osservando un impegno orario conforme ed idoneo alle esigenze dello studio, da effettuarsi secondo i tempi e le modalità stabilite dal Responsabile del progetto stesso.

Il compenso lordo annuo - dal quale è già stato trattenuto dall’Azienda USL il premio assicurativo per infortuni - sarà pari ad € 22.894,00 da corrispondersi con rate posticipate mensili, dietro attestazione del Responsabile del progetto circa l’avvenuto svolgimento degli impegni del borsista nel corso del mese. 

Oggetto dell’incarico

La borsa di studio sarà finalizzata allo svolgimento, presso il Dipartimento Farmaceutico Interaziendale, presso alcune Strutture Anziani ubicate nella provincia di Reggio Emilia e presso la sede degli incontri dei Nuclei di Cure Primarie dei medici di Medicina Generale dell’Azienda USL di Reggio Emilia, delle seguenti attività legate alla realizzazione del progetto di cui in oggetto: 

- incontri informativi con i farmacisti UFD per la presentazione del progetto e degli obiettivi;

- raccolta dati in Struttura e sul territorio con calcolo della frequenza di inappropriatezza nei due ambiti in studio, individuazione delle aree cliniche di maggior inappropriatezza, variabilità territoriale e tra strutture;

- incontri informativi/formativi con i medici ed operatori sanitari in una ottica di sensibilizzazione e di migliore gestione dei pazienti;

- raccolta di eventuali segnalazioni ADR da parte di medici e sanitari;

- attività di studio, supporto e collaborazione ai segnalatori: farmacisti UFD, medici e operatori sanitari. 

Prova selettiva e/o colloquio:

 La borsa di studio verrà assegnata sulla base di un graduatoria di merito formulata da un’apposita commissione esaminatrice previa valutazione dei requisiti culturali e professionali indicati nel curriculum con particolare riferimento alle attività professionali e di studio idonee ad evidenziare le competenze acquisite nella materia oggetto dell’incarico e previa effettuazione di un colloquio diretto alla valutazione delle competenze e delle capacità professionali dei candidati con riferimento all’incarico da attribuire.

La valutazione del curriculum sarà limitata ai soli candidati idonei al colloquio e verrà effettuata dalla Commissione successivamente allo svolgimento dello stesso.

La Commissione avrà a disposizione punti 50 per la valutazione dei titoli prodotti dai candidati e punti 50 per la valutazione del colloquio che si dovrà intendere superato al raggiungimento del punteggio minimo di 26/50.

La data e la sede del colloquio verranno comunicate con un preavviso di almeno 7 gg mediante apposito avviso che verrà pubblicato, nei giorni successivi alla scadenza del bando, sul sito aziendale: www. ausl.re.it - link: bandi gare concorsi, alla sezione informazioni.

Tale comunicazione avrà valore di convocazione e di notifica a tutti gli effetti. Non seguirà alcuna ulteriore comunicazione individuale.

Ai soli candidati esclusi verrà inviata comunicazione, contenente i motivi di esclusione.

I candidati che non si presenteranno a sostenere la prova nel giorno, ora e sede stabiliti saranno considerati rinunciatari alla selezione, quale sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.

Per essere ammessi a sostenere alla prova i candidati dovranno esibire, a pena di esclusione, documento di riconoscimento in corso di validità.

La mancata presentazione del candidato al colloquio sarà considerata rinuncia alla selezione. 

Termine di presentazione delle domande

Le domande, redatte in carta libera e firmate in calce (senza necessità di alcuna autentica ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/00), corredate da fotocopia non autenticata di documento di identità, dovranno pervenire, pena l’esclusione, al Servizio Gestione Giuridica del Personale dell’Azienda U.S.L. di Reggio Emilia, entro il quindicesimo giorno non festivo successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo:

Ufficio Concorsi - Azienda U.S.L. - Via Amendola n. 2 - 42122 Reggio Emilia. 

Il termine per la presentazione della domanda e della documentazione è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetti. Non saranno accolte le domande pervenute oltre tale termine anche se recanti timbro postale di spedizione antecedente.

Le domande potranno essere inviate, a pena di esclusione in un unico file formato pdf e nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Reggio Emilia concorsi@pec.ausl.re.it.

Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta.

Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC Aziendale. 

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare: 

a) la data, il luogo di nascita e la residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o il possesso dei requisiti di cui all’art. 38 c.1 e c. 3 bis DLgs n. 165/01 e smi;

c) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;

e) i requisiti specifici di ammissione richiesti dal presente bando, (nella dichiarazione dei titoli di studio deve essere indicata la data esatta del conseguimento, la denominazione completa e la sede dell’Istituto presso il quale sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, dovrà risultare l’equipollenza al titolo italiano certificato dalla competente autorità)

;

f) il domicilio presso il quale deve essere fatta all’aspirante ogni necessaria comunicazione. 

Ai sensi dell’art. 39 del DPR n. 445 del 28/12/2000 (Testo unico in materia di documentazione amministrativa), non è richiesta l’autenticazione della firma in calce alla domanda.

La mancata sottoscrizione della domanda o l’omessa indicazione dei requisiti per l’ammissione determina l’esclusione dal concorso. 

Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda dovrà essere allegato esclusivamente un curriculum formativo e professionale in formato europeo redatto su carta libera datato e firmato, in forma di dichiarazione sostitutiva di notorietà di cui al DPR n. 445/2000, dei titoli posseduti e di ogni altra indicazione ritenuta utile ai fini del presente bando.

Alla domanda deve essere altresì allegata fotocopia del documento di identità.

Dovrà essere presentato anche un elenco della produzione scientifica, redatto in forma di dichiarazione sostitutiva di notorietà di cui al DPR n. 445/2000, nel quale dovranno essere chiaramente indicati la tipologia (pubblicazione, capitolo di libro, abstract, poster, atto di congresso), titolo, autori, editore/rivista, data di pubblicazione di ogni singolo lavoro. 

La dichiarazione resa dal candidato, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre. L’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato. 

In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostituiva di atto di notorietà allegata o contestuale alla domanda, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere pena la non valutazione del servizio:

- l'esatta denominazione dell'Ente presso il quale il servizio è stato prestato

- la qualifica e il profilo professionale

- la tipologia del rapporto di lavoro (dipendente - contratto libero professionale - collaborazione coordinata e continuativa - consulenza - prestazione occasionale - borsa di studio - assegnista di ricerca, ecc.)

- il regime orario (tempo pieno/part-time e relativa percentuale)

- le date (giorno - mese - anno) di inizio e di conclusione dei servizi prestati nonchè le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.)

- quant'altro necessario per valutare il servizio stesso. 

Anche nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di docente, di incarichi libero-professionali, ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (Ente che ha conferito l’incarico, descrizione dell’attività, periodo e sede di svolgimento della stessa). 

Le autocertificazioni relative a servizi prestati presso Case di Cura convenzionate, o accreditate o servizi prestati all’estero dovranno essere conformi a quanto previsto dagli artt. 22 e 23 del D.P.R. 483/1997. 

Eventuali autocertificazioni relative all’attività ambulatoriale interna svolta presso strutture a diretta gestione delle Aziende Sanitarie e del Ministero della Sanità in base ad accordi nazionali, dovranno contenere l’indicazione dell’orario di attività settimanale, ai sensi dell’art. 21 del D.P.R. n. 483/1997. 

Si precisa che restano esclusi dall’autocertificazione, fra gli altri, i certificati medici e sanitari.

L’Azienda USL è tenuta ad effettuare, ai sensi dell’art. 71 del DPR n. 445/2000 e dell’art. 15 della L. 183/2011, idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cu agli articoli 46 e 47 ed a trasmetterne le risultanze all’autorità competente, in base a quanto previsto dalla normativa in materia. 

Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del citato D.P.R. n. 445/2000 circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. 

Adempimenti per l’assegnazione della borsa di studio

La borsa di studio sarà assegnata in base al giudizio espresso da apposita commissione. 

La graduatoria di merito, rimane valida per un termine di dodici mesi dalla data di approvazione e potrà essere utilizzata per l’assegnazione, secondo l’ordine della stessa, di borse di studio per la stessa professionalità, anche con diversa validità temporale e con compenso proporzionalmente variato, che si rendessero eventualmente necessarie. 

L’assegnazione della borsa di studio può essere revocata in qualsiasi momento a giudizio insindacabile del Responsabile della ricerca qualora l’assegnatario risulti inadempiente dal punto di vista della frequenza o del raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto.

L’eventuale interruzione ingiustificata dell’attività da parte dell’assegnatario, comporterà immediata revoca dell’assegnazione della borsa di studio.

L’Azienda si riserva la facoltà di conferire, in caso di rinuncia, decadenza, risoluzione anticipata o comunque di interruzione dell’attività dell’assegnatario, la relativa borsa di studio, al successivo candidato utilmente classificato in graduatoria che si renda disponibile, ovvero reperito mediante rinnovo dell’avviso pubblico per il periodo rimanente. 

L’attività di borsista non costituisce e non può costituire rapporto d’impiego con l’Azienda USL di Reggio Emilia. 

Il Borsista ha l’obbligo di frequentare le strutture al fine di compiere l’attività cui la borsa di studio è finalizzata, osservando un impegno orario conforme ed idoneo alle esigenze dello studio, da effettuarsi secondo i tempi e le modalità stabilite dal Responsabile del progetto stesso. 

La borsa di studio assegnata non è cumulabile con altre borse di studio, né con retribuzioni continuative derivanti da rapporti di impiego presso enti pubblici o privati; pertanto, all’atto del conferimento della borsa di studio, l’assegnatario dovrà dichiarare di non avere rapporti di impiego presso enti pubblici o essere già titolare di altre borse di studio nonché di non essere titolare di collaborazioni o contratti libero professionali all’interno dell’Azienda USL di Reggio Emilia.

Il sopravvenire di una delle predette situazioni di incompatibilità comporta l’immediata decadenza del godimento della borsa di studio, pertanto l’assegnatario dovrà impegnarsi a dare tempestiva comunicazione dell’eventuale sopravvenire, durante lo svolgimento della ricerca, delle situazioni dì incompatibilità sopra indicate. 

L'Azienda USL di Reggio Emilia si riserva ogni più ampia facoltà in ordine alla proroga dei termini e alla loro sospensione, nonché alla revoca, rettifica o annullamento del presente avviso, qualora ne ravvisi la necessità. 

Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 196/2003 si informano i Signori candidati che i dati personali raccolti saranno utilizzati ai soli fini della procedura di selezione e per adempimento di obblighi di legge. 

Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Interaziendale Gestione Giuridica del Personale - Ufficio Concorsi - Via Amendola n. 2 - Reggio Emilia - tel. 0522/335479 - 335171 (orario apertura uffici al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 - il martedì e il giovedì anche dalle ore 14.30 alle ore 16.30), oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda: www.ausl.re.it - link Bandi e concorsi.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it